Reja: “D’ora in poi saranno tutte finali”

0
58

RejaAlla vigilia dell’attesissima sfida di Torino tra Juventus e Napoli il tecnico Edy Reja ha rilasciato un’intervista pubblicata sul sito ufficiale del club azzurro.
"E’ arrivato il momento di raccogliere quanti più punti sarà possibile".
Voglia di sicurezza o voglia di stupire ancora? Probabilmente un po’ l’una e un po’ l’altra. Il Napoli cavalca il guado. In cima al Grand Canyon della salvezza e alle pendici delle zone più nobili. Edy Reja dà la frustata per lanciare l’ultima curva prima del rettilineo finale. 
Juve-Napoli: storie, tradizione, suggestioni. Qual è lo stato d’animo verso la classicissima? "Una cosa è certa: andiamo a Torino a giocarcela. Vorrei un Napoli aggressivo. Ci vorrà chiaramente il piglio giusto sin dall’inizio, non dovremo lasciare a loro l’iniziativa e dovremo interpretare la partita con grande intensità. Ma niente pretattiche o barricate. Questo Napoli cerca il risultato attraverso la manovra ed il gioco. E’ la nostra filosofia che stiamo esprimendo sin dall’inizio della stagione e che continueremo a perseguire".
Senza Zalayeta da oggi in poi cosa cambierà per il suo Napoli? "Chi va in campo dà sempre il massimo. Ed anche in questa occasione sarà così. Abbiamo una rosa competitiva e di qualità. La riprova si è avuta soprattutto in quest’ultimo periodo quando abbiamo dovuto fronteggiare infortuni e squalifiche. E nonostante tutto abbiamo raccolto punti. Chi ha giocato ha dato un gran contributo sempre".
Senza il Panterone, al quale tutta Napoli ha rivolto attestati di stima e messaggi di auguri, toccherà a Sosa e Calaiò dividersi le alternative in avanti…"Sono due attaccanti importanti che hanno sempre fatto bene. IIl Pampa lo conosciamo sia per la forza che per l’esperienza. E Calaiò non deve dimostrare niente a nessuno. E’ il bomber che  ci ha trascinato in B ed in A con i suoi gol. Prova del suo talento l’ha abbondantemente data in passato e la darà anche in futuro".
Anche la Juve lamenta qualche assenza…"Io sinceramente a questa storia non do tanto credito. E’ un aspetto molto relativo se poi in squadra vedo gente quali Nedved, Del Piero, Trezeguet, Salihamidzic, Sissoko e Grygera che proprio domenica ha segnato a Genova. La Juve comunque la giri è fortissima e competitiva. Noi dovremo essere bravi a non concedere spazio ai loro fuoriclasse ed imporre il nostro ritmo. Sarà dura ma il Napoli ha qualità per farlo".
Mister c’è poi quell’alchimia speciale: contro le big gli azzurri si esaltano…"Sì, e spero che i ragazzi lo facciano ancora. Di certo questa è una squadra giovane e contro avversari importanti riesce a trovare grandi motivazioni. Ma la nostra mentalità deve essere quella di ricercare punti sempre ed in ogni occasione. Siamo in un momento importante del campionato. Da ora in poi ogni partita deve essere considerata alla stregua di una finale".
Fonte intervista: SSCNapoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here