La Premier League come “Avatar”. A Londra debuttano le partite in 3D

2
44

Dal 4-3-3 al 3D, il futuro del calcio è stereoscopico: oggi in nove pub di Gran Bretagna e Irlanda la supersfida tra Arsenal e Manchester United è stata trasmessa in versione tridimensionale. Una novità assoluta, una prima mondiale destinata a rivoluzionare non solo il calcio ma tutto lo sport in tv.

Spettatore-attore immerso nell’atmosfera agonistica. Un modo nuovo per vivere, anche da casa, gli eventi sportivi. Reso possibile dalle tecnologie di BSkyB che ha scelto una classica della Premier League per tenere a battesimo il primo test-esperimento (ne seguiranno altri fino ad aprile). Per ora limitato ad un pubblico ristretto (circa 400 spettatori sparsi nei locali di Londra, Manchester, Cardiff, Edinburgo e Dublino), e dotato di occhialini speciali per seguire l’incontro come mai prima d’ora. In tre dimensioni, appunto. Dal bancone del pub con l’illusione di essere sugli spalti dell’Emirates stadium. Di più. Non in tribuna ma direttamente in campo.

Poche settimane dopo l’uscita di "Avatar" il colossal di James Cameron che ha stravolto i canoni cinematografici, lo sport annulla il ritardo e regala a milioni di spettatori in tutto il mondo un posto in prima fila, addirittura in campo, "dal vivo". Anticipazione della televisione del domani, sempre più interattiva e realistica. Che consente di "assistere" a gol, passaggi, contrasti. Con esatta precisione, definizione in HD, una visione «spettacolare e palpitante», secondo il giudizio dei pochi fortunati che hanno già sperimentato la tecnologia. «L’effetto è impressionante – il giudizio di Steve, tifoso dell’Arsenal -. Sembra di essere a tre metri dal pallone. Non immaginavo nulla di simile. Peccato solo che il debutto del calcio in 3D sia coinciso con la sconfitta dell’Arsenal. Era una partita storica, non dovevamo perderla».

Anche Johnathan, che ha seguito la sconfitta dei suoi gunners nel pub Elk di Fulham, è rimasto colpito: «La qualità delle immagini è semplicemente perfetta. Mai visto nulla di simile. Avevo visto Avatar al cinema ma una partita diventa ancora più spettacolare». L’unica preoccupazione di Katie è che ora i tifosi, abituati troppo bene dal calcio tridimensionale, finiscano per disertare gli stadi: «È talmente realistica che sembra di essere in tribuna». Dopo il calcio, settimana prossima sarà la volta del rugby tridimensionale: in occasione del debutto dell’Inghilterra nel Sei Nazioni contro il Galles, 40 cinema in Gran Bretagna trasmetteranno l’incontro in 3D. «Non c’è da stupirsi che lo sport in tv vada in questa direzione – ha spiegato Jeremy Darroch, direttore generale di BSkyB -. Da anni se ne parla e ora finalmente abbiamo la tecnologia per realizzarlo. Vogliamo innovare e regalare ai nostri abbonati il miglior prodotto possibile. È una giornata speciale».

Fonte: lastampa.it
 



2 Commenti

  1. La questione delle partite al cinema l’ho sempre pensata. A prescindere dal 3d.

    Cmq va bene tutta questa innovazione… Ma speriamo che non arrivino al punto di svuotare gli stadi perchè a quel punto sarebbe veramente la fine del calcio!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here