De Laurentiis: Sono un ambizioso, il Napoli è uno stile di vita

4
50

"Il Napoli rappresenta uno stile ed una filosofia di vita". Attraverso questo "claim" Aurelio De Laurentiis racchiude felicemente il binomio tra marchio Napoli ed ambizione sportiva, nel giorno della presentazione di due nuovi prodotti creati dal marketing azzurro: il Cronografo e il Profumo della SSC Napoli. "Abbiamo lavorato tanto per questi prodotti che possano interpretare lo spirito di appartenenza al Club da parte dei tifosi anche attraverso creazioni ed idee marketing. Un modo per gratificare i nostri tifosi e legittimarne la passione. La mia ambizione è volare alto e produrre una febbre d’amore affinchè i nostri sostenitori si identifichino nel nostro marchio a 360 gradi". Poi il Presidente è passato all’ambito strettamente calcistico per illustrare il progetto azzurro. "Il mio obiettivo, ribadisco, è l’Europa. Io sono propositivo, poi sarà il campo a dare il suo giudizio. E’ giusto che l’allenatore e la squadra vivano alla giornata, senza creare falsi traguardi e lavorando con intensità ed umiltà. Io faccio l’imprenditore ed è giusto che mi ponga obiettivi a lungo raggio. Appartiene alla mia professione ed al mio ruolo. Con Mazzarri c’è grande sintonia umana e professionale per portare avanti un progetto di anni, così come successe con Reja. E’ un tecnico che ho sempre stimato molto e che è stato bravissimo a mostrare subito il suo biglietto da visita ai tifosi ed alla squadra. Con lui valuteremo ogni singola operazione per rendere il Napoli fortissimo nel prossimo quinquennio". De Laurentiis si è proiettato agli impegni futuri. "Sono contento del successo di ieri con il Cittadella perché ci permetterà a dicembre di giocarci la sfida con la Juve. Ma subito arriva la trasferta di parma e siamo già concentrati al match di domenica. Mazzarri sta valutando la forza di tutti gli elementi della rosa per poter poi trarre indicazioni precise. A Parma speriamo di poter proseguire il momento positivo. Io non ci sarò perché sono impegnato cinematograficamente ma seguirò la partita sperando in un bel risultato". Il Presidente poi ha chiarito la posizione della Società rispetto ai suoi gioielli. "Hamsik è incedibile. L’ho detto e lo ripeto. La crescita della forza di un Club passa attravreso l’affermazione di giovani talenti. Hamsik è importantissimo nel nostro progetto ed identico discorso vale per Lavezzi. Sono patrimoni della Società. Il mio sogno è avere una squadra con 18 giocatori di altissimo livello che siano legati indissolubilmente alla maglia azzurra. E’ con questa mentalità e questa maturità che si vince". Infine De Laurentiis si è soffermato anche sugli aspetti istituzionali del calcio con una specifica sulla Tessera del Tifoso. "Credo che i tifosi abbiano diritto alla cittadinanza in stadi confortevoli. La tessera del tifoso deve conferire agli spettatori una plus valenza e non deve rappresentare esclusivamente un veicolo di controllo ma garantire un’ offerta di comodità e confort". Anche il responsabile del marketing azzurro, Alessandro Formisano, ha sviscerato i temi sui quali è incentrata la strategia di branding della Società. "I nostri prodotti vogliono avere una dignità di mercato che sublimi il marchio Napoli. Sono creazioni che hanno design, valore e qualità per essere competitive nel circuito marketing e che parallelamente elevino il Plus della nostra griffe. Per questo abbiamo unito eleganza e creatività attraverso il volto dei nostri calciatori che si sono divertiti a prestare la propria immagine. Nel caso del profumo, ad esempio, abbiamo selezionato per mesi le fragranze per essere noi stessi a produrre e firmare il prodotto. E devo dire che pochi Club hanno questo approccio al marketing".

Redazione NapoliSoccer.NET – fonte: sscnapoli

Condividi
Articolo precedentePosillipo a Oradea per la Coppa Len
Prossimo articoloLavezzi, infortunato in allenamento non giocherà a Parma
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.


4 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here