Storie di ordinaria violenza: qualcuno interverrà?

15
70

Ieri si è giocato il campionato ed ancora una volta siamo qui a testimoniare gli incresciosi episodi che vedono protagoniste alcune tifoserie. Chissà se questa volta qualcuno finalmente avrà la voglia di intervenire adeguatamente nel rispetto di quelle regole che sembrano esistere solo ad uso e consumo dei tifosi azzurri.
Giusto per onor di cronaca, perchè è molto più probabile che gli organi preposti ancora una volta faranno finta di nulla, puntiamo i riflettori sulle tifoserie di Roma e Lazio per gli scontri del derby, oltre che su quella del Bari che ieri, come ampiamente testimoniato anche da vari network radio-televisivi, ignobilmente hanno dato sfoggio di inaudita grettezza.

Bari-Napoli
: si inizia con i soliti fumogeni e petardi oltre che ai "normali" cori anti-napoletani. Al secondo gol di Lavezzi si assiste prima ad un fitto lancio di oggetti verso i cronisti ed i giornalisti napoletani colpevoli di fare il loro lavoro. Successivamente, le "attenzioni" di alcuni energumeni si puntano sulla soubrette, Lisa Fusco, inviata della trasmissione Rai "Quelli che il calcio…". La giovane napoletana viene, a più riprese, fatta oggetto di pesanti e volgari insulti che alla fine le fanno perdere la compostezza. Per calmare gli esagiati ed evitare ben più gravi conseguenze alla giovane donna devono intervenire gli steward del Bari e le forze di Polizia.
Quanto accaduto ieri sugli spalti della tribuna stampa del San Nicola è quello che ordinariamente accade ai giornalisti napoletani in tanti stadi dove gioca il Napoli, ma a quanto pare chi dovrebbe vigilare fa finta di nulla!

Foto tratta da internetLazio-Roma: prima, durante e dopo il derby si è assistito a scontri, tafferugli e vere e proprie scene di guerriglia urbana. Il bollettino finale è estremamente grave, tra arrestati (10), accoltellati (3), feriti (una dozzina) ed auto incendiate, ma ben più grave sarebbe potuto essere se le forze di Polizia non avessero rinvenuto in tempo l’armamentario custodito in un auto nei pressi dello stadio. Agli scontri v’è da aggiungere la serie infinita di petardi scoppiati nel corso della gara lanciati da entrambe le tifoserie in una sorta di gara al rumore più forte. Chissà se qualcuno avrà visto o sentito oppure leggerà i resoconti della Digos di Roma e prenderà quelle che – a rigor di logica e di regolamento – dovrebbero essere le indubbie sanzioni.

Questi narrati, sono gli episodi che più hanno avuto clamore nella giornata di ieri, ma anche su altri stadi si è assistito aarmi sequestrate varie problematiche legate alle intemperanze dei tifosi.
Chissà. Aspettiamo (non) fiduciosi di leggere le decisioni di CASMS, Osservatorio, Giudice Sportivo e tutti i preposti all’ordine ed alla sicurezza pubblica. Sperando che, in mancanza di napoletani e del Napoli, non ci sia l’ennesimo colpo di spugna giustificato da e-mail chiarificatorie, collaborazioni delle società, fatti non prevedibili e quant’altro viene di solito usato per celare e non punire le nefandezze, ormai di prassi, di alcune tifoserie.  

Redazione Napolisoccer.NET (foto: repubblica.it e corriere.it)

Condividi
Articolo precedenteBari-Napoli, derby del Mezzogiorno…di fuoco
Prossimo articoloFedele: “Lavezzi è indispensabile per questo Napoli”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.


15 Commenti

  1. come si chiama quel tra ”sig.”tosei ma lo sei o lo fai.Dimostra almeno una volta di essere uomo che non ha paura di niente e di nessuno solo col Napoli hai applicato il regolamento poi con la juve con la roma con il milan non sapevi nemmeno che esistesse un regolamento.

  2. Volete sapere cosa farà tosel?
    Multerà il Napoli per aver provocato la tifoseria del bari e Lavezzi sarà multato per le due reti provocatorie…………….

  3. D’accordo con tutti voi e mi associo, però vorrei aggiungere una cosa: perchè non chiediamo giustizia sempre e non solo quando succedono fatti eclatanti? Il calcio non deve essere così, non può essere così bisogna smetterla chiunque faccia queste cose deve essere punito. Questo è quello che dovrebbero chiedere, secondo me, tutti i tifosi d’Italia contro quei pochi (a cospetto dei tanti che vanno allo stadio) e se Tosel non è in grado di gestire la questione (tranne contro il Napoli) e se riusciamo a provare che è razzista allora denunciamolo..chiediamo giustizia agli organi competenti. Diciamocelo tra di noi: anche a Napoli ci sono gli imbecilli che sparano botti e vanno allostadio armati di coltello e quant’altro…DENUNCIAMOLI

  4. purtroppo e’ cosi’!!!se fosse stato il napoli al posto della roma o lazio….squalifica del campo, divieto di trasferte, ammende a non finire e poi calciatori penalizzati in qualsiasi altro modo….grande..grande …tosel!!!!

  5. ci sara una multa e nient altro per le romane, se sara cosi Tosel come al solito, Noi prendiamo i pesci in faccia, attento che non tornano al mitente d`ora in poi , dopo non lamentarti che cosi hai voluto

  6. i tifosi romani e laziali sicuramente dovranno pagare,ma secondo me anche RADU,e soprattutto Totti quelle scene a fine partita se le potevano evitare.
    Aspettiamo le decisioni di Tosel e poi giudichiamo.

  7. state sempre zitti e mettetevi a pecorella !!!!!
    non reagite manc e cane dopo dicono ke siamo sempre noi napoletani .
    40 mila euro di multa alla lazio hahahahahaha continuate a prenderci x il C.U.L.O
    40 mila euro pure alla roma !!!!
    tosel sei un grande complimenti e continua cosi .
    non ti possiamo nemmeno sputare in faccia xke dicono ke non si fa .lo dobbiamo prendere a quel posto in silenzio .
    questa e la 20essima volta ke scrivo ke veniamo trattati a pesci in faccia .mo il campionato e finito ed e stato falsato e nessuno lo dice .qui si vede ke molti mangiano con il calcio ma nessuno ama il napoli .ma quando vi fate sentire politici ,giornalisti possibile ke dobbiamo sempre fare tutto noi tifosi ?????????

  8. ZaZa hai ragione tu !!!!ma possiamo subire ancora ????
    io non c’e la faccio piu !!!!!!!
    xke paghiamo solo noi (x niente a confronto a quello ke fanno altre tifoserie )??
    quando finira????la dobbiamo far finire noi tifosi????
    datemi qualche risposta xke sto uscendo pazzo stu tosel m sta facenn nceppa e cervell !!!!!!

  9. Roma – Due pesi e due misure. Ormai non ci sono dubbi. Il Giudice Sportivo Tosel commina soltanto ammende per gli incidenti del derby dell’Olimpico. Ingiustizia è fatta, insomma. Ma andiamo con ordine. Nessun provvedimento nei confronti di Radu e Perrotta, autori della rissa finale, al termine della partita. Non è stato punito neanche il gesto di Totti. Squalificato per due turni, soltanto Christian Ledesma, espulso nel corso della partita. Passiamo alle società. La Lazio è stata multata di 40 mila euro per avere i suoi sostenitori “al 29′ del primo tempo ed al 5′ del secondo tempo, indirizzato ad un calciatore avversario un coro costituente espressione di discriminazione razziale; prima dell’inizio della gara, al 3′ ed al 46′ del secondo tempo, lanciato numerosi petardi nel settore occupato dalla tifoseria avversaria; al 28′ del primo tempo, colpito una steward con il lancio di una moneta, senza conseguenze lesive; nel corso della gara, lanciato sul terreno di giuoco due fumogeni e nel recinto di giuoco numerosi petardi e tre bottigliette di plastica; nel corso della gara, nel proprio settore, fatto esplodere numerosi petardi ed acceso un fumogeno”. Stessa ammenda alla Roma “per avere i suoi sostenitori, prima dell’inizio della gara, forzato il cordone di sicurezza formato dagli steward per venire a contatto con la tifoseria avversaria provocando alcuni tafferugli sedati per l’intervento delle forze dell’ordine, con lievi conseguenze lesive per tre agenti di polizia; nel corso della gara, fatto esplodere nel proprio settore e nel recinto di giuoco numerosi petardi ed acceso numerosi fumogeni nel proprio settore”. Vogliamo soltanto ricordare che il San Paolo è stato squalificato per molto meno (la bottiglietta di yogurth che solo sfiorò il guardalinee De Luca, durante Napoli-Livorno). Domani il Casms deciderà per quanto riguarda gli incidenti accaduti all’esterno dell’Olimpico.

    Condividi su Facebook

  10. Vogliamo parita’ di trattamento!
    E’ un’indecenza! Ora siamo stanchi! Tifosi, giornalisti, politici e cittadini tutti. Napoletani, uniamoci! E’ indecente vedere gli scontri dell’Olimpico di Roma così nascosti dai media nazionali che tendono a sminuire quello che succede nelle altre città e ad ingigantire le cose che accadono a Napoli.

    Un vero e proprio scandalo! A Roma, prima, durante e dopo il derby di domenica tra i giallorossi e la Lazio, i tifosi hanno dato vita ad una vera e propria guerra. Scontri tra tifosi e tra tifosi e polizia. Accoltellati, feriti ed un vero e proprio arsenale trovato fuori allo stadio. Coltelli, bombe e tante altre armi pronte ad essere usate.

    Famiglie e bambini presi di mira da tifosi violenti. Auto e negozi incendiati. Per sapere di un giovane accoltellato alla gola e in pericolo di vita bisogna scavare nei meandri dell’informazione nazionale. Ora basta! Domani Maroni si riunirà con il Casms per decidere un eventuale sanzioni ai tifosi romanisti e laziali, ma intanto diverse autorità politiche hanno già dichiarato di volere clemenza per quello che è successo all’Olimpico.

    Per molto meno ai tifosi azzurri sono state vietate tantissime trasferte, addirittura per tutta la scorsa stagione dopo una montatura. Non vogliamo certamente essere favoriti, chiediamo parità di trattamento. Non è giusto che a pagare siano soltanto i tifosi napoletani. Napoli chiede giustizia!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here