Marino (Atalanta): “Lavezzi in panchina potrebbe essere segnale di addio”

2
31

Marino02

 

Il direttore generale dell'Atalanta Pierpaolo Marino è intervenuto quest'oggi sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli rilasciando alcune dichiarazioni di seguito sintetizzate da Napolisoccer.NET: "Lavezzi in panchina nelle ultime tre partite potrebbe essere un segnale di un suo addio. Da esterno posso dire di essere preoccupato riguardo alla sua permanenza a Napoli. Il problema sta proprio all’interno dell’entourage di Lavezzi. Il presidente De Laurentiis non vuole più sottostare alle richieste di Lavezzi, che ormai è saputo entrare nei cuori dei napoletani. Per il tipo di calcio che lui gioca, sarà difficile trovare un altro calciatore con le sue caratteristiche. Vargas? E’ un prospetto di giocatore, è un po’ più acerbo di quando Lavezzi arrivò al Napoli, l’argentino aveva già vinto uno scudetto in patria. Ma non credo che Vargas possa già sostituire Lavezzi, non perché non sia un buon giocatore, ma ha caratteristiche differenti dal Pocho. Giovinco? E' un asso della Serie A, potrebbe seppur con caratteristiche diverse, sostituirlo. Il Napoli non dipende dagli introiti Champions, il club azzurro ha un bilancio attivo. Un anno senza la Coppa non sarebbe una tragedia per i bilanci della società, un'assenza di 3-4 anni, invece, potrebbe far male. Il riscatto di Cigarini? Dipende dal Napoli, se la società partenopea lo rivuole indietro sarebbe difficile trattenerlo per una società come la nostra. Ho firmato un contratto con l'Atalanta per cinque anni e ricoprirò il ruolo di direttore generale".
 
Redazione Napolisoccer.NET

 

Condividi
Articolo precedenteCalcio scommesse:Terremoto in serie B e LegaPro, in arrivo i deferimenti
Prossimo articoloCanovi (proc.): “Ho impressione che Lavezzi andrà via”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

2 Commenti

  1. Vargas Ha fatto lo stesso….. ha vinto in cile.
    il problema è uno solo in italia uno che ha 20 anni è acerbo e uno di 28 è maturo……. il NAPOLI deve prendere INSIGNE e VARGAS e farli giocare insieme a CAVANI e HAMISK.
    LAVEZZI deve decidere lui cosa fare…se vuole il NAPOLI bene altrimenti che vada anche all’Inter, purchè Moratti paghi il cartellino per intero.
    con i soldi deve prendere tre difensori forti…e poi ci divertiremo
    forza NAPOLI

LASCIA UN COMMENTO