Tutti i numeri della ventisettesima

0
25

Finalmente ristabilita la parità nel numero delle partite giocate, come di consueto analizziamo i numeri di questa ventisettesima giornata, ottava del girone di ritorno, che si apre con l’anticipo tra Fiorentina e Juventus, due squadre partite con ambizioni grandissime, consolidare il piazzamento Champion’s per la squadra toscana, insidiare l’Inter nella corsa allo scudetto, la Juve. Giocheranno in casa i toscani che con i loro trentacinque punti, sei dai rivali odierni, devono puntare alla vittoria per poter sperare di inserirsi nel folto gruppo delle squadre che aspirano ad un piazzamento europeo e soprattutto ad una continuità mai trovata quest’anno. Nelle ultime cinque giornate i fiorentini hanno totalizzato quattro punti segnato quattro goal ed incassato sette reti. La Juventus, dopo le polemiche per gli aiutini, è tornata la squadra di questa stagione subendo due reti a Palermo, otto punti nelle ultime cinque gare, rigori e sviste compresi.
La Roma sfida il Milan. La striscia di sette vittorie consecutive si è interrotta per i romani, a Napoli, nel pari 2-2. Le due squadre hanno, nelle ultime cinque giornate, cammini paralleli, tredici punti, quattro vittorie ed un pari, dieci reti segnate e quattro subite. In classifica generale è la Roma ad inseguire, a causa di una partenza falsa in campionato, sono tre i punti di distacco, cinquantuno quelli dei capitolini, cinquantaquattro i punti dei milanisti. La Roma non ha ancora mai pareggiato in casa (undici vittorie e due sconfitte).
Il calendario della domenica calcistica si apre con una sfida importante ai fini della lotta per non retrocedere, va a Bergamo, in casa dell’Atalanta, l’Udinese di Marino. Ventuno sono i punti dell’Atalanta, ventisette quelli dell’Udinese che però non ha mai vinto in trasferta, collezionando soltanto quattro pari in tredici gare lontano dal Friuli. Udinese e Atalanta sono rispettivamente terza e quarta peggiore difesa del campionato con i trentanove ed i trentotto goal subiti in ventisei gare, a cui si sommano difficoltà realizzative per entrambe.
Il Bari trova il Chievo al San Nicola. Sembra essere tramontata la favola della squadra pugliese, neopromossa che per buona parte del girone d’andata ha mostrato denti e muscoli anche alle grandi. Una vittoria e quattro sconfitte nelle ultime cinque gare in cui i baresi, che avevano stupito per la forza della loro difesa, hanno subito dodici goal segnandone cinque. Trentacinque i punti del Chievo, trentadue quelli del Bari.
Il Bologna ospita il Napoli. Dalla gara contro i felsinei nel girone d’andata cominciò avventura di Mazzarri. Dieci punti dividono le due formazioni, sono trentuno i punti dei romagnoli, quarantuno quelli dei partenopei che non vincono da cinque gare in cui hanno totalizzato quattro pareggi. Nello stesso periodo, il Bologna ha racimolato otto punti, frutto di due vittorie e due pareggi.
CagliariCatania è la sfida del Sant’Elia. Trentotto punti il Cagliari, ventisette il Catania, che però con Mihajlovic in panca ha giocato undici gare totalizzato diciotto punti (quanto il Napoli nello stesso periodo) e soprattutto blindato una difesa che aveva incassato ventiquattro goal in quindici partite e ne ha subiti solo sette (come l’Inter, uno meno del Napoli) nelle ultime undici gare.
La partita testacoda della settimana vede il Palermo ospitare il Livorno. I siciliani, battendo la Juve al Barbera, sono quarti da soli, mai sconfitti in casa, hanno lasciato sul terreno solo otto punti a causa di quattro pareggi casalinghi, trentuno dei quarantatre punti, la squadra di Delio Rossi, li ha raccolti in casa. Il Livorno ha l’attacco più sterile del campionato, solo diciassette reti, di cui solo sei in trasferta, l’ultimo risultato pieno del Livorno in trasferta è stato conseguito proprio in Sicilia, a Catania il 13 dicembre scorso.
Sembrava destinata ad inanellare una serie di risultati positivi, la Sampdoria (quaranta punti), che con quattro vittorie consecutive era arrivata con prepotenza a chiedere spazio per un posto in Europa, ma un pari e soprattutto la sconfitta con il Parma, ne hanno un po’ ridimensionato le ambizioni. Trova una Lazio (ventisei punti) che ha assoluto bisogno muovere la classifica; la sconfitta del Livorno ad opera del Siena, ha infatti nuociuto ai romani allargando di fatto il numero delle squadre coinvolte nella lotta per non retrocedere.
Il Siena dopo aver sconfitto il Livorno nel derby toscano, trova sul suo cammino un Parma su di giri per il ritorno alla vittoria. I trentatre punti dei ducali non devono far pensare ad una squadra tranquilla, i parmensi nelle ultime dieci gare hanno totalizzato solo cinque punti, tre dei quali nella scorsa giornata. Il Siena, ultimo con i suoi venti punti, non ha nulla da perdere, dovesse riuscire a salvarsi, sarebbe come aver vinto la Champion’s League.
Il posticipo è InterGenoa.  Il miglior attacco del campionato contro la seconda peggior difesa. L’Inter non ha mai perso al Meazza, il Genoa non vince in trasferta da otto gare. Ha cinquantotto punti l’Inter contro i trentotto dei grifoni.

Il tabellino completo:
Fiorentina – Juventus   oggi: ore 18:30
Roma – Milan   oggi: ore 20:45
Atalanta – Udinese
Bari – Chievo
Bologna – Napoli
Cagliari – Catania
Palermo – Livorno
Sampdoria – Lazio
Siena – Parma
Inter – Genoa   domani ore20:45

Domenico Infante – Redazione Napolisoccer.NET

LASCIA UN COMMENTO