Tutti i numeri della ventiquattresima

0
39

Si è aperta ancora prima del solito, la ventiquattresima giornata, con un anticipo degli anticipi, in cui il Milan ha battuto l’Udinese per tre reti a due. I milanesi vanno così a quarantacinque punti in classifica e devono in ogni caso recuperare la gara con la Fiorentina che a dicembre non fu giocata causa neve.
Il primo dei due anticipi del sabato è RomaPalermo. La Roma è lanciata alla conquista di un posto Champion’s e, nelle ultime dieci gare ha totalizzato ventisei dei suoi quarantaquattro punti. Anche il Palermo è in risalita, e nello stesso periodo ha totalizzato venti dei suoi trentasette punti. La Roma non perde da tredici turni.
La Sampdoria ospita la Fiorentina al Ferraris e vorrà confermare il ciclo avviato con le ultime tre vittorie consecutive che hanno permesso ai doriani di passare dal tredicesimo al sesto posto in classifica. La Fiorentina, solo dieci punti nelle ultime dieci gare, di cui solo uno nelle ultime tre, è in piena crisi di risultati. Il buon gioco mostrato contro la Roma, che pure ha prodotto solo una sconfitta, lascerebbe pensare che i toscani possano tirarsi su a breve, ma una nuova batosta potrebbe minare la fiducia della squadra.
Il Bari va a Cagliari nella gara che apre il turno domenicale della ventiquattresima giornata. Sono diciotto, i punti che i sardi hanno totalizzato in undici partite casalinghe, e rappresentano poco più della metà del totale (trentadue, come il Bari). Il Bari è squadra casalinga, i pugliesi infatti hanno totalizzato solo otto punti lontano dal San Nicola, con una sola vittoria (18 ottobre 2009) e cinque pareggi su dodici partite.
Il Catania attende l’Atalanta al Massimino. Con Mihajlovic in panca (ultime otto giornate) il Catania ha abbandonato l’ultima posizione totalizzando ben quattordici punti (erano solo nove nelle prime quindici giornate) e si è portato al quartultimo posto, a ventitre punti in coabitazione con il Livorno. Penultimi, ma con la classifica corta sono solo tre i punti che dividono le due formazioni, l’Atalanta con Bortolo Mutti ha totalizzato sette punti nelle ultime cinque gare (tre trasferte e due in casa) ottenendo risultato pieno in casa ed un solo pari nelle tre trasferte.
Il Chievo ospita il Siena. Ventinove i punti dei clivensi, quasi egualmente distribuiti tra gare interne e trasferte, solo tredici quelli dei toscani che, hanno una sola vittoria in trasferta (Cagliari, 30 agosto 2009). La difesa senese ha subito quarantasei reti in ventitre gare, due di media a partita.
Hanno entrambe trentacinque punti, Juventus e Genoa e la partita è di quelle importanti. Lo stop del Napoli (fermato dall’Udinese e dall’arbitraggio scandaloso di Damato) e la concomitanza della sfida del San Paolo, potrebbe permettere ad una delle due di agganciare i partenopei. L’ultima vittoria della Juve in casa risale al 5 dicembre 2009, l’ultima trasferta vittoriosa dei genoani addirittura al 4 ottobre 2009.
LivornoBologna è gara che vale doppio. Ventitre sono i punti dei labronici, venticinque quelli dei felsinei. Entrambe le squadre hanno subito finora trentuno punti, ma l’attacco del Livorno è fortemente improduttivo: sono solo quindici, infatti, i goal realizzati dai toscani finora, contro i ventiquattro dei bolognesi.
ParmaLazio è gara dai molti significati. Il Parma, splendida sorpresa del girone d’andata, non vince da sei gare nelle quali ha totalizzato solo un pari, subendo undici reti e realizzandone solo tre, alle medie attuali, i ventinove punti in classifica potrebbero non bastare a tenere i parmensi lontano dalle paludi della lotta per rimanere in serie A. Ancora peggio è messa la Lazio, che è in piena zona B, terz’ultima a due punti dalla penultima e ad un punto dalla coppia Livorno e Catania.
La Lazio, che ha cambiato allenatore in settimana chiamando Edy Reja a sostituire Ballardini, ha vinto in trasferta solo all’esordio in campionato, a Chievo, il 30 agosto 2009. Da allora solo sei pari e quattro sconfitte.
NapoliInter è la sfida clou della giornata, degna chiusura della ventiquattresima. Al San Paolo si prospetta il tutto esaurito. Il Napoli, zero sconfitte in casa, vanta la migliore difesa casalinga con sette reti subite (come Parma e Sampdoria) ed ospita la squadra capolista, quella che vanta il miglior attacco assoluto (quarantotto reti, due in media a partita, di cui ventuno in trasferta), e la migliore difesa in campo esterno, i nerazzurri hanno incassato solo otto reti in trasferta. Il Napoli non subisce goal al San Paolo da trecentoottantasette minuti.   

Il tabellino completo

Milan – Udinese (già disputata) 3-2
Roma – Palermo oggi ore 18
Sampdoria – Fiorentina oggi ore 20:45
Cagliari – Bari
Catania –Atalanta
Chievo – Siena
Juventus – Genoa
Livorno – Bologna
Parma – Lazio
Napoli – Inter domani ore 20:40

Domenico Infante – Redazione Napolisoccer.NET
 

LASCIA UN COMMENTO