Lavezzi sulla strada del Siena

6
20

L’argentino è pronto e ieri si è allenato da solo. Mazzarri frena ma crede nel suo rientro.  E’ in prima fila, scatta e sgomita il Pocho: Siena è l’obiettivo, la squadra con la maglia a strisce bianconere è l’avversario contro il quale Lavezzi vuole rientrare per giocare, dopo più di un mese di digiuno. L’infortunio è ormai alle spalle. Ha saltato l’Inter a malincuore e adesso non vuole più mancare. Restare fuori gli provoca ansie e tormenti, mentre i suoi compagni si battono per il traguardo europeo della Champions. Insomma rivederlo in campo per trascinare la prima linea del Napoli è cosa fatta, anche se la decisione definitiva e ufficiale sul suo ritorno in squadra e sul suo impiego al pronti via, scaturirà da un vertice tra Mazzarri, il preparatore atletico e il responsabile dei servizi sanitari del club azzurro, il dottor De Nicola, sabato prossimo dopo l’ultimo allenamento in sede, prima della partenza per la Toscana. Il Pocho per guarire tra l’altro dal mal di gol che affligge la squadra del cuore, dopo tre partite senza reti, un handicap che va risolto con i suoi assist per Quagliarella, Denis e gli altri compagni. Lavezzi si sa non è un bomber, le sue caratteristiche sono diverse: ama spaziare in lungo e in largo, alla sua maniera, senza una metà precisa, ma è tale il suo movimento con accelerazioni improvvise e inaspettate da mandare in frantumi i sistemi difensivi degli avversari, liberando i colleghi alla conclusione.
Dal suo rientro a Napoli dall’Argentina, nella domenica in cui gli azzurri giocavano in trasferta a Udine, il Pocho si è sottoposto ad un programma di recupero forzato, svolgendo il lavoro quotidiano da solo e con il gruppo: palestra e campo, quasi una preparazione totale come quella che si sostiene in precampionato. Mazzarri che aveva rinunciato a lui contro l’Inter, adesso vuole affidarsi a lui per dare spessore al volatone finale della stagione: «Lavezzi si è allenato perfino lunedì sotto la guida del preparatore. Sta bene ed ha voglia di giocare. Ora come ora è candidato a riprendersi la sua maglia domenica a Siena, ma non vogliamo compromettere nulla da qui alla fine del campionato», in altre parole il Napoli si affida al Pocho per andare in Europa, anzi in Champions.

Redazione Napolisoccer.NETfonte: leggo

6 Commenti

LASCIA UN COMMENTO