Zanetti: “Il Napoli è un avversario da rispettare”

2
58

Il capitano dell’Inter Javier Zanetti, in un’intervista concessa a Il Mattino, ha parlato della sfida di domani sera con il Napoli: "Arriviamo al San Paolo da primi in classifica, con la volontà di mantenere inalterato il vantaggio e convinti di fare risultato. Siamo consapevoli che il Napoli è avversario da rispettare moltissimo e da affrontare con grande umiltà: ha qualità, calciatori importanti, organizzazione, entusiasmo e un popolo, quello dei tifosi, che spinge sempre la squadra. Del San Paolo mi ha sempre incantato l’atmosfera: quei colori, quei rumori.
Sui tre argentini che giocano nel Napoli, Zanetti ha spiegato: "Ottimi calciatori e in crescita costante. Lavezzi è Lavezzi – si legge su Il Mattino – nel senso che oramai è conosciuto: ha talento, forza, rapidità, senso del gol. Attaccante completo, di quelli che infiammano il pubblico. Anche Denis e Campagnaro, seppure in modo diverso, sono cresciuti: magari di loro si parla meno, ma sono forti. Diego ha dato un contributo importante. In Argentina questa è la città italiana più conosciuta. Due realtà distante con un’anima molto simile: i napoletani vivono di cuore, come la maggior parte degli argentini"
"Mazzarri ha dato un contributo importante sotto l’aspetto tattico ed emotivo. Sono arrivati i risultati ed è migliorata la condizione. Non scendiamo mai in campo pensando che ci possano regalare i tre punti. Dobbiamo rispettare il Napoli ed essere tatticamente equilibrati e compatti: gli azzurri, quando ripartono in velocità, possono far male a tutti".
Sulle polemiche sugli arbitri Zanetti risponde: "A turno ci lamentiamo un po’ tutti. A Udine non sono mancati certamente episodi dubbi, come non erano mancati in Inter-Milan o Bari-Inter. I dirigenti del Napoli hanno abbassato i toni, dimostrando intelligenza e senso di responsabilità"
Redazione NapoliSoccer.NET – Intervista tratta da Il Mattino in edicola oggi.



2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here