Giovane Hoffer, notte da protagonista

4
19

L’attaccante austriaco titolare nella gara di Coppa Italia contro la Juventus, stasera alle 20.45 dopo 9 tribune.
Erwin Hoffer, Mazzarri cala il jolly. Perché se così non fosse, difficilmente un calciatore giocherebbe titolare contro la Juventus a Torino dopo due tribune consecutive. C’è da essere ottimisti, perché anche con Bogliacino Mazzarri si era comportato allo stesso modo. L’uruguaiano giocando bene e facendosi trovare prontissimo fu capace di convincerlo che forse tante tribune non le meritava. Hoffer, qualche scampolo di gara con Donadoni e anche in Coppa Italia (contro il Cittadella), e ben nove tribune su dodici partite di campionato.

Il destino di un attaccante austriaco, costato cinque milioni di euro, poco utilizzato e che fino alla settimana scorsa era stato dato sicuro tra i partenti. «Hoffer mi piace come calciatore — ha continuamente ripetuto Mazzarri — ma non riesco a comunicare con lui». Problemi di lingua, evidentemente. Visto che Hoffer, 23 anni ad aprile, non ha più a disposizione l’interprete che Donadoni aveva voluto per lui. Qualcosa è cambiato, però. Perché stasera l’austriaco partirà titolare contro la Juventus. E non è cosa da poco, visto che il club azzurro tiene a passare il turno di Coppa Italia. Farà respirare Fabio Quagliarella e si assicura la permanenza a Napoli almeno fino al termine della stagione. «Non va più via», aveva detto De Laurentiis lunedì scorso. L’infortunio a Lavezzi ha cambiato i programmi del mercato in uscita del Napoli. «Anziché comprare un altro attaccante — aveva aggiunto il patron — preferisco veder in campo Hoffer che già conosce il Napoli e il suo modo di giocare». Detto, fatto. Mazzarri lo schiera titolare al posto di Fabio Quagliarella, apparso stanco negli ultimi minuti della gara di domenica contro la Sampdoria.

Si gioca le sue carte, il giovane Hoffer. Tutte, probabilmente. E proverà a non far rimpiangere troppo l’argentino bloccato da una lesione muscolare. Già papà, amante della pesca, non ha mai fatto problemi per le continue esclusioni. L’opportunità, stasera, di presentarsi davanti alla Signora e far vedere che i venti e passa gol fatti al Rapid Vienna non erano stati frutto di un caso.

Fonte: corrieredelmezzogiorno.corriere.it

Condividi
Articolo precedenteQuesta sera Speciale Notte Azzurra
Prossimo articoloBogliacino rientrato in Italia
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

4 Commenti

LASCIA UN COMMENTO