Calcio: Tim Cup, semifinali Roma-Catania e Lazio-Inter

0
100

I campioni in carica della Roma sfidano il Catania, l’Inter trova la Lazio. Queste le semifinali della coppa Italia dopo il ritorno dei quarti disputati tra ieri e martedi’. I primi a staccare il pass sono stati i giallorossi, a cui e’ bastato superare di misura la Sampdoria dopo il pari del Marassi. Decisivo Mancini, che ha finalmente ritrovato la serenita’ dopo aver discusso con la Roma del rinnovo. Il brasiliano e’ stato l’uomo in piu’ per la formazione di Spalletti, che ha si’ sofferto a tratti le iniziative blucerchiate (brucia ai doriani il salvataggio sulla linea di Taddei sulla conclusione di Campagnaro), ma che nel complesso ha sicuramente meritato la qualificazione. Del resto la Samp, priva di Cassano all’Olimpico, deve mangiarsi le mani per non aver capitalizzato all’andata la superiorita’ numerica maturata per un’ora dopo il rosso a Mexes. I giallorossi sfideranno ora il Catania, vera sorpresa di questa edizione. Per gli etnei una storica semifinale dopo la doppia rimonta sull’Udinese. Dopo il 2-3 del Friuli, infatti, i rossazzurri sembravano a un passo dall’eliminazione dopo il vantaggio ospite firmato da Pepe al primo minuto. Ma il rigore (generoso) trasformato da Spinesi e il guizzo nel finale del giapponese Morimoto hanno capovolto la situazione regalando ai tifosi del "Massimino" una nuova rivincita contro la Roma. Continua a inseguire la sua quarta finale di fila l’Inter, che al terzo tentativo riesce ad avere ragione della Juventus. Pioggia di gol all’Olimpico di Torino dove il grande protagonista e’ il giovanissimo Mario Balotelli, 17enne di origine ghanese che con una doppietta si e’ trasformato nel peggior incubo della difesa bianconera. E pensare che, dopo il vantaggio siglato proprio da Balotelli, la formazione di Ranieri era riuscita a capovolgere la situazione con l’uno-due firmato da Del Piero su punizione e Iaquinta. Ma un’ingenuita’ di Salihamidzic costa il rigore che Cruz trasforma prima che nella ripresa la nuova magia di SuperMario trascini gli uomini di Roberto Mancini in semifinale. "Mario deve restare tranquillo perche’ ha qualita’ e deve lavorare ancora tanto perche’ puo’ e dovra’ fare tanti altri gol – e’ stato il commento a fine partita a Inter Channel del tecnico jesino – Deve tenere la testa sulle spalle, ha segnato due gol importanti ma deve continuare cosi’ e deve cercare di migliorarsi sempre. E’ stata una bella gara, entrambe le squadre hanno giocato bene e ci tenevano a passare il turno. Alla fine abbiamo fatto ottime cose e abbiamo meritato di andare avanti noi". I nerazzurri contenderanno un posto nella finalissima di Roma alla Lazio, capace di bissare al "Franchi" il 2-1 con cui aveva sconfitto la Fiorentina all’andata. I viola sembravano avviati verso la qualificazione dopo il gol di Semioli ma prima Kolarov, gia’ a segno la settimana prima, e poi Rocchi hanno messo fine ai sogni di Prandelli. A proseguire l’avventura in coppa Italia sono Delio Rossi e soci.

Fonte: AGI/ITALPRESS

Condividi
Articolo precedenteRugby: 6 Nazioni, L’Italia vola a Dublino
Prossimo articoloPazienza, riaperte trattative?
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here