La bastonata di Alberto Cuomo “Pocho si, Pocho no! Se dovesse finire l’amore? Pazienza!”

5
24

Sarebbe davvero difficile vederlo indossare una maglia diversa da quella azzurra, lo devo ammettere. Come quando rivedi la tua ex ragazza che dopo anni e anni passati insieme a consumare momenti belli e brutti di una vita passata insieme, condividendone tutto, si presenterebbe dinanzi ai tuoi occhi stringendo per mano un’altra persona. Hai un senso di morte dentro ma cammini, vai avanti a passo spedito ma non c’è nulla da fare, la testa è rimasta indietro, a quell’immagine che resterà indelebile per molti, moltissimi giorni. Come potrebbe finire l’amore da un giorno all’altro? Da romantico rispondo che la cura migliore sarebbe quella di vivere il futuro autoconvincendosi che un percorso di vita è segnato da unioni e separazioni, che la realtà passa attraverso impulsi che inevitabilmente modificano l’ottica con cui scruti il mondo intorno a te. E si cambia, è la vita signori. Quante persone si giurano amore eterno per poi smettere di amarsi, per stanchezza, per evoluzioni di vita quotidiana, per dissensi, per incompatibilità o meglio perche ci si rende conto troppo tardi che forse la cosa migliore non era quella, bensì un’altra? Mi domando per quale motivo quindi un impiegato dal pallone di soli ventisette anni debba sentirsi costretto a restare imprigionato quando il futuro potrebbe irradiarsi di un qualcosa che i suoi occhi ignorano di conoscere? In ballo non c’è soltanto una città, un popolo, un ambiente che da sempre lo ha accolto come uno di loro, parliamo di ambizioni, parliamo di “verdoni”. Al momento ci sono soltanto tantissimi chiacchiericci che però non fanno bene ai tifosi. Sento frasi di gente che un mese fa riteneva il Pocho Lavezzi come un fenomeno e che gli basterebbe soltanto il gol per emulare le gesta di Messi, sento cose simili, e oggi invece cambiano gli stati d’animo e le parole per l’argentino non sono così tanto dolci. C’è chi lo rinnega, c’è chi addirittura crede che cederlo sarebbe una “soluzione” ai problemi. Addirittura ho letto che Hamsik rende di più quando lui è in panchina. Cancellati quattro anni e cancellate tutte le emozioni che ci ha regalato questo ragazzo. Siamo così, siamo repentini nei giudizi, siamo cattivi contro chi al sol pensiero potrebbe prendere in considerazione altre destinazioni. Nulla è per sempre (a parte qualche sporadica eccezione) nel mondo del calcio ma soprattutto nulla si fa per niente. Al momento veste ancora azzurro, al momento è ancora dalla nostra parte e non è detto che non lo sarà più dal prossimo anno, ponderiamo le parole quindi. Nella vita così come in amore e nel lavoro siamo incanalati su un percorso, variabile, in cui siamo ripetutamente messi d fronte a scelte, e queste amici miei, comportano rinunce.
Alberto Cuomo

5 Commenti

  1. L’importante è che se va via il presidente pretenga tutti i soldi della clausola senza scambi con giocatori e prenda uno molto forte al posto suo. In primis direi G.Rossi anche se ha avuto il secondo infortunio. Per dire come la penso, l’ultima ipotesi dovrebbe essere uno come Giovinco.Ecco,nella peggiore delle ipotesi Giovinco ma non il Vargas di turno etc.
    CHIARO PRESIDENTE?

  2. Ogni anno la solita solfa “il pocho” lo prende questo lo prende quell’altro, e allora….mettessero i soldoni sulla scrivania del presidente, ma nessuno in Italia ha oggi questa possibilita’ di sganciare 32.000.000,00 di euro, sarebbe una nuova finanziaria!!!! e se proprio dovesse andar via cosa che non credo sarebbe un grosso dispiacere…almeno x me, ma nella vita morto un papa se ne fa un altro….o no????

  3. d a una fonte sky si e’ venuti a sapere che lavezzi ha disdetto il fitto per la villa di posillipo…..fate un po voi ma io dico che , riconfermando Pandev e riprendendo quel campione di Insigne, il napoli ci guadagnerebbe molto come assetto in campo e manovra d’attacco…per quanto riguarda lavezzi , comunque , mi dispiacerebbe molto ma il calcio va cosi’….e ricordatevi voi tifosi ma io direi malati…i prossimi idoli fategli vivere la nostra citta’ senza assillarli.

  4. WUALGIùùùùùùùù MA CHE STATE RICENNN ….ma avete dimenticato che senza lavezzi pareva che la squadra nn girasse + come doveva ??? ora che un paio di partite con lui in panca tutto sommato sono andate bene , già lo rinnegate??? …prima di sparare eresie fater girare un po’ quei pochi neuroni che vi sono rimasti nella testa!! uno come lavezzi nn si trova !!!! …salsero mi meraviglio di te , la pensavamo allo stesso modo su tutto tranne che su lavezzi!! e poi voglio dirti Giovinco ultima scelta?? ma l’hai visto quel che sta facendo??? io lo prenderei ad occhi chiusi !! e prenderei pure insigne , l’anno prossimo vogliamo o nn vogliamo sempre 3 competizioni saranno!!!! quindi la rosa meglia averla quanto + importante possibile …o sbaglio??? e ppoi chi se ne frega se unn giorno va in panca 1 e un giorno l’altro!! sempre meglio che far riscaldare la panchina da gente come santana , fiedeleff lucarelli ecc…!!! LAVEZZI NN SI TOCCA!!!

  5. cavanigol …il problema e’ che molti giocatori, con insigne in testa, sono piu’ legati alla carriera e al soldo , che alla maglia azzurra, insomma vogliono giocare e non stare in panchina ecco perche’ aurelio non prende giocatori napoletani di un certo livello…peccato perche’ insigne e’ un predestinato top player. Speriamo che mi sbaglio.

LASCIA UN COMMENTO