Alvino: “Fossi in Balotelli scapperei da Milano con destinazione Napoli”

0
19

"Credo che De Laurentiis abbia in mente un Napoli stile Arsenal e Fiorentina, più che Barcellona o Real"
Nel corso di “Amore… Azzurro”, programma sportivo in onda ogni sabato dalle 11.00 alle 12.30 su Radio Amore, è intervenuto il collega di Canale 9, Carlo Alvino. Ecco alcuni passaggi dell’intervista: “La partita con il Cagliari? Peccato per la Champions definitivamente sfumata, ma non era facile scardinare l’arcigna difesa dei sardi senza Quagliarella e Lavezzi. Tutto sommato, considerando che abbiamo terminato con Zuniga in attacco e che siamo stati vittime dell’ennesimo errore arbitrale, al di là del risultato, è stata una prestazione positiva. Il settimo posto sconvolgerebbe la preparazione degli azzurri? Innanzitutto, possiamo ancora arrivare sesti, anche perché avendo battuto la Juve sia all’andata che al ritorno, meriteremmo di strappare il sesto posto ai bianconeri. Tuttavia, se malauguratamente non dovessimo riuscirci, non credo che andremmo incontro ad una stagione rivoluzionata. Il primo anno di Mazzarri alla Samp, ad esempio, fu caratterizzato dai preliminari di Europa League, già a luglio. Nonostante ciò, i blucerchiati furono in corsa per la zona Champions fino a due giornate dal termine del campionato, anche se poi il quarto posto fu agguantato dall’Udinese di Spalletti. Quella Samp fece più punti nel girone di ritorno che in quello di andata, a testimonianza che con una preparazione accorta, questo sarebbe un problema superabile. Hoffer? Mazzarri si è assunto una grande responsabilità, dichiarando pubblicamente che non crede in questo giocatore. Devo dire che alla luce di quanto visto, aveva ragione. Resta un oggetto misterioso, probabilmente anche a causa delle sue difficoltà linguistiche. Balotelli? Io lo andrei a prendere personalmente a Milano, pur di portarlo a Napoli. E’ un talento straordinario. Non esiste un giocatore così giovane ed altrettanto forte. Credo che Napoli possa essere la città ideale per esprime tutto il suo valore. E’ un sogno di primavera, ma non credo possa realizzarsi. Fossi in Balotelli scapperei da Milano con destinazione Napoli, ma credo che Moratti, semmai, lo cederà all’estero. Un club modello per il Napoli? Credo che De Laurentiis abbia in mente un Napoli stile Arsenal e Fiorentina, più che Barcellona o Real. Tuttavia, ritengo che il Napoli non possa più investire solo sui giovani. Ora occorre il giusto mix di esperienza ed incoscienza giovanile. Anche la Fiorentina, pur puntando sui giovani, ha preso prima Toni poi Mutu e Gilardino. La possibilità di andare in trasferta a Verona? La ritengo una presa in giro, o meglio un contentino di fine stagione. Condivido la scelta dei tifosi azzurri di non andare a Verona. Roma e Lazio privilegiate? Non dovrebbero nemmeno essere iscritte al campionato, considerando i debiti che i due club romani vantano. Condivido le affermazioni dell’ex presidente del Bologna sul doping amministrativo. Qualcuno dovrebbe spiegarci con quali soldi la Roma ha ingaggiato Toni. Prima o poi, senza escamotage bancari anche noi andremo in Champions”.
Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: Redazione Sportiva Radio Amore Campania

LASCIA UN COMMENTO