Mazzarri: “La vittoria di oggi è stata una prova di maturità”

7
20

Il tecnico del Napoli, Walter Mazzarri, intervenuto in sala stampa, ha commentato la vittoria degli azzurri sul Catania: “Nel primo tempo abbiamo rischiato anche di sbilanciarci per la voglia di far gol subito. Era la partita più insidiosa che ci potesse capitare ed in più avevamo ventiquattro ora di recupero in meno nelle gambe rispetto a loro. Secondo me oggi è stata una grande prova di maturità ed per questo credo che i ragazzi siano stati ancora più bravi che con la Juventus. Gli allenamenti quando si gioca dopo due giorni non se ne possono fare, così sono andato sulla psicologia ed ho chiesto a chi aveva giocato contro la Juventus di venirmi a dire se si sentivano di rifare la stessa prestazione e se erano stanchi di giocare oggi, ma questa mattina nessuno è venuto e così li ho riconfermati tutti. Sono entrati in campo ed hanno fatto la loro prestazione anche se è stato più difficile fare questa partita che non quella con la Juvnetus. Cannavaro? Al di la di oggi Paolo da quando siamo arrivanti noi sta facendo un campionato strepitoso, ha ritrovato il coraggio e la sicurezza anche per la posizione che gli abbiamo dato nella difesa, riorganizzando il reparto. Merita veramente un plauso. Per quanto riguarda il campo ed il bel tempo c’è da dire che ora anche al San Paolo c’è un manto bello. Noi giochiamo con la palla a terra e non possiamo speculare sula fisicità e sul lancio lungo ed ora mi sembra che stiamo giocando meglio degli altri. Abbiamo sette finali e non voglio pensare ad altro”.
Dall’inviato in sala stampa, Gennaro Gambardella – NapoliSoccer.NET

7 Commenti

  1. fai giocare pure qualche altro, se stavano stanchi e risolvi il problema. Non penso che Cigarini sia più brocco di Gargano nè adesso nè prima, solo che se sbaglia Cigarini te lo appunti, se sbaglia Gargano ti ricordi che qualche volta ha giocato bene. Abbiamo rischiato di perdere nel primo tempo, abbiamo ancora una volta sofferto troppo, non ricordo una partita vinta facilmente.

  2. mister porta in prima squadra signorelli, iuliano e vedrai che campioni che sono! l’anno prossimo, invece mi raccomando porta il genio insigne! tutti quanti parlano di acquisti, ma i campioni ce li abbiamo già in casa.

  3. Mi sono stancato di vedere Gargano sbagliare tutto, anche l’impossibile. sì recupera tanti palloni ma poi li perde tutti, specialmente quando vuole fare Pirlo con le aperture di trenta metri, non è roba per lui. Anche il mister deve capire che senza qualità non si va lontano, poi per carità ci sta che si vinca qualche partita, ma mortificare Cigarini per fargli giocare un quarto d’ora a partita è sconsolante, specialmente per lui.

  4. Bravo mister,lo avevi detto che sarebbe stata difficile proprio perche fosse il catania,squadra mediocre che ai nostri calciatori non avrebbe dato stimoli per vincere.Comunque dagli sempre il massimo degli stimoli e grinta ai nostri perche la maturita non l hanno ancora acquisita purtroppo

  5. x rino o milanese,sono pienamete d’accordo,con te..!! nel mio paese in promozione gioca un calciatore, come gargano stessa altezza, stesso peso. ma molto più veloce, e tecnica sopraffina, non sbaglia un passaggio, grandi punizioni,etc etc, eppure gioca in promo, e garga in serie A ..!! misteri del calcio..!!

  6. rino o milanese……bisogna vedere x chi l’hai scambiato a gargano…..magari ti credevi veramente che doveva fare il totti o il del piero….io non voglio contestare il tuo commento ci mancherebbe ……però questo ormai a napoli è stato marchiato come o’scarzon ra’squadr ……bene …ma come te lo spieghi che ogni anno parecchi incompetenti corvino compreso ..bussano pe’so’piglià??….

LASCIA UN COMMENTO