Marino: “Mourinho dovrebbe rispettare di più”

8
20

L’ex dg azzurro, Pierpaolo Marino, in un editoriale per TMW, ha commentato le dichiarazioni del dopo Napoli-Inter rilasciate da Mourinho: "Domenica sera ero ospite della trasmissione "Controcampo" ed ho avuto modo di assistere, in diretta dagli studi di Mediaset, alla "sorprendente" intervista di Mourinho, al termine di Napoli-Inter. In genere, le dichiarazioni degli allenatori, alla fine delle partite, servono, principalmente, a commentare la prestazione della propria compagine, quella degli avversari, nonché gli episodi più importanti della gara. Mi aspettavo, quindi, che Mourinho ci parlasse della prova dell’Inter e, magari, si dichiarasse soddisfatto del punto conquistato a Napoli, in una partita che per i nerazzurri era stata durissima, tanto che avevano dovuto far ricorso a tutte le riserve di energie tecniche, atletiche ed agonistiche per uscirne indenni. Non dimentichiamo che, da quando il Napoli è ritornato in Serie A, l’Inter aveva sempre perso al "San Paolo". Ciò sia sotto la guida tecnica di Mancini che con lo stesso Mourinho. Mi aspettavo, quindi, che il tecnico interista commentasse con soddisfazione il punto conquistato a Napoli. Ero convinto anche che, considerata la bella partita disputata dagli uomini di Mazzarri, elogiasse, sportivamente, anche la prestazione degli avversari. Il monologo di un Josè Mourinho, chiaramente scuro in volto, come se l’Inter avesse perso la partita, mi ha letteralmente lasciato impietrito. Mi sono ritornate in mente le immagini della partita dell’andata, che, personalmente, mi costò molto cara; condizionata irreparabilmente nel suo andamento da un gol in netto fuorigioco di Diego Milito. Ormai, vado convincendomi sempre più che lo Special One domini la scena delle interviste, con un’offensiva ironia, prendendoci tutti per i fondelli. Si esprime in un linguaggio fatto di ermetici monosillabi che è la brutta copia del "Violese", a suo tempo genialmente coniato dal mai abbastanza compianto mio ex Presidente, Dino Viola. Così facendo, vuol far crederci che, ai danni dell’Inter, è in atto un complotto, ordito non si sa da quali maldestri mandanti, così mal riuscito da aver sortito l’effetto di aver portato i nerazzurri al primo posto in classifica, con una voragine di punti di distacco dai diretti avversari. Così Mourinho si prende anche gioco di Rosetti e di tutti gli arbitri italiani, dichiarando che il "fischietto" di Torino ne ha fatte più di Bertoldo, commettendo grossolani errori sull’autostrada Bari-Napoli. Poi però, a sorpresa, lo definisce il miglior arbitro italiano. Figuriamoci, allora, cosa pensa di tutti gli altri. Caro Mourinho, come si dice a Napoli: "Ca’ nisciuno è fesso!". Qualche volta può capitare anche alla sua grandissima squadra, di essere messa sotto dall’avversario, com’è successo domenica sera al San Paolo. In casi come questi, nel dopopartita, cerchi di parlare di calcio e non di fantasmi. Ci spieghi, cortesemente, le difficoltà tecniche che hanno incontrato i suoi calciatori nel corso della gara. Poi, sportivamente, in qualche occasione, non tralasci anche di elogiare la prova degli avversari. Lei è così bravo nel suo mestiere e la sua squadra è così forte, che non ha bisogno di paventare presunti complotti e torti arbitrali, prendendosi gioco dell’intelligenza degli altri. Tutto ciò, per evitare di commentare la prestazione un po’ sotto tono della Sua squadra. Piuttosto, preferisco che ci parli chiaramente e ci dica chi sono i mandanti di questo complotto, così ci facciamo una bella risata. Caro Mourinho, Lei che, da più parti, è definito anche un "comunicatore" oltre che un ottimo allenatore, si ricordi che i vincitori sono sempre antipatici. Se, poi, si lamentano pure…".

Fonte: tuttomercatoweb.com

Condividi
Articolo precedenteNapoli-Roma, divieto di trasferta ai romanisti
Prossimo articoloNapoli-Roma: il 17 febbraio inizia la prevendita
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

8 Commenti

  1. Ha perfettamente ragione sig Marino ,ma chi si crede di essere questo portoghese.
    Pensa sempre che lui ne capisce di calcio e gli altri niente.Con quella squadra che si ritrova saprei vincere anch’io.In Italia solamente,perche’ in campo internaziopnale niente ha vinto Mancini e per il momento niente neanche lui. Mou datti una regolata,l’Inter non è stata mai amata,ma neanche tanto odiata…

  2. l’inter è forte solo a livello nazionale, poi a livello internazionale è una squadra di b! infatti nn a caso esce sempre da questa competizione prendendo sempre quattro schiaffi! e sono sicuro che neanche questa volta avrà scampo! poi mourinho viene definito special one, ma di che! ha vinto una champions con il porto in maniera casuale e molto fortunata, come si dice a napoli co mazz! ha allenato squadre come chelsea ecc che possono vincere anche con il magazziniere allenatore ecc! quindi caro mou datti all’ippica tu e tutta l’inter xchè se tu 6 special, allora capello, ancelotti, ferguson, benitez, lippi ec che sono! quindi zitto e taci portoghese dei miei stivali e porta rispetto a dela che ha le palle e nn è un pecorone come il tuo presidente moratti che si fa minacciare da te, dai calciatori e dagli stessi agenti e tifosi!

  3. mouuu è solo un couu……o rotto che ha trovato mouuratti che gli dà un sacco di soldi solo per vendere aria fritta prima e dopo le partite!!!!!!!
    vedremo contro Ancelotti che fine farà e quali scuse troverà!!!!!!!
    un consiglio a mouuuuu vai a Lourds a ringraziare per il couu……..o che hai, perchè non sei nessuno!!!!!!!!! fidati!!!!!!!!!!!!!

  4. Grazie Marino ha trovato belle parole senza offendere nessuno. Una bella lezione di stile al sig. Mourinho, che se ne frega di tutti gli italiani, Moratti compreso, visto che allena una squadra di fenomeni internazionali.
    Con questi elementi, anche mio nipote di 10 anni(minorenne) potrebbe decidere la formazione da mandare in campo ogni domenica, magari con Baresi (maggiorenne)in panchina.

  5. gaspare professionalmente posso anche condividere ..ma quando si entra in una societa’ nu’ppuo’ trasi’ e sicc e ppo’ te vuo’ metter e chiatt(lo so chiatto lo e’ gia’ di suo) devi anche capire che sei un dipendente seppure bravo!! a napoli non sono arrivati diversi ottimi giocatori proprio xche’ ha voluto fare di testa sua..ti risulta anche a te??

  6. Il sig, Mourinho s’è risentito non per il rigore o per cose tecniche ma semplicementen perchè il nostro Presidentissimo ha detto che non cambierebbe lui con Mazzarri, Avrebbe potuto uscirne dicendo semplicemente che il Napoli non se lo può pemettere visto l’ingaggio e nessuno avrebbe potuto dire nulla INFATTI A PARITà DI MERITI è OVVIO CHE PER CIò CHE SI VEDE PER DE LAURENTIS è MEGLIO MAZZARRI, invece s’è voluto rendere antipatico e complicarsi la vita altro che comunicatore.
    Forza Napoli

LASCIA UN COMMENTO