Prandelli: “Napoli buona squadra, non sarà facile ma ho fiducia”

0
18

Nonostante i tanti impegni e le molte assenze la Fiorentina si presentera’ domani sera a Napoli come sempre con le migliori intenzioni per continuare da protagonista la corsa per un posto in Champions League. ”Abbiamo diversi infortunati ma cio’ non frena la nostra voglia di fare risultato – afferma Cesare Prandelli – Sappiamo che non sara’ facile ma ho fiducia”. Numerose le insidie e il tecnico mette in guardia: ”Il Napoli – osserva – e’ una buona squadra, ha perso immeritatamente con la Juve ma e’ in salute, con giocatori molto interessanti come Lavezzi, Hamsik, Blasi che peraltro ben conosciamo, e un allenatore, Reja, di grande serieta’ e professionalita”’. Insomma la Fiorentina, attesa domani all’11/a gara in poco piu’ di 30 giorni, dovra’ stare attenta e controbattere con le sue armi migliori. ”Dovremo giocare da squadra, corti, ordinati, lucidi, cercando come sempre di mantenere un buon equilibrio tattico”. Cosa che alla Fiorentina, finora, e’ sempre ben riuscito in campionato come in Europa, anche per questo non ha mai sofferto troppo le assenze che di volta in volta aveva: ”Mi auguro sia cosi’ anche domani” dice Prandelli che dovra’ rinunciare per almeno tre settimane al suo miglior difensore centrale, Alessandro Gamberini. Il disappunto e’ palpabile: ”Dispiace perche’ sta facendo un campionato straordinario e dovevamo fare un po’ piu’ di prevenzione. Anche il ragazzo doveva occuparsi maggiormente di se stesso seguendo un lavoro particolare. Vorra’ dire che ci servira’ da monito per il futuro”. A Napoli mancheranno inoltre Jorgensen, Santana e ancora Semioli che, al contrario di Mutu che ha recuperato in tempi rapidi, e’ sempre fermo ai box: ”Spero di riaverlo sabato” mormora il tecnico che ha pure Gobbi squalificato (ma riavra’ disponibile Osvaldo) e non ha convocato Vieri. ”Bobo dopo la gara col Torino ha avuto una forte influenza – spiega – e da allora ha perso un po’ di condizione. Ma l’orgoglio del campione lo aiutera’. Resta a Firenze per prepararsi per la gara con la Lazio, per sabato lo voglio pronto e pimpante”. Domani Prandelli, che tra i 19 convocati ha voluto pure il giovane primavera Diakhate’ (maglia numero 35), si affidera’ ovviamente ai pilastri Frey (che tocchera’ le 100 partite in maglia viola) e Mutu reduce da un brillante rientro contrassegnato da un gol e un assist: ”All’andata Lavezzi, giocatore che farebbe comodo a qualsiasi squadra, ci mise molto in difficolta’ con la sua velocita’ e la sua classe. Spero che Adrian faccia lo stesso domani”. Il romeno sosterra’ in attacco il confermato Pazzini (”Sono felice che col Genoa abbia segnato”) mentre a destra c’e’ ballottaggio fra Papa Waigo e Osvaldo. Torna tra i convocati Cacia dopo l’impiego in Primavera; in difesa rientreranno Dainelli e Pasqual, a centrocampo Donadel dovrebbe inizialmente avvicendare Liverani reduce da uno stop per infortunio e non ancora in grado reggere tre gare intere in sette giorni.
Fonte: ANSA

LASCIA UN COMMENTO