Di Fusco: “Questa squadra mi ricorda il ‘mio’ Napoli”

6
24

Napoli sogna la Champions e per Raffaele Di Fusco non è una sorpresa. In particolare, non rappresentano una sorpresa le prestazioni di Gianluca Grava: “Ogni giocatore del Sud sente la maglia del Napoli in maniera particolare”, spiega l’ex portiere azzurro a Marte Sport Live. “Il grande merito di Mazzarri è stato quello di rivalutare giocatori persi, poco utilizzati e quindi senza fiducia in se stessi. È fondamentale aver recuperato quei calciatori come lo stesso Grava, Pazienza o Aronica che si stanno rivelando molto preziosi. In serie A se non si possiede una panchina lunga e di qualità non si va da nessuna parte”. È un Napoli che corre, ha sprint, e che sembra in grado di marciare a tappe forzate verso la vetta: “La fase primaverile è quella che maggiormente incide sulla condizione dei calciatori”, continua Di Fusco, che ora fa il preparatore dei portieri alla Pro Patria. “Il Napoli per caratteristiche ha la velocità nelle gambe, se mantiene questi ritmi arriverà fino alla fine”. Ottimo il giudizio su De Sanctis: “Sapevo che sarebbe venuto fuori alla grande. All’inizio ha vissuto alcune difficoltà, non va dimenticato che non è facile fare il portiere a Napoli ed avere alle spalle un’istituzione come Iezzo”. Di Fusco è ottimista sul match di Siena: “C’è una differenza enorme tra Napoli e Siena dal punto di vista tecnico. Questa squadra mi ricorda il Napoli dei miei tempi. Non ci deve far paura nessuno”.
 

Fonte: Radio Marte

6 Commenti

  1. “al napoli non deve far paura nessuno”detto da di fusco.non è presunzione ma tutte anche le grandi le dobbiamo affrontare con la convinzione dei propi mezzi e cercando di fare la partita,cosa che il napoli puo fare

  2. il napoli ha letteralmente stracciato la presetuosa inter. su questo non ci piove.
    se la suadra lombarda recrimina un mancato rigore allora èinutile discuitere di calcio con “.loro” mourigno? chi è costui? bho….

  3. io mi accontento anche di questo napoli con una differenza… col numero 9 un certo Bruno Giordano… o esagerando un certo Antonio Careca.. non perchè ce l’ho con Denis… poveraccio si fa in quattro x la squadra…. che ne pensi Mazzafranco??

  4. x tony si denis si fa in 4,torna spesso a difendere persino in aria per sfruttare le famose ripartenze,pero cosi facendo per la sua stazza arriva stanco e non lucido e non vede la porta

LASCIA UN COMMENTO