Hamsik: “Con la Roma non abbiamo mai vinto, questa è la volta buona”

10
91

"Inter e Chelsea mi vogliono? La settimana prossima incontro la società per il rinnovo del contratto, non vedo l’ora di firmare"
Il centrocampista del Napoli, Marek Hamsik, intervenuto ai microfoni di Marte Sport Live ha rilasciato alcuen dichiarazioni, in vista della prossima gara con la Roma, l’unica big che nella gestione De Laurentiis gli azzurri non hanno ancora battuto: "Due pareggi all’Olimpico, due sconfitte al San Paolo".
I conti non tornano: "Adesso dobbiamo provarci, sarà difficile".
Hamsik non si fida di una Roma incerottata: "Lotta per lo scudetto, ha grandi valori, De Rossi è un campione assoluto e la gara va preparata alla perfezione".
Il Napoli ha un solo imperativo: "Serve la vittoria, ci manca da tanto".
Magari con un golletto di Hamsik, a digiuno da 72 giorni: "Ho fame". E’ un periodo un po’ così: "Gira male, ho almeno due o tre occasioni in ogni partita, ma la palla non entra. Ho fatti tanti gol in avvio, poi mi sono fermato, devo migliorare in questo senso". La ‘maledizione’, insomma, va spezzata. Magari con l’apporto di Lavezzi: "Il Pocho è fondamentale per noi. Siamo contenti che sia tornato a disposizione".
Avanti così, insomma. Marek prenota la gemma. Magari da dedicare al figlio Christian: "Ho un tatuaggio con il suo nome. La vita da papà è fantastica. La notte – però – si dorme tranquilli. Io, Martina e Christian". Domenica, invece, dovrà essere sveglio e carico: "Mi piacerebbe sbloccarmi, ma conta che il Napoli conquisti i tre punti, solo così possiamo restare nel gruppo delle squadre che lottano per la Champions". Hamsik ha già pronto il ‘voto’ per il quarto posto: "Mi faccio la cresta azzurra". Che ormai è il suo colore. Nonostante la corte di big del calibro di Inter e Chelsea: "Fanno piacere questi attestati di stima, ma io sono tranquillissimo. Devo incontrarmi la settimana prossima con la società per il rinnovo del contratto. Non vedo l’ora di firmare". Perché il binomio è indissolubile. "Porterò in alto la bandiera del Napoli anche ai Mondiali. Il 24 giugno affronterò l’Italia, speriamo ci siano tanti compagni di squadra. Sarebbe molto bello".
Redazione NapoliSoccer.NET – Intervista realizzata da Radio Marte



10 Commenti

  1. la cresta azzurra io l’ho già ordinata e me la metterò (anche se ho quasi 50 anni)finchè morte non ci separi un solo grido: forza Napoli e vai marekiaro, infilati sta bella lupacchiotta.

  2. Marek sempre al Napoli, ma con i napoletani “tifosi veri” e non con quelli che ti fanno sentire grandi perchè sono contro lo Stato e anche contro chi lealmente affronta la giornata di lavoro con sudore e voglia di fare qualcosa e costruire qualcosa per tanta gente.
    Grazie Marek ,se è vero che vuoi restare a Napoli fallo pure, rinunciando magari a tanti soldini(alla corte di Moratti e Ab…Chelsea) ,che non ti daranno la gioia e il piacere di giocare e vivere in una città con tanti problemi, ma anche unica al mondo.
    Ti raccomando domenica il gol dedicalo a tuo figlio(anche lui per sempre un napoletano verace), ma senza togliere la maglietta.

  3. marek é simbolo di valori,
    Ha un’ educazione rara e ricca.
    Poi dipenderà dal tirchio De Laurentis e dai giocatori che comprerà….
    Puo solo migliorare avendo 22 primavere soltanto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here