De Laurentiis in udienza privata dal Papa

1
20

Giornata da ricordare, per Aurelio De Laurentiis. Sospeso tra il calcio, l’impreditoria e il Santo Padre: ieri a Roma, infatti, il presidente del Napoli è stato protagonista di un’udienza privata da papa Ratzinger.
L’incontro Appuntamento particolare, quello in calendario: De Laurentiis ha preso parte a una riunione dell’Unione Industriali di Roma insieme con il presidente della federcalcio, Giancarlo Abete; il presidente della Roma, Rosella Sensi; e il presidente del Frosinone (nonché della Confindustria del Lazio), Maurizio Stirpe.
Tutti svestiti dei gradi calcistici: i quattro imprenditori, infatti, hanno partecipato alla seduta dell’Unione e all’udienza privata dal Papa programmata per l’occasione.
I quattro presidenti hanno anche scambiato qualche battuta sul calcio, ma gli orgamenti del giorno erano ovviamente meno sportivi. La moviola Abete, poi, si è trasferito alla Festa Nazionale dell’Etica nello Sport organizata dal Mecs nella Capitale, e l’argomento Lavezzi è venuto a galla. Per la pecisione, la questione del rigore negato da Banti al Pocho nel corso della sfida con la Fiorentina: «Era calcio di rigore, c’è poco da dire – ha detto il presidente della Figc -: se ci fosse stato un arbitro supplementare sarebe stato concesso, ma Banti in quell’occasione era di spalle al calciatore ed è stato tratto in inganno. Gli è parso, probabilmente, che Lavezzi avesse tirato». E invece, era Felipe a scalciarlo: «Ed è venuto fuori un danno per il Napoli in un’azione determinante – continua Abete -. Lavezzi è stato sfortunato. Penalizzato dalla sua stessa struttura fisica e dal suo modo di giocare: lui cade, si rialza, rimbalza quasi, sguscia e scatta. Quello era un fallo netto, ma io stesso, guardando la partita in televisione, non l’avevo percepito chiaramente a prima vista».

Redazione NapoliSoccer.NETfonte: il mattino

SHARE
Previous articleQui Milanello
Next articleA Castelvolturno arriva Lippi
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.

1 COMMENT

  1. si vabbe trovi sempre la pezza a colori e per il restante delle partite che nn sn poche dove il napoli e stato danneggiato?????????e che la juve invece allo stesso tempo favorita da errori arbitrali in 4 partite consecutive ?????e che il milan anche e stato aiutato a firenze dove a fatto una pessima gara e nn avendo un rigore contro e contro il chievo dove a quest’ultimo gli stato negato un gol sacrosanto cosa dici?????????ma smettetela che siete ridicoli e quell’altro deficiente che vuole abolire il fuorigioco ma staiamo dando i numeri scherziamo o facciamo sul serio?????immagginate che “spettacolo ” e come stare all’oratorio dove tutti corrono dietro una palla oramai qui interessano solo i soldi e basta e finito tutto

LEAVE A REPLY