Mazzarri: “E’ una flessione normale, ora ritroviamo la giusta cattiveria”

19
68

Walter Mazzarri e una situazione delicata. Il tecnico di San Vincenzo non si nasconde, ma non drammatizza. L’analisi è serena: "Parliamo di flessione e non di altro. Insisto che probabilmente è soltanto di risultati, ma era anche inevitabile che arrivasse dopo la grande rincorsa. Abbiamo fatto qualcosa di straordinario, ci siamo abituati pure troppo bene e adesso pensiamo chissà cosa sia successo". Mazzarri vede comunque il bicchiere mezzo pieno: "Le prestazioni e l’atteggiamento della squadra è sempre stato positivo. Questo mi conforta. E’ successo anche a Bologna". Qualcosa – però – è mancato. "Inconsapevolmente abbiamo meno paura dell’avversario perché sappiamo di potercela giocare con tutti. Curiamo meno il particolare e questo può essere negativo. Ne parlerò con la squadra affrontando la questione. Così cercheremo di risolverla. Ho il dovere di farli riflettere. Ritroviamo le motivazioni". Perché bisogna invertire la tendenza: "Speriamo di vincere, è quello che ci è mancato nell’ultimo periodo. Abbiamo collezionato qualche pareggio di troppo quando meritavamo i tre punti". Che è l’obiettivo per la sfida di sabato con la Fiorentina: "Ho finalmente tutto l’organico a disposizione e posso fare le mie valutazioni. Il turnover? Se inteso, come rivoluzione, non ci sarà. Magari qualche scelta tecnico-tattica sì, ma adesso non posso dire nulla. Grava? Vediamo se sarà a disposizione". Nessun indizio, dunque. Anzi, Mazzarri difende la coppia Quagliarella-Lavezzi: "Forse si cercano anche troppo e si condizionano al contrario. Per me i giocatori importanti possono sempre coesistere al di là delle caratteristiche". Il Pocho – però – non sta ancora bene: "Sono valutazioni che sto facendo io. Magari pago dazio ora per esssere ripagato dopo, quando sarà al top. Non riesce ancora a saltare l’uomo, mi auguro ci riuscirà presto. A volte, è decisivo per rompere l’equilibrio. Ricordate Sacchi, Baresi giocava anche al 50%". Mazzarri risponde al mittente la possibilità che molti uomini cardine siano stanchi: "Parliamo di Maggio. L’appannamento ci può anche stare in una-due partite, ma non è questo il momento di toglierlo. Se entriamo nello specifico, a Bologna, Modesto l’ha marcato ad uomo per tutta la gara e non ha fatto malissimo. E’ chiaro – comunque – che adesso è il periodo più delicato delle scelte". La ricetta, dunque, è molto semplice: "Questo periodo passerà, io ne sono convinto. Adesso affrontiamo squadre d’altissimo livello, le motivazioni saranno al massimo, ma non dimentichiamo che non sarà facile". C’è un’Europa da conquistare: "E’ importante arrivare il più in alto possibile, poi è chiaro che se dovessimo riuscirci, cambierebbe la strategia a giugno in fase di mercato. Io non ne ho mai parlato apertamente ma è chiaro che non mi voglio mai accontentare. Il presidente De Laurentiis non me l’ha chiesto apertamente. Ho promesso un’anima e l’impegno totale, questi ingredienti ci hanno consentito di uscire fuori dal tunnel. Adesso siamo al settimo posto a pochi punti dalla zona importante, quindi vorrei un bel clima per continuare ad essere protagonisti".

Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte:Radio Marte Stereo

 



19 Commenti

  1. La dimostrazione che Mazzarri ha il polso della situazione è che comunque da la netta senzazione di sapere dove sono i problemi. Quindi tra non molto torneremo ad ammirare un Napoli piu’ risoluto e piu’ pratico anche sotto la porta avversaria.

  2. Caro Mazzarri, all’inizio della tua venuta a Napoli hai avuto corraggio, includendo tra i titolari tre giocatori inspiegabilmente accantonati da Reja e Donadoni, mi riferisco a Grava, Aronica e Pazienza, ora devi avere altrettanto coraggio di fare accomadare in panchina Lavezzi perchè non si è ripreso per niente dall’infortunio, Quagliarella perchè ha bisogno di un pò di riposo, Hamisik perchè non ci sta con la testa per via del contratto da firmare. Sono certo che saprai chi mettere al loro posto. Di sicuro Cigarini dovra giocare da titolare fino alla fine del campionato. Domenica scorsa lo visto tonico ed attento. Leggi bene le partite che che affronti, nonchè le condizioni del campo e non fare come a Bologna nei primi quindici minuti, ove occorreva richiamare tutti in difesa per via del terreno estremamente scivoloso.

  3. Io dico adesso poche parole è più fatti Mazzarri….lasciamo dietro il passato è pensiamo al presente, bisogna VINCERE è basta, non penso alla champion, ma l’europa league deve essere nostra quest’anno, non ci sono più scuse…..SEMPRE FORZA AZZURRI…!!!

  4. i nostri giocatori di maggiore classe sono stanchi !!! il turn over E’ necessario senza dover necessariamente stravolgere la squadra; Hamsik, Quaglia, Campagnaro, Pazienza e forse Maggio : bisogna avere il coraggio di farli riposare; Mister realizza ciò che hai detto nelle interviste fino a pochi giorni fa e caccia i co#@*^ni che non ti mancano !!!!

  5. @ x tutti
    mazzarri sa cosa fare !!!
    ma propongo uno striscione allo stadio,da esporre ad ogni partita:
    ” presidente compraci SUAREZ ” : è un attaccante uruguaiano di 23anni che milita nell’ajax da 3 stagioni e sta facendo sfracelli..17gol nel campionato 07/08;22 nel 08/09; quest’anno fin’ora ha realizzato 26 gol in 25 partite!!
    quindi proponiamolo al dela assolutamente..prima che il suo cartellino lieviti fino alle stelle!!!

  6. suarez dell’ajax ,andatelo a guardare su youtube ..huntelaar sa quanto è forte perkè è grazie ai suoi assist che nel campionato 07/08 ha fatto 33 gol in 34partite..peraltro nello stesso campionato il medesimo calciatore oltre alla miriade di assist per huntelar ha segnato pure 17 gol…altro che pazzini….uno come suarez deve esser preso …26 gol in 25 partite quest’anno parlano una lingua universale!!!

  7. L’ anno prossimo andranno solo 3 squadre italiane in Champions quindi addio sogni di gloria e pensiamo -giochiamo e vinciamo per andare in
    Europa League!!!!

  8. ragazzi fatemi capire ….noi abbiamo l’esempio di hoffer (non giudicabile x quanto è stato utilizzato) ma il campionato austriaco chè attendibilità ha? badate bene che il campionato olandese ..tolte un paio di squadre è una modesta serie c italiana!!…poi sarò male informato ..ma tanti grandi club europei non mi sembra ca se stann’scannann’pe’so’piglià…o l’aiax vuole una 60ina di mln??

  9. Anche io credo che Mazzarri abbia centrato il problema e son d’accordo con le sue parole quando dice: “Inconsapevolmente abbiamo meno paura dell’avversario perché sappiamo di potercela giocare con tutti. Curiamo meno il particolare e questo può essere negativo. Ne parlerò con la squadra affrontando la questione.
    Frustali a dovere mister e cerchiamo di tornare aggressivi e cattivi come in passato,anche tu Walter!Non farti prendere dalla sindrome di Doadoni!

  10. La colpa non è di Mazzarri ma di un organico mediocre che ha già fatto tanto per quello che è il suo valore intrinseco. Mazzarri ha stravolto ed ha convinto giocatori dal gioco sufficiente a diventare calciatori di medio alto livello (vedi Grava) ma non ci possiamo certo aspettare che li trasformi in giocatori alla Maradona. Effettivamente qualche palo in meno e qualche gol in più ci avrebbero dato una classifica migliore ma, allo stesso tempo, la lusinga della Champions. E’ meglio che pensiamo ad una probabile Europa League che sarebbe già un grande traguardo, visto l’inizio con Donadoni e visto il parco giocatori in possesso delle squadre posizionate in classifica meglio di noi. Forza Napoli e forza (col cuore) Mazzarri che puoi ancora regalarci un grande sogno. Infine una sola cortesia…. BATTIAMO LA RUBJENTUS!!!!!

  11. Credo che il lavoro di Mazzarri si è visto anche a Bologna ,l’aggressivita’ e l’impegno non sono mancati il guaio e’ che la rosa questa è.Se siamo all’apice della forma siamo una squadra che puo’ battere chiunque ma appena questa cala ritorniamo quella che siamo una squadra che per rosa è da ottavo decimo posto.

  12. tony66
    per piacere vai a veder su youtube cosa fa sto ragazzo e poi ne riparliamo….
    tutti i napoletani sognano un calciatore alla messi ,alla c.ronaldo..bene suarez lo è …e nn ho esagerato!…segna di destro,di sinisto ,di testa,inoltre segna su calci piazzati,cosa che a napoli nn vediamo da una vita…ma soprattutto è uomo assist come nessuno.fortissimo nel dribbling,veloce..ha tutto insomma…ragazzi possiamo fare in modo che arrivi a napoli solo con uno striscione allo stadio del tipo:
    “dela compraci SUAREZ”..sperando nn sia troppo tardi!!

  13. D’accordissimo con Alfredo…
    La rosa andava nutrita a gennaio non solo di dossena proprio perchè si sapeva che sarebbe arrivato il calo prima o poi..
    Cmq bisogna avere il coraggio di fare scelte anche dure nei confronti di nomi di spessore come quagliarella, lasciandolo partire dalla panchina pe poi inserirlo in corsa se enis non va, ma denis cmq a prescindere dai gol gioca benissimo il pallone e gioca in modo corale…invece quagliarella non riesce neanche a passare il pallone…….

  14. La colpa e` di Mazzarri perche` questa non e` una flessione momentanea.
    Quando siete stanchi se non riposate e continuate a lavorare non miglioratee soltanto quando vi prendete un riposo che poi potete ripartire freschi. la colpa e` di mazzarri perche` Non ha voluto dare spazio a quelli piu` freschi e ha voluto una rosa ancora piu` corta e adesso con dossena scassato e grava scassato e cannavaro squalificato chi gioca aSinistra?? Zuniga ..poverino perche` non ci mette Maggio a sinistra e poi dice che ha deluso invece di obbligare Zuniga a fare le figure.

  15. @x tutti
    x quest’anno è andata così,dobbiamo cercare solo di fare il possibile fino alla fine !poi si tireranno le somme!!
    il vero problema è che ‘è sempre mancato il pezzo da 90 in realtà!colui che nei momenti d difficoltà può risolvere le gare da solo , uno alla messi ,alla c.ronaldo ,alla ronaldinho…è questo il vero probl.abbiamo 11 ceppi che corrono dietro ad una palla e nessuno che ragiona,nessuno che inventa,nessuno che sappia calciare una punizione (nn ricordo + l’ultimo gol del napoli su punizione )ma ci rendiamo conto o no??….ora basta ..occorre quel pezzo importante ,quel numero 10 che fa la differenza….convinciamo il presidente a prendere sto c di SUAREZ è l’unico vero campione sul mercato..prima che i grandi club europei si scannino per accaparrarselo..in merito mi pare che la juve si sia già mossa..ma si è ancora in tempo!!..dela muovitiiiiiiiiiii…lascia perdere pazzini,costa quanto suarez ma nn vale nemmeno la scarpa sinistra di suarez…!!

  16. salsero no ovviam!!! 🙂
    ma è fortissimo…nn ne esistono altri in giro….facciamo la testa così pure al presidente….!!!….;)..striscione allo stadioooooooooooo x suarez,prima che se lo compri la juve!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here