Ecco come la Juventus ha riagganciato il Napoli in classifica

17
95

"Nessuno da’ una mano agli arbitri" aveva esclamato il presidente dell’Aia, Marcello Nicchi, ma gli arbitri la stanno danno alla Juventus, stando a quello che si è visto nelle ultime giornate di campionato.
Senza andare troppo indietro nel tempo, ma limitandoci ad analizzare solo quello che si è visto in queste ultime tre giornate di campionato possiamo affermare, senza ombra di dubbio, che 9 punti tra il Napoli e la Juventus sono frutto di errori arbitrali.
Senza polemiche o piagnistei ripercorriamo gli episodi di queste ultime giornate:
22a giornata:
Juventus-Lazio 1-1, l’arbitro è Saccani.

Al 23′ della ripresa l’abritro fischia un rigore assolutamente inesistente per i bianconeri. Del Piero mette male il piede destro che scivola e gli fa perdere l’equilibrio nel momento in cui cerca di tirare, accanto c’è Diakite che assiste allo scivolone dello juventino. Saccani fischia il rigore e per di più ammonisce lo stupefatto Diakite. Clamoroso!! Poco prima Del Piero aveva simulato in area di rigore laziale, Saccani invece di ammonirlo si limita solo a redarguirlo. Graziato anche Felipe Melo che in tre minuti commete due falli da ammonizione, l’arbitro lo ammonisce una sola volta. Da segnalare anche un fuorigioco inesistente fischiato a Zarate che invece era tenuto in gioco da Grygera.
Mano degli arbitri: +1 punto per la Juventus

Napoli-Genoa 0-0, l’arbitro è Morganti
Al 6’ del primo tempo Dainelli travolge Quagliarella in area mettendogli il braccio sulla spalla: il fallo è netto ed evidente. L’arbitro lascia proseguire tra le proteste di tutto il San Paolo.
Al 18’ Criscito commette fallo su Maggio, ma l’esterno del Napoli con un gran colpo da terra riesce a dare la palla a Gargano che si invola verso la porta del Genoa. Morganti anzichè dare il vantaggio fischia la punizione. Il San Paolo per poco non viene giù!
La gara prosegue con una direzione alquanto discutibile, con giocatori che dovrebbero essere ammoniti, come Rossi, per un brutto fallo da dietro su  Gargano ad inizio ripresa che viene invece graziato.
Al 19’ del secondo tempo un altro rigore viene negato al Napoli. Cross dalla sinistra di Hamsik, la palla viene nettamente deviata in area con un braccio da Dainelli, vanificando l’azione dei partenopei.
Mano degli arbitri: -2 punti per il Napoli

23a giornata:
Udinese-Napoli, l’arbitro è Damato
Nel primo tempo Damato concede un rigore alquanto generoso all’Udinese per una trattenuta di Maggio su Asamoah. Le braccia dell’esterno del Napoli sono appogiate sul corpo del friulano, che non aggancia il pallone e si lascia cadere. Il rigore seppur generoso ci può stare ma l’ammonizione di Maggio no. Da evidenziare che l’azione scaturisce da un clamoroso errore dell’arbitro che non vede Di Natale controllare una palla che era già uscita in fallo laterale. Il rigore viene realizzato dallo stesso Di Natale (che ribadice in rete dopo la parata di De Sanctis), ma andrebbe ripetuto. In area ci sono almeno 7 giocatori prima del tiro. Il Napoli pareggia con Maggio, l’azione è viziata da una millimetrica posizione di off side di Denis.
Veniamo all’errore clamoroso che ha condizionato tutta la gara. Siamo verso la fine del primo tempo quando Quagliarella con un colpo di testa prende la traversa. Sull’azione che ne consegue Maggio viene colpito in area da Isla e cade. Il rigore è netto, si vede infatti lo scarpino destro di Isla che si piega all’insù impattando sulla caviglia sinistra di Maggio. L’arbitro invece ammonisce il giocatore del Napoli per simulazione e lo espelle per doppio giallo. Il Napoli avrebbe potuto rientrare negli spogliatoi per l’intervallo in undici ed in vantaggio per 2-1 e invece deve affrontare il secondo tempo in dieci uomini e con un rigore nettissimo negato grazie alla clamorosa svista di Damato! Il direttore di gara completa la saga degli errori con un’altra svista quando alla fine del secondo tempo per un brutto fallo su Quagliarella ammonisce Inler anzichè Lukovic che era già ammonito. Nei minuti di recupero l’Udinese riesce ad andare in rete per due volte battendo gli azzurri per 3-1. Gli errori di Damato sono così gravi che condizionano una gara che il Napoli avrebbe potuto e dovuto vincere.
Mano degli arbitri: -3 punti al Napoli

Livorno-Juventus 1-1, l’arbitro è Brighi
I bianconeri sono stto di un gol quando al 42′ la Juventus perviene al pareggio. Il gol è viziato da fuorigioco: Legrottaglie che realizza è oltre al momento della punizione di Diego.
Mano degli arbitri: +1 punto alla Juventus

24a gioranta:
Juventus-Genoa, l’arbitro è Mazzoleni
Siamo sul 2-2. Contatto molto dubbio tra Papastathopoulos e Del Piero lanciato in profondità. Il capitano della Juventus cade in area ma il fallo, ammesso che ci sia, è nettamente fuori area. Per l’arbitro è rigore! Del Piero realizza e la Juve vince 3-2.
Mano degli arbitri: +2 punti alla Juventus

Tirando le somme:
+ 4 punti alla Juventus
– 5 punti al Napoli

In sole tre giornate di campionato gli errori arbitrali hanno fatto svanire ben 9 punti di differenza tra Napoli e Juventus. Senza questi errori la classifica direbbe:
Napoli, punti 43 punti
Juventus, 34 punti
con i bianconeri lontanissimi dalla zona champions. Una qualificazione che vale tanti milioni di euro!

Redazione NapoliSoccer.NET



17 Commenti

  1. A tutto il mondo calcistico!! Ho una notizia scoop…!!!! Sono riuscito a conoscere, finalmente, la vera formazione della Juve m…, è la seguente:
    CELI, TAGLIAVENTO, MORGANTI, VELOTTO, TREFOLONI, TOZZI, MAZZOLENI, BERGONZI, DE MARCO, ROSETTI, AYROLDI.
    Allenatore COLLINA.

  2. Presidente se e’ un uomo parli dei poteri nel calcio anche al costo di dimettersi,,, noi tifosi non possiamo considerare un calcio corrotto… mi dispiace per tutta quella gente che va ancora allo stadio sperando nella sportivita’…

  3. scusate ma non si potrebbe fare una petizione chiedendo albitri stranieri oppure cercando di proporre una divisione netta da parte dell’ aia dalla lega italiana,oppure organizzare una classifica a punti anche per gl’albitri aspetto risposte per possibili confronti di idee qui ci si lamenta ma non si cerca mai un’alternativa.

  4. Credo che nel campionato italiano di calcio… le posizioni in classifica vanno in base a quanto uno ci mette di denaro… se l’inter mette 100 il milan 90 e la juve pure… come sara’ possibile che una squadra del calibro del napoli possa competere per giunta anche del sud… credo che si arrivi anche a firmare determinati contratti affinche’ nessuno possa recriminare in seguito… e tutto quel che ne esce nel dopo partita serve solo ad alimentare trasmissioni sportive e stampa… In questo il nostro presidente credo che ne sappia molto…

  5. ragazzi secondo me tutti questi torti arbitrali e anche colpa del presidente xchè si è messo molte volte contro il palazzo forse oggi qualcuno glielo avrà detto visto che hanno deciso la linea del silenzio,questo però non voglio giustificare gli errori arbitrali ormai mi accodo con alcuni commenti di altri tifosi del napoli cioè che ormai il calcio è corrotto e non vale la pena più di fare abbonamenti sia alla pay tv che quelli allo stadio. salve a tutti. w lo sport pulito e forza napoli

  6. Basta con le chiacchere, passiamo ai fatti. Stasera sarà una gara dura, l’importante per il Napoli è resistere almeno venti minuti, poi non è detto che dobbiamo perdere per forza… salvo qualche svista di Rosetti e C.
    Forza Napoli, mettiamoci grinta e animo, perchè fino ad oggi nessuno ci ha regalato niente e i punti che abbiamo in classifica sono reali e meritati sul campo da undici/dodici leoni affamati.

  7. E lo schifo continua De piero rigoreeeeeeeee. La Rubentus deve stare in champions ata capit e bast!!! Le leggi non si cambiano. Estatv zitt!!! Pur a Rom O Milan. I ch schiffffffffffffffffffffff. Napoli mi sembra una napolicchia così. FCorza Napoliiii. Pure De Laurentis è stato zittito e ch MAfiaaaaaa

  8. io stesera nn vedro la partita del napoli tanto orami nn ci sn piu dubbi e tutto gia scritto quindi ne vale la pena stare davanti ad un televisore o ad uno stadio facendosi venire un infarto per la tua squadra quando e gia tutto scritto????per quanto mi riguarda de laurentis puo’ anche ritirare il napoli dal campionato buona serata…………………..

  9. raga ma che dite! ancora ci credete: dobbiamo mettere l anima,pobbiamo lottare in campo etc,quando gli altri vincono le partite senza nemmeno sudare,ma ci siete o lo fate.Io ne ero gia convinto che il calcio era un bisness accordato ad inizio campionato.Io se fossi nei nostri calciatori altro che mettere l anima,grinta,altro che a me verrebbero a mancare le forze la voglia e la convinzione

  10. e non finisce qui….. fidatevi….. oggi si è toccato il fondo con la juve falli non sanzionati con il cartellino . e poi il solito tuffo carpiato del grande professionista (nei tuffi) alex del piero.
    domenica a udine 4 tifosi hanno fatto casino fuori dallo stadio e se ne parlato all’infinito , oggi a torino i tifosi della juve dopo il goal del genoa hanno tirato petardi e bomba carta contro i tifosi del genoa mandando un poliziotto al cto di torino.
    naturalmente la partita è andata avanti come se nulla fosse e naturalmente il giudice sportivo darà alla juve una multa di 5 mila euro…….ma se succedeva a napoli erano dolori…..è una vergogna.

  11. bravo enzo da vinovo, tifoso in terra d’altri, sono 40 che vedo partite di calcio, è sempre la stessa storia, ma i giornalisti non si accorgono di niente. Ma quale buonafede?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here