Cannavaro: “Stupito dagli azzurri”

2
18

“Porterò la coppa a Scampia”. La promessa solenne è di Fabio Cannavaro, capitano della Nazionale sceso in campo assieme a Ciro Ferrara nel nome nobile della beneficenza e per i bambini meno fortunati di loro. Fabio Cannavaro e Ciro Ferrara sono tornati a Napoli e per un giorno si sono messi alle spalle la pesante crisi della Juventus per dedicarsi alle iniziative della loro Fondazione. “Siamo fieri ed orgogliosi perchè appena possiamo torniamo nella nostra città per dedicarci ad iniziative come queste” – hanno sottolineato sia Ciro che Fabio. Poi Cannavaro ha dedicato un pensiero al “suo” Napoli.
“Mi fa piacere che si sia ripreso e credo che nel girone di ritorno potrà ancora stupire”.  Il primo appuntamento ha visto i due campioni napoletani in visita al reparto di cardiochirurgia dell’ospedale Monaldi. Fabio e Ciro sono stati accolti da un centinaio di bambini e dal professor Giuseppe Caianiello che li ha omaggiati con una targa ricordo per aver dedicato tempo al doppio progetto: “dottor sorriso” e “di onda in onda” che prevede l’acquisto di un moderno macchinario per i neonati. Seconda tappa, nel pomeriggio, per il taglio del nastro di un campetto di calcetto situato nella periferia degradata e dimenticata di Scampia.  Terzo ed ultimo appuntamento, in serata al museo Madre per l’estrazione di 33 opere, il cui ricavato sarà destinato al progetto i ragazzi di Scampia e Stella che saranno prescelti per imparare l’arte evitando così i tentacoli e dalle tentazioni della strada.

Redazione NapoliSoccer.NETfonte: leggo

Condividi
Articolo precedente“Al Basket Napoli dati 100.000 euro”
Prossimo articoloIl Napoli forza 10 ha il ritmo delle big
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO