Napoli, Basket: Procura federale in campo

1
61

Scenari nebulosi per la Nsb e per Gaetano Papalia.
La Procura federale, dopo aver ricevuto prima di Natale la documentazione dalla Comtec, convocherà all’inizio della settimana prossima Papalia per l’audizione e entro sette giorni potrebbe deferire il club per le «dichiarazioni non veritiere» riguardo il pagamento degli F24 relativi a Irpef, Enpals e Fondo fine carriera atleti (da maggio a settembre 2009), con probabile nuova pesante penalizzazione. La palla poi passerà alla Commissione giudicante, che può aggravare o ridurre la pena, e infine tornerà al Consiglio federale, che, come avvenne per il Basket Napoli di Mario Maione, ha potere di escludere la società dai campionati. E oggi la Nsb purtroppo rischia, visto che i precedenti per accuse simili (vedi Capo D’Orlando) parlano chiaro. Il tutto potrebbe avvenire entro marzo. Se il vento spira in direzione opposta è difficile quindi che Papalia possa essere accontentato riguardo la proposta di salvaguardare il titolo di Legadue senza giocare. Proposta che è stata formalizzata con una lunga lettera a Dino Meneghin, presidente Fip, Valentino Renzi, presidente Lega A, e Marco Bonamico, presidente Legadue. «Per vari motivi – scrive Papalia -, il nostro club si trova nella condizione di dover ridurre al minimo il budget del secondo semestre. Difficilmente potrà essere rispettato il tetto minimo salariale che si attesterà sotto gli 800mila euro, inibendoci pertanto la permanenza nella massima divisione indipendentemente dal risultato sportivo». «La priorità oggi – continua Papalia – è conservare il diritto di partecipazione alla Legadue, ma il rispetto formale della normativa federale in materia di prosecuzione del campionato, porta ad un abbassamento del livello competitivo della squadra tale da determinare un imbarazzante disagio e uno scenario poco edificante per il movimento cestistico. Ai fini dell’individuazione di una soluzione viene in soccorso il risultato sportivo, che ha visto la nostra squadra perdere tutte le partite. Qualora le tre restanti gare dovessero concludersi con altrettante sconfitte, l’eventuale concordata mancata partecipazione al girone di ritorno garantirebbe che il campionato non verrebbe alterato», questa in sintesi la lettera. Intanto i baby reatini scenderanno in campo domenica a Roma contro la Lottomatica per un altro match da dimenticare e che rischia di far saltare tutti i record di punteggi.

Redazione NapoliSoccer.NET fonte: il mattino

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here