Gianni Di Marzio: “Con Lavezzi il colpaccio sarebbe possibile”

0
100

"Il Napoli avrebbe potuto migliorare il suo potenziale tecnico per difendere il quarto posto"
Nel corso di Amore… Azzurro, programma sportivo in onda ogni sabato dalle 11.00 alle 12.30 su Radio Amore, è intervenuto l’ex allenatore azzurro, Gianni Di Marzio. Ecco alcuni passaggi dell’intervista:“Il mercato di riparazione? Sicuramente al Napoli sarebbe servito un centrocampista di qualità e fisico davanti alla difesa per dare maggiore consistenza alla squadra, magari, si poteva provare a prendere Ledesma. Poi, forse, si poteva prendere anche un attaccante di razza. Leggevo stamattina che Mazzarri ha dichiarato che il Napoli aveva pensato a Pandev, ma che poi l’ex attaccante biancoceleste non è arrivato per ragioni di bilancio. Il Napoli avrebbe potuto migliorare il suo potenziale tecnico per difendere il quarto posto ed approfittare della crisi dei bianconeri. La chiave tattica per battere l’Inter? I nerazzurri in Italia non hanno rivali. E’ una squadra forte sia da un punto di vista delle individualità tecniche che atletiche, forse, sul piano del gioco non è ancora il massimo. Ha un attacco straordinario e non bisogna lasciare spazio alle punte nerazzurre. Bisogna evitare di concedere a campioni come Milito, gli stessi spazzi concessi sette gironi or sono a Di Natale. Tuttavia, se il Napoli punta sull’aggressività e sulla rapidità, senza distrazioni potrebbe fare il colpaccio, soprattutto, se dovesse ritornare Lavezzi. Il Palermo? I rosanero hanno una società molto forte alle spalle. Conosco Zamparini, è uno che se deve investire non si crea problemi. Ora attraversano un ottimo momento, ma a lungo andare, non credo che riescano ad avere quella continuità mostrata, finora, da quando è arrivato Delio Rossi. Il Napoli cerca uno dei centrocampisti dell’Udinese? Il Napoli avrebbe bisogno di uno come D’Agostino davanti alla difesa, ma io prenderei anche un incursore come Asamoah. Chi mi sta deludendo moltissimo quest’anno è Inler, su cui non investirei. Cigarini? E’ un giocatore di qualità, è un geometra del centrocampo, ma non è un elemento geniale e fantasioso, oltretutto da un punto di fisico non so se è adatto ad una grande squadra. Forse, l’ingente somma investita per l’ex centrocampista dell’Atalanta, poteva essere spesa meglio. Pazienza, invece, dà equilibrio alla squadra tamponando e raddoppiando sugli avversari. E’ fondamentale, oltretutto, in fase d’interdizione. Inter distratta dalla Champions? Mourinho ha dimostrato di essere un grande allenatore. E’ un vincente che ha scritto della pagine importanti nella storia del calcio internazionale. Oltretutto, l’Inter annovera nel suo organico grandi campioni che vivono alla giornata. Perché i nerazzurri non vincono in Europa? Innanzitutto, in Europa ci sono tante squadre importanti. Poi, ad esempio, club come Il Liverpool e d il Manchester sono società che programmano il futuro, inserendo solo due o tre pedine all’anno per colmare le lacune evidenziate. Infine, Eto’o escluso, nell’Inter ci sono grandissimi giocatori, ma nessuno ha mai vinto nulla a livello internazionale. Un pronostico per domani sera? Dico 1/X, se gioca Lavezzi il colpaccio è possibile”.
Redazione NapoliSoccer.NET – Intervista a cura della redazione di sportiva di Radio Amore Campania



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here