Morto il talent scout argentino Cornejo, scoprì Maradona

1
58

Francis Cornejo, il tecnico argentino che per primo si rese conto del talento calcistico di Diego Maradona, e’ morto oggi a Buenos Aires di leucemia all’eta’ di 76 anni. Abituato ad un profilo basso, e senza aver mai tratto particolare beneficio per l’intuito avuto il 5 dicembre 1970 quando un giovanissimo Maradona, che giocava nella squadra denominata Cebollitas, si sottopose ad un test per poter entrare nelle giovanili dell’Argentinos Juniors. Sotto l’ala di Cornejo, Maradona gioco’ sei stagioni vincendo a ripetizione gli allora celebri Torneos Evita, in una squadra capace di restare imbattuta per 136 partite. Le cronache ricordano che, visto che il Pibe de Oro era troppo bravo per avversari anche piu’ maturi di lui che lo temevano, Cornejo uso’ perfino lo stratagemma di iscriverlo con un cognome falso, per poterlo utilizzare in caso di necessita’. Una volta, per un incontro con una giovanile del Boca Juniors – squadra con cui Maradona tocco’ poi per la prima volta la gloria – lo mise in lista con il cognome di Montanya. L’Argentinos stava perdendo per 3-0 quell’incontro, quando Cornejo decise di mandare in campo il suo pupillo che subito mise a segno una rete, realizzando nel complesso una tripletta e permettendo alla sua squadra di pareggiare. Dalle tribune si levo’ il grido: ”Diego sei grande!’, che fece scoprire all’allenatore rivale il marchingegno utilizzato e la trasgressione della promessa che Cornejo aveva fatto di non schierare Diego per la troppa differenza esistente con i suoi compagni di categoria.
Fonte: ANSA



1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here