Tutti i numeri della ventunesima

0
34

La ventunesima giornata si apre con CataniaParma. Gli etnei con Mihajlovich in panchina hanno disputato cinque gare totalizzando sette punti da due vittorie ed un pareggio, le ultima cinque gare del Parma hanno visto la squadra di Guidolin scendere dal quarto al nono posto, in virtù di soli quattro punti da un pari ed una vittoria.
Il secondo anticipo è la partitissima di Torino, JuventusRoma. Sono diversi i motivi di curiosità intorno a questa gara, la Juventus infatti ha raccolto nelle ultime cinque partite solo tre punti, da una vittoria e ben quattro sconfitte, la Roma nello stesso periodo ha messo in granaio undici punti, più di due punti a partita. La debacle bianconera di questo periodo passa per le dieci reti subite (due a gara) e le quattro segnate (meno di una a partita). Una sconfitta juventina porterebbe la squadra capitolina dell’ex Ranieri a cinque punti di vantaggio e metterebbe ulteriormente in crisi la panchina di Ciro Ferrara.
BolognaBari è la prima delle gare della domenica, almeno in ordine alfabetico, i padroni di casa stazionano dall’inizio della stagione ai limiti della zona retrocessione, senza esservi tuttavia mai entrati. Sono reduci, come il Bari, dal recupero infrasettimanale della gara rinviata per neve (entrambe le squadre hanno pareggiato).Il pari tra Bologna ed Atalanta ha consentito ai felsinei di  raggiungere Lazio ed Udinese (che deve ancora recuperare un turno) a venti punti al quindicesimo posto in graduatoria. La squadra di Ventura, invece, con i suoi ventinove punti ha raggiunto il Parma al nono posto.
GenoaAtalanta è scontro incrociato tra le altre due squadre che in settimana sono state impegnate nel recupero della diciassettesima. Il Genoa occupa la dodicesima posizione a ventisette punti, ma nelle ultime cinque gare, i grifoni, hanno totalizzato solo quattro punti, cosa che è costata alla squadra del presidente Preziosi sei posizioni in classifica. L’Atalanta con Bortolo Mutti ha migliorato la sua classifica, ma rimane in una zona pericolosamente vicina all’abisso.
La Lazio ospita il Chievo. La squadra della capitale ha venti punti in classifica ed occupa la quindicesima posizione insieme ad Udinese e Bologna. In casa la squadra di Ballardini ha messo insieme dodici punti subendo dieci reti e segnandone altrettante. Il Chievo è squadra corsara che ha accumulato tredici dei suoi ventisette punti nelle dieci trasferte fin qui disputate, pur uscendo sconfitta dalle ultime due trasferte. La Lazio ha vinto le ultime due partite casalinghe.
Il Napoli giocherà al San Paolo contro il Livorno in piena emergenza infortuni e squalifiche.
Il Napoli ha inanellato tredici gare senza sconfitte in campionato con Mazzarri, sette vittorie, sei pari che valgono ventisette dei trentaquattro punti totali degli azzurri ed il quarto posto in classifica. Ottimo lavoro è pure quello di Cosmi che al Livorno ha portato diciotto punti in dodici gare. Il Livorno con Cosmi non ha mai pareggiato (mentre prima di Cosmi non aveva mai vinto). Dalla nona sono sei le vittorie di cui solo due in trasferta e sei le sconfitte.  
Il Palermo aspetta la Fiorentina. La squadra siciliana dopo il cambio di allenatore ha blindato la difesa (tre goal subiti nelle ultime sette gare, uno solo in casa) ed aggiustato gli equilibri tattici (tre vittorie in altrettante gare casalinghe con Rossi in panchina) il che ha permesso al Palermo di superare di un punto la Fiorentina (che però deve ancora recuperare la gara della diciassettesima), trentuno Palermo, trenta Fiorentina.
SienaCagliari vede i toscani ultimi in classifica (dodici punti), con la peggiore difesa (quarantuno goal subiti di cui sedici in casa, contro i sardi, settimi a trenta punti in condominio con la Fiorentina che, come la Fiorentina, devono recuperare ancora una partita.
Al Friuli l’Udinese incontra la Sampdoria. Due delusioni a confronto: i friulani hanno realizzato solo due punti nelle ultime cinque gare, segnando solo tre reti e subendone sette; occupano la quindicesima piazza a venti punti, con Lazio e Bologna ma devono recuperare una partita. Nella Sampdoria, invece è entrato in crisi il rapporto con Cassano, e Del Neri ha deciso di non schierare il fantasista barese, i doriani nelle ultime cinque gare hanno totalizzato tre punti, da tre pareggi, incassato sei reti realizzandone la metà. La Sampdoria ha ventisette punti in classifica.
La ventunesima (seconda di ritorno) si chiude con il consueto posticipo domenicale, per l’occasione il derby di Milano.
L’Inter (quarantesei punti, primato in classifica, mai sconfitta in casa) trova il Milan di Leonardo, che dopo una partenza stentata ha trovato i suoi equilibri ed ora (con i suoi quaranta punti ed una partita da recuperare) incalza i nerazzurri da presso. Una vittoria dei rossoneri, potrebbe potenzialmente portarli a pari punti con i cugini interisti.

Il tabellino completo:
Catania – Parma – oggi  – 18.00 –
Juventus – Roma – oggi  – 20.45 –  
Bologna – Bari – domani  – 15.00 –  
Genoa – Atalanta – domani  – 15.00 –  
Lazio – ChievoVerona – domani  – 15.00 – 
Livorno – Napoli – domani  – 15.00 –  
Palermo – Fiorentina – domani  – 15.00
Siena – Cagliari – domani  – 15.00 –  
Udinese – Sampdoria – domani  – 15.00 –  
Inter – Milan – domani  – 20.45 –

Domenico Infante – Redazione Napolisoccer.NET

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here