Raio (giornalista): “La ‘cazzimma’ di Lavezzi e quella di De Laurentiis…”

1
17

Le dichiarazioni di Vittorio Raio a Radio Marte: "Lavezzi ha fatto un gol mettendoci la ‘cazzimma’. Mazzarri è riuscito a plasmarlo come ha fatto con altri. Giocando in un determinato modo, è più decisivo. Ieri non era al meglio perché rientrava da un infortunio, così come Maggio. Sono stati entrambi protagonisti e meritano i Mondiali. Il Napoli che torna in Europa significa aver centrato il programma iniziale. Complimenti a De Laurentiis e a Mazzarri che ha ereditato una situazione disastrosa in classifica e nello spogliatoio. E’ stato bravo il presidente a capire che bisognava voltar pagina. Il tecnico ha dato un nuovo ruolo a tanti calciatori. Ne cito due, Pazienza che ha costretto il sottoscritto a ricredersi, ma soprattutto Grava che incarna lo spirito dei tifosi del Napoli. Vogliono gente che lotti fino al novantacinquesimo. Quando Mazzarri parla di 22 giocatori dello stesso livello, intende proprio questo. Gente come Grava è indispensabile per la grinta e la determinazione che mostra in tutte le partite. Le parole di De Laurentiis su Inler? Ci sono le strategie di mercato. Non dimentichiamo quando disse che non gli interessava Quagliarella e poi l’ha preso. Facciamo lavorare il presidente. Pensiamo prima ai nomi più importanti e poi alla panchina. Servono tre o quattro calciatori, un difensore, un centrocampista e un attaccante per il salto di qualità, poi ci sono i tanti rientri dai prestiti, quindi bisognerà valutare bene la rosa. Bigon avrà tanto lavoro e sicuramente non deluderà le aspettative. Mazzarri parla di una rosa di 22 calciatori e si riferisce anche a gente come Aronica che sa stare al suo posto e sacrificarsi all’interno dello spogliatoio, quindi secondo me gli arrivi saranno quattro. Credo che i ragazzi delle curve del San Paolo meritino rispetto, hanno dimostrato coerenza e dignità. Ho sentito tanta gente parlar male di Paolo Cannavaro, molti continuano a farlo sbagliando fino in fondo. La mancata convocazione? Da una parte sono sorpreso, da un’altra no. Conosco Lippi, quando crede in un gruppo, va avanti e rischia. Ma alla luce del rendimento del blocco Juve e del blocco Milan, sono un po’ perplesso. Se tanti calciatori non hanno reso in campionato, riusciranno a cambiare in 15-20 giorni il loro rendimento? Che Italia vedremo? Mi auguro che l’Italia faccia bene, qualche scelta diversa però l’avrei fatta. Campagnaro? Ha fatto l’esterno prima di fare il difensore. Mi auguro che De Laurentiis possa confermare Denis nel Napoli. Spero che Denis e Gargano abbiano l’umiltà di migliorare il loro tocco piede-pallone. Fabio Pecchia lo fece: palleggiava a Soccavo dopo l’allenamento lanciandolo contro il muro. A Gargano e Denis, questo tipo di allenamento potrebbe far comodo".

Fonte: Radio Marte

SHARE
Previous articlePavarese esalta la Juve Stabia: “Una promozione meritata”
Next articleCellino: “Ho sbagliato a non prendere Lavezzi”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY