Dopo Manchester e Chelsea anche Armani sulle tracce di Marekiaro

3
81

 "Tutti lo vogliono, tutti lo cercano Figaro qua, Figaro là…" . Non solo i grandi clubs d’Europa cercano il guioiellino azzurro, ora anche Armani lo vorrebbe come testimonial.  Anche contro il Parma Marek Hamsik sfodera una prestazione di tutto rispetto, lo slovacco è stato l’uomo ovunque gestendo palla, dialogando con i compagni e aggredendo gli spazi. Hamsik cresce sempre mostrando di sapersi prendere le sue responsabilità migliorando di partita in partita. E’ ormai stabilmente sotto i riflettori dei maggiori club europei perchè la sua maturazione non può lasciare indifferenti ed anche al Tardini di Parma il Manchester United ha inviato un altro suo osservatore per visionare il talento slovacco. Il Napoli, però, non vende, perchè per ammissione dello stesso De Laurentiis: "Hamsik è un patrimonio del Napoli e non si tocca". Intanto in patria le sue gesta sono attenzionate puntualmente da Aktuality.sk che mette in risalto le prestazioni di Hamsik e notizie correlate all’interesse che suscita presso i migliori club d’Europa. A ciò va aggiunta la notizia che perfino Armani, che ha già lavorato con calciatori di talento internazionale come Beckham, voglia inserire nella sua ‘scuderia’ Hamsik per lanciarlo come testimonial dei suoi prodotti.

Redazione NapoliSoccer.NET

Condividi
Articolo precedenteAmoruso: “Non abbiamo mai mollato”
Prossimo articoloVeleno e funghi trefoloni
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.


3 Commenti

  1. hamisk grande campione e grande professionista. il napoli deve fare una grande squadra intorno a lui, maggio, lavezzi, gargano, campagnaro, datolo, cigarini, zuniga, denis, quagliarella, santacroce, desanctis ect,ect, e con tre inserimenti di grandi campioni allora poi nemmeno trefoloni ci può ostacolare

  2. Io direi quattro: un esterno sinistro ed un centrale in difesa, un centrocampista ed una prima punta… Ricordiamoci però che per giocare qualsiasi competizione in Europa ci vuole un organico coerente, più congruo, che dia garanzie tecniche, le nostre alternative non possono più essere Grava, Rullo, Zuniga messo a sinistra, etc etc

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here