Protesta di 14 parlamentari contro i torti arbitrali avuti dal Napoli

19
77

Gli arbitri penalizzano la Società Sportiva Calcio Napoli. Lo sostengono 14 parlamentari campani, di maggioranza ed opposizione, che protestano contro i «comportamenti arbitrali a danno della squadra», in seguito al’ultimo match Udinese-Napoli. Firmano la nota di protesta Costantino Boffa, Gioacchino Alfano, Luisa Bossa, Massimo Calearo Ciman, Giuseppina Castiello, Bruno Cesario, Luigi Cesaro, Pasquale Ciriello, Marcello Di Caterina, Maurizio Iapicca, Gaetano Nastri, Luigi Nicolais, Salvatore Piccolo e Marcello Taglialatela.
I parlamentari sollecitano i vertici della FIGC, Lega Calcio, il designatore arbitrale Pierluigi Collina, l’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive e il comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive ad «assumere decisioni immediate tese a garantire la tutela di una squadra e di una società che rappresentano un patrimonio sportivo, economico e di valori che deve essere salvaguardato e difeso». «Quanto accaduto domenica scorsa nel corso del match di campionato tra l’Udinese ed il Napoli – si legge nella nota di protesta – rappresenta l’ennesimo episodio di condotta arbitrale sfavorevole ai danni della squadra partenopea. Le discutibili ed incredibili decisioni dell’arbitro Damato hanno certamente determinato l’esito sfavorevole dell’incontro per il Napoli che, seppur in inferiorità numerica, ha condotto una buona partita che meritava di vincere». «Non è la prima volta – continuano – che scelte arbitrali dimostratesi poi errate incidono significativamente sull’esito di una gara del Napoli, e non è più possibile assistere impassibili a tali deplorevoli condotte assunte da direttori di gara anche di levatura internazionale». «Gli episodi non sono purtroppo isolati, ed è difficile – si legge ancora – a questo punto aggrapparsi solo alla casualità, visto che le scelte arbitrali, a senso unico, danneggiano sempre la stessa squadra e molti ormai si interrogano sull’esistenza di un atteggiamento di preclusione esistente in alcuni ambienti che governano il calcio nei confronti del Napoli». «Oltre al danno di immagine ed alla delusione arrecata alla città di Napoli ed ai suoi tifosi che numerosissimi seguono le sorti della squadra – aggiungono -, c’è da registrare il danno economico per la società che ha investito diversi milioni di euro per allestire una squadra competitiva. L’eventuale piazzamento nelle prime posizioni della classifica, sempre più ostacolato dalle suddette scelte arbitrali, permetterebbe infatti al Napoli di accedere ai premi messi a disposizione delle prime squadre europee dalla Uefa».
I tifosi napoletani sono infine «privati del diritto di seguire la propria squadra in trasferta, per colpa del comportamento delinquenziale di pochissimi facinorosi, che nulla hanno a che vedere con la ben nota sportività della tifoseria partenopea». «Non dovranno essere – concludono – nè i tifosi nè la società a pagare le conseguenze di questi gesti scellerati bensì i singoli colpevoli degli episodi che si sono registrati ad Udine».

Fonte: Ansa



19 Commenti

  1. Ecco, ci voleva proprio una cosa del genere; a nome di tanti tifosi del Napoli ringrazio i Parlamentari e li incito a far pressione sui vertici della Federazione Italiana Gioco Calcio affinchè si possa arrivare a decidere di far entrare la moviola in campo!!! Chiediamo solo che il campo dia verdetti giusti, a favore o contro di noi. Che possa sempre vincere la squadra che ha dimostrato più valore in campo.
    Forza Napoli SEMPRE

  2. Sono del parere che i politici, soprattutto Napoletani, debbano occuparsi d’altro!! CCA’ STAMM NGUAIAT!!

    Ma mi fa piacere lo stesso questo comunicato!! Segno che finalmente il Napoli comincia a farsi sentire dopo non aver battuto ciglio nemmeno dinanzi ad un fallimento deciso a tavolino!!

  3. Caxxo siete proprio incredibili, vi lamentate che nessuno difende o tuteli Napoli ed il Napoli, poi quando lo fanno avete pure il coraggio di lamentarvi? E chi vi capisce!?

  4. Ma come chiunque vuol far parte dellla causa napoli è bene accetto sempre soprattutto se sono persone di rilievo!!!! Comunque non serve a niente c’è troppa sfacciataggine e impunibilità! Chi ha il potere comanda le sorti e il gioco, chi vince e deve perdere!!! è MAFIA LEGALIZZATA è uno schifo totale. Forza napoli!!!! Anche se mi sento oramai mortificato e schiaffeggiato. Prima o poi si alzerà un’altro polverono m ache comunque come calciopoli solo polverone rimarrà e ritorna tutto come prim ama con l’amarezza che la mafia capitalista anche nel calcio non si può scalfire

  5. tv spazzatura sky con tutti i suoi diciamo tra virgolette giornalisti non mettevano in risalto la sportività di Grava che andava a soccorrere l’avversario ma la vigliaccaggine di quel giocatore che andava a trafiggere alle spalle il Napoli

  6. Ma perchè sparate sentenze a vuoto?
    Hanno espresso un loro parere a nostro favore e criticate pure???
    Può darsi che chi deve ascoltare questa volta ascolti…e potremmo avere finalmente giustizia.

  7. Sarebbe meglio se si occupassero di problemi reali del paese. Io amo il napoli ma provate a farvi sentire per problemi SERI di Napoli.

    Cari Costantino Boffa, Gioacchino Alfano, Luisa Bossa, Massimo Calearo Ciman, Giuseppina Castiello, Bruno Cesario, Luigi Cesaro, Pasquale Ciriello, Marcello Di Caterina, Maurizio Iapicca, Gaetano Nastri, Luigi Nicolais, Salvatore Piccolo e Marcello Taglialatela se vi mancano esempi posso dirvene qualcuno:
    DISOCCUPAZIONE, FIAT DI POMIGLIANO, IMMONDIZIA, SMALTIMENTO DI BAGNOLI, METROPOLITANA…vado avanti? E dai !!! Dove stavanno questi quando si parla di queste cose?

  8. Di tutto quello che hanno detto, ha di rilevante solo 1 pezzo:
    “I tifosi napoletani sono infine «privati del diritto di seguire la propria squadra in trasferta, per colpa del comportamento delinquenziale di pochissimi facinorosi, che nulla hanno a che vedere con la ben nota sportività della tifoseria partenopea»”.

  9. Sono arrivato al punto di pensare questo:ok,eliminiamo il complotto del palazzo(non il palazzo,anche se un po di tritolo non guasterebbe)cosa diavolo rimane contro di noi?L’antipatia degli arbitri verso di noi?no!non credo.Allora l’unica risposta possibile:una coscienza(incoscienza) collettiva che tende a negare la juve fuori dall’europa e una anonima squadretta di centroclassifica(senza soldi,20/30 ml persi),questo non è possibile per una signora(tro*a) squadra ormai bene o male simbolo del calcio italiano,Conclusione: ha ragione Dela;abbiamo bisogno di un pò di tempo e costanza per entrare nel giro.no a meteore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here