Calcio: Proiettile e minacce per la dirigenza della Juventus

2
112

Una lettera con un proiettile e delle minacce nei confronti della dirigenza della Juventus e’ stata recapitata questo pomeriggio alla sede della Gazzetta dello Sport, a Milano. La lettera porta come mittente un gruppo di tifosi bianconeri. Nella busta giunta in via Solferino c’erano, secondo quanto riferito dalla polizia, un proiettile a salve da 8 millimetri, cromato, e una lettera con minacce. Inoltre c’e’ un riferimento alle indiscrezioni sulla nomina di Guido Rossi – affermato avvocato d’affari ma uomo di dichiarata fede nerazzurra che era commissario straordinario della Figc quando la Juventus fu condannata alla serie B – a consulente della Ifil, la finanziaria che controlla il club bianconero. Proteste, in questo senso, erano gia’ apparse di recente sul sito della tifoseria bianconera ‘Giulemanidallajuve’.
Fonte: ANSA



2 Commenti

  1. Comunicato Stampa Associazione GiulemanidallaJuve:

    In data odierna alcuni organi di stampa hanno accostato il nome della nostra Associazione al deprecabile invio di una lettera minatoria alla dirigenza della Juventus.

    La nostra Associazione disdegna queste incivili forme di dissenso. Per tale principio sono state avviate, fin dall’estate 2006, innumerevoli iniziative legali attraverso gli strumenti offerti dalla Giustizia Italiana ed Europea.

    GiùlemanidallaJuve ha operato, fin dalla sua nascita, nel pieno rispetto della legalità e del diritto. A tal proposito diffidiamo gli autori di questi pur sottili accostamenti dal proseguire in questa opera surrettiziamente diffamatoria. In difetto si adirà l’autorità giudiziaria.

    Giuseppe Belviso
    Associazione GiùlemanidallaJuve

  2. Juventino dalla nascita credo che questa dirigenza sia come un cancro in metastasi difficile o forse impossibile da operare!!! Oramai è tutto chiaro! Come lascia comprendere il grande Luciano Moggi nel suo “Un calcio nel cuore” questa odiosa proprietà è corresponsabile dell’umiliazione subita da milioni di tifosi a cui è stato rubato il cuore. Moggi & c. erano divenuti un pericolo perché stavano scalando la società. Meglio la B e riprendersi la società, facendo un patto scellerato con gli aguzzini interisti. Personalmente disdegno il proiettile inviato alla gazzetta. Sarebbe stato assai più utile in mezzo agli occhi di Lapo e di tutti i porci che ci hanno offeso e rubato la fede. Spero che questa dirigenza venga cacciata a calci nel culo e che la società venga acquistata da qualche magnate che ridia onore a tutti noi e soprattutto a chi come l’Avvocato e il dottor Umberto ci credevano. E poi qualcuno deve riaprire questo processo farsa e oltre a restituirci i titoli sudati sul campo deve ridare la dignità ad un grande uomo come Luciano Moggi. VERGOGNA!!! E’ ora che i tifosi veri facciano capire a lorsignori che sono INDESIDERATI!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here