Calcio: Reggina, denuncia alla Procura per torti arbitrali

0
65

La Reggina in serie A sarebbe una presenza scomoda per cui ”si attiverebbero raffinati meccanismi, in virtu’ dei quali si creano gravissimi pregiudizi apparentemente ancorati al caso fortuito”. A scriverlo, nero su bianco, in una denuncia inoltrata alla Procura di Reggio Calabria, e’ stato il presidente del Consiglio comunale reggino, Aurelio Chizzoniti, per lamentare presunti torti arbitrali ai danni degli amaranto. L’esposto, scrive oggi la Gazzetta dello Sport, e’ stato presentato il 16 febbraio, una settimana prima dell’incontro casalingo con la Juve vinto 2-1 grazie ad un rigore concesso allo scadere, il primo della stagione, in favore dei calabresi. Nell’esposto Chizzoniti adombra il sospetto, chiedendo alla Procura di verificare, di rapporti tra un arbitro ed un dirigente di un club di serie A. L’esposto giunge a conclusione di una serie di lamentele da parte di Chizzoniti che aveva anche scritto al presidente della Figc, Giancarlo Abete. Il quale gli aveva risposto sostenendo che la Figc e’ incompetente in materia di aiuti tecnologici agli arbitri volti ”ad impedire errori anche clamorosi”. Nonostante la risposta di Abete, Chizzoniti, in quella occasione, pochi giorni prima di presentare l’espostoaveva lamentato ”l’assoluta persistenza di un collaudato modus operandi ben articolato che sembra ubbidire ad una logica volta a realizzare una sorta di pactum sceleris, finalizzato all’eliminazione della Reggina dai circuiti che contano”. ”Il dubbio atroce che assilla tutti i reggini – aveva sostenuto Chizzoniti – e’ se vi sia un arbitro in circolazione disponibile a concedere alla Reggina i calci di rigore che sono stati frettolosamente concessi ad altre squadre”. A suo avviso ”in molti mal tollerano la Reggina per avere avuto l’ardire e l’ardore di conquistarsi per ben otto anni la massima serie calcistica”.
Fonte: Ansa



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here