GAME OVER: Lazio-Napoli, il giorno dopo. L’analisi di mister Iacobelli

5
64

Nuovo appuntamento con "GAME OVER", la rubrica settimanale di approfondimento ed analisi sull’ultima gara di campionato, curata da mister Agostino Iacobelli per Napolisoccer.NET.
Per la prima volta da quando mi occupo di questa rubrica sono in difficoltà perché non so bene da dove partire. So solo che le due squadre hanno anticipato di 45’ le vacanze pasquali. Vedendo gli altri risultati non so se poi si sia rivelata una scelta azzeccata per tutte e due le squadre.
Mazzarri da parte sua non ha fatto nulla per vincere la partita lasciando in panchina Denis e Cigarini (già decisivi in altre occasioni) ed effettuando un solo cambio (per di più difensivo: Rinaudo per Maggio) che ha dato l’impressione di non voler vincere la gara.
Fra le due squadra la Lazio è quella che ha cambiato di più: Reja ha lasciato in panchina Zarate e Stendardo, proponendo un 3-5-2 diverso dal solito con Dias in mezzo alla difesa; il Napoli si è schierato con l’ormai collaudato 3-4-2-1 che si è rivelato più inefficace del previsto, soprattutto sulle fasce.
La Lazio è partita bene, dominando a centrocampo dove Ledesma ha avuto la meglio su Gargano; il Napoli ha poi commesso il solito errore difensivo che ha spianato la strada (e in questo caso direi un’autostrada) per il colpo di
testa di Floccari. Fortunatamente, poi, una grande invenzione sull’asse Quagliarella-Hamsik ha permesso a Marekiaro di firmare l’ 1-1.
Nella ripresa le due squadre hanno deciso di non farsi male e di dividere l’uovo di Pasqua.
Alla luce delle sconfitte di Palermo e Juve, questo pareggio lascia l’amaro in bocca, perché adesso potremmo parlare di quarto posto e di Champions League centrata. Secondo me, comunque, il 30% di raggiungere i preliminari di Champions del Napoli rimane, così come il 30% del Palermo; diminuisce a 20% la
Juventus quasi ridicolizzata ad Udine, sale a 20% la Sampdoria che a differenza del Napoli non si è accontentata di un buon punto a Verona ( dove tutte le grandi hanno sofferto), ma ha fatto di tutto per sbancare il Bentegodi, e con un Cassano così il Napoli deve cominciare a temere seriamente i blucerchiati.

Agostino Iacobelli per NapoliSoccer.NET

PUBBLICAZIONE PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE: NAPOLISOCCER.NET



5 Commenti

  1. La Samp altro ke essersi accontentata!!!! Il Bentegodi lo ha sbancato x davvero ed ora i preliminari di Champions li vede da vicino + di tutti. Io direi personalmente ke è la squadra maggiormente titolata a raggiungerli a meno di altri favoritismi x la vekkia signora. Cassano & Pazzini faranno la differenzaq da qui al 16 maggio, giorno di kiusura del torneo e giorno in cui gli azzurri dovranno affrontarli in uno scontro diretto ma tra le mura dei blucerkiati…!!! Se il Napoli vuole veramente i preliminari (e la partita cn la Lazio lascia credere l’esatto opposto) dovrà staccare i biglietti x l’Europa dei grandi proprio al Marassi e senza timori reverenziali.

    *Infatti nell’articolo è scritto che a differenza del Napoli la Samp non si è accontentata del punticino*

  2. mi piace molto il commento del mister e condivido tutto soprattutto le nn sostituzioni di qualche elemento …..gargano. cmq puntiamo a lla champion e forza napoli

  3. Ma guardate il calendario della Samp prima di parlare…ha tutte partite DIFFICILISSIME, è l’unica che non andrà di certo in champions. Per me la Samp ha lo 0%, il Palermo il 40% il napoli il 35% e la Juventus il 25% (aiuti compresi).
    Guardate il nostro calendario e ricordate che è rimasto praticamente 1 solo posto!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here