Italia cuore e orgoglio, Canavosio piega la Scozia

0
18

Mirco Bergamasco, autore di 11 punti contro la Scozia. AnsaROMA, 27 febbraio 2010 – Eccola la nostra vittoria! L’Italia batte la Scozia e allontana lo spettro del Cucchiaio di Legno con una partita di intensità emotiva incredibile fino all’ultimo secondo. Vincono il cuore e la generosità. Siamo a 2 punti e la Scozia si arrende per la quinta volta contro di noi.

mirco preciso — Gara intesa fin dal via: dopo un paio di fiammate azzurre gli scozzesi ci attaccano giocando alla mano, ma l’Italia risponde con grinta e si porta anche lei giocando alla mano nella metà campo rivale. All’11’ Castrogiovanni si guadagna un calcio in una ruck ad appena 18 metri dai pali e Mirco Bergamasco piazza il 3-0. L’Italia tiene il campo e nonostante qualche piccolo errore costringe i rivali a giocare al limite della regolarità. Fiammata di Mauro Bergamasco al 13’, dopo che Perugini ruba un pallone in una ruck e col calcetto costringe i rivali alla touche nei loro 22 metri. L’Italia vince la rimessa, Geldenhuys prova a sfondare, si forma un raggruppamento e gli scozzesi commettono un fallo a pochi metri dai pali. Mirco calcia facile: siamo 6-0 per noi.

arrembaggio scozia — Scozia arrembante al 20’: touche vinta nei nostri 22, Cusiter guadagna 5 metri e lascia l’ovale a Barclay che è fermato a due metri dalla linea. Prova a sfondare Murray e nel raggruppamento ecco il nostro primo errore, con un fuorigioco di posizione e poi il fallo di Ghiraldini. Parks calcia per il 6-3. L’Italia sbaglia tanto nei passaggi e nei calci tattici. Rubiamo tre palloni in due minuti, ma li riconsegniamo agli avversari. Proviamo ad avanzare coi calcetti di spostamento e a sorpresa scopriamo un Castrogiovanni che non è mica male.

parks, errore decisivo — Gli scozzesi bucano a ripetizione la nostra linea di difesa, ma teniamo botta. La capitolazione, però, arriva al 32’: tenuto a terra e calcio da sinistra. Parks non perdona, ristabilendo la parità. Non riusciamo a guadagnare metri: lui, Parks, ci sposta sempre indietro di 30 metri. Brivido azzurro al 35’: Cusiter sfonda la nostra linea dopo una touche, ma per fortuna il passaggio a Morrison per andare in meta è in avanti. Mischia a 5 metri dalla nostra linea di meta. Il Flaminio è una bolgia, il ruggito dei tifosi accompagna una mischia decisiva. Calcione di Gower, Southwell recupera e la Scozia con tre passaggi arriva quasi in meta. Bravo Zanni a fermare Evans, poi nella ruck erroraccio di Sole, calcio a destra. Parks va col piede. E’ il 39’: errore. L’Italia salva il pareggio nel primo tempo.

Canavosio in fuga verso la meta decisiva. Lapressemeta sventata — L’Italia riparte subito forte nella ripresa e dopo un’azione di sfondamento di Zanni, Kellock placca Mirco Bergamasco in fuorigioco. Calcio: Mirco piazza per il 9-6. La Scozia reagisce furiosa e ci mette in crisi. La palla viaggia veloce da sinistra a destra e Jacobsen all’8’ sfonda entrando oltre la linea di meta, ma Mirco Bergamasco riesce a mettere la mano sotto l’ovale: salvi. Ma non basta. Una, due, tre fasi, li teniamo a 5 metri. E alla fine un drop di Parks vale il 9-9. L’Italia si alza in piedi e attacca furiosa, spinta dal Flaminio, con un’azione alla mano bellissima quanto improduttiva per un passaggio in avanti di Garcia. Fiammata al 24’: ancora Garcia a Canale, Mirco vola a sinistra, calcetto a seguire ma la Scozia fa buona guardia e Southwell ci riporta 30 metri indietro. Sull’azione seguente mani in ruck Gower e calcio a da 35 metri: Parks porta in vantaggio gli scozzesi.

canale fa, canavosio finisce — Ma che Italia subito dopo! Attacchiamo, tre fasi, palla a Masi che sfonda, lascia a Canale, ruck, Canavosio raccoglie e scappa fin dentro i pali: meta! E siamo 14-12. Mirco trasforma: 16-12 a poco più di dieci minuti alla fine del match. Cambiano gli uomini del pack per entrambe le squadre. La Scozia spinge disperatamente con una maul e arriva sulla linea di meta. Il gruppo crolla e l’Italia si salva in extremis con Gower e Ghiraldini che mettono la mano sotto l’ovale. Mischia a 5 metri. La perdiamo, la palla balla pericolosamente sulla linea, la ruba Masi che, pressato, la lascia a McLean che scappa e calcia in touche nella loro metà campo. La partita diventa intensissima. La Scozia sta perdendo la partita dell’anno e non ci sta.

resistenza — Siamo a 5 minuti dalla fine: raggruppamento a metà campo, fallo scozzese, Gower calcia da 40 metri: non va. Ma l’Italia tiene. C’è una vittoria preziosa da salvare. E spingiamo con una serie di pick and go che fanno impazzire gli scozzesi affamati di palloni da giocare. Finché a 2 minuti dalla fine non facciamo fallo in avanzamento. Calcio scozzese nella loro metà campo. E’ l’ultima azione possibile. Il pubblico scandisce il cronometro. Basta rubar palla e buttarla fuori. Mauro Bergamasco la ruba, calcia, ma non esce! Un delirio. Flaminio in apnea. E alla fine un fallo scozzese chiude la contesa. Vittoria! Troncon è il primo a entrare in campo come un indemoniato. Ciao ciao Cucchiaio di Legno.

Il tabellino
ITALIA-SCOZIA 16-12 (Primo tempo: 6-6)

MARCATORI: p.t. 12’ c.p. Mi. Bergamasco (I), 15’ c.p. Mi. Bergamasco (I), 20’ c.p. Parks (S), 32’ c.p. Parks (S). S.t.: 2’ c.p. Mi. Bergamasco (I), 12’ drop Parks (S), 25’ c.p.Parks (S), 27’ m. Canavosio (I) tr. Mi. Bergamasco (I).

ITALIA: McLean; Masi, Canale, Garcia (32’ s.t. Robertson), Mi. Bergamasco; Gower, Tebaldi (13’ s.t. Canavosio); Zanni, Ma. Bergamasco, Sole; Bortolami (32’ s.t. Del Fava), Geldenhuys; Castrogiovanni, Ghiraldini (34’ s.t. Ongaro), Perugini (32’ s.t. Aguero). All.: Mallett.

SCOZIA: Southwell; Danielli (25’ s.t. DeLuca), Evans, Morrison, S. Lamont; Parks, Cusiter (15’ s.t. Blair); Beattie (15’ s.t. Strokosch), Barclay, Brown; Kellock, Hamilton (32’ s.t. Hines); Murray (32’ s.t. Dickinson), Ford, Jacobsen (34’ s.t. Murray). All.: Robinson.

ARBITRO: Dave Pearson (Ing).

NOTE: spett. 32.784. Calci: Italia 4/5 (Mi. Bergamasco 4/4, p.11, Gower 0/1, p. 0) Scozia 4/5 (Parks 4/5 p. 12, con un drop) . Gialli: nessuno. Uomo del match: Parks (Scozia). Miglior marcatore: Parks (Scozia) 12 punti.

Fonte e foto: gazzetta.it

Condividi
Articolo precedenteNapoli-Roma: la lista dei convocati dai due tecnici
Prossimo articoloLuminare italo-belga in visita a Castelvolturno
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

LASCIA UN COMMENTO