Mazzarri: “Io vigilo affinchè la squadra segua me e non quello che si scrive”

5
17

L’allenatore del Napoli, Walter Mazzarri, intervendo in conferenza stampa ha rilasciato le seguenti dichiarazioni, sintetizzate da Napolisoccer.NET: "Non capisco il perchè di alcune critiche. Qualcuno vuole ad ogni costo cercare la polemica trovando problematiche che non esistono e questo mi infastidisce. Per questo motivo ho detto ai miei calciatori che devono ascoltare quello che gli dico io e non far caso a quanto viene scritto. Alleno da molti anni e mi sembra che qua ci sia la volontà di criticare a priore e questo non va bene perchè non si fa il bene del Napoli. Si parla tanto di mancanza di gol degli attaccanti. QUesto è un falso problema abbiamo segnato 2 gol al Milan, 3 alla Juventus solo per dirne qualcuno e mi venite a dire che non segniamo. Lavezzi – che grazie anche al sottoscritto – è tornato a parlare dopo 2 anni ha detto chiaramente che lui ha più piacere se vince la squadra. Lo stesso dico per Quagliarella. Domenica ha giocato bene, è in netto recupero e mi sono complimentato con lui a fine gara e gli ho anche detto che deve continuare così rendendo al meglio per tutti i 90 minuti. Dite di problemi sulle occasioni da gol? Ma voi cosa intendete per occasioni, per tiri in porta? Secondo me si ragiona male, tirare in porta da 40 metri tanto per farlo lo trovo inutile. Sarebbe semplice farlo ma in quel caso di sicuro non si segnerebbe mai. E poi mi infastidisce che si cerchi di trovare la polemica tra i giocatori. Lavezzi, e spero che ve ne siate accorti, per servire a forza Quagliarella non ha servito Maggio e quell’azione poteva avere altra sorte. Il Napoli attacca e crea occasioni, contro la Lazio non siamo riusciti a segnare ma le occasioni le abbiamo avute. Contro la Lazio sono contento dell’atteggiamento della squadra, soprattutto del secondo tempo. Abbiamo fatto azioni consecutive, tambureggianti e tutti hanno dato prova di impegno e dedizione. Di certo ho anche detto ai giocatori che hanno commesso degli errori, come ad esempio i calci di punizione battuti con poca lucidità oppure alcune azioni troppo precipitose. Su questo dobbiamo migliorare ma di certo non posso non tener conto dell’avversario e la Lazio di certo ha giocato per non perdere mettendoci in difficoltà. E dico che siamo stati bravi a non subire contropiedi, non abbiamo concesso nulla all’avversario. Questa per me è una grande crescita anche tattica ed è giusto che sia così. Di certo non possiamo pretendere che ci vada sempre bene, capiterà che prenderemo anche qualche gol oppure di perdere. Ma almeno ci avremo provato. Zuniga? indipendentemente dal ruolo dico solo che è normale che non sia brillante, torna da un infortunio ma si è impegnato come tutti gli altri. Chiedo solo ai tifosi di incoraggiare i nostri giocatori fintanto che sono in campo, questo è segno di maturità. Hoffer? Credetemi a me piace molto, credo in lui e nelle sue potenzialità. Ma non prendetelo come un alibi, proprio non riesco a comunicare con lui neanche con l’interprete. Per impiegarlo c’è bisogno che dica lui quello che voglio e non posso metterlo in campo giusto per metterlo; sarebbe ingiusto. Noi dobbiamo raggiungere i risultati, anche contro il Cittadella dobbiamo far risultato. Ora, Hoffer spero di tenerlo almeno in panchina e farlo giocare ma il primo obiettivo è il risultato.".

F. De Lucia – Redazione Napolisoccer.NET

Condividi
Articolo precedenteGossip: anche Gargano diventerà papà
Prossimo articoloNovellino: “Mazzarri saprà aiutare Quagliarella”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

5 Commenti

  1. Ragazzi vedrete che quando questi giocatori troveranno la naturale quadratura tattica, proprio per la loro anomalia saranno immarcabili.
    Sono sicuro che Mazzari si inventerà qualcosa e allora il Napoli potrà dire di avere inventato un nuovo modo di tattica, il più originale al mondo ancor più del Barcellona. Verranno quì a studiarlo per rubarcelo. Quì a Napoli si è sempre fatto di necessità virtù e per questo abbiamo creato anche cose che nel modo sono uniche!!! I sapientoni che criticano in realtà sono l’antitesi del napoletano vero, sono dei falliti, gente senza qualità che in Italia, in Europa e nel mondo non ci rappresentano affatto! Lasciamoli strepitare come galline nelle loro miserabili trasmissioni anti-napoli. Noi che siamo napoletani veri, che amiamo il Napoli dobbiamo sempre tifare e augurarci il meglio, anche quando tutto sembra negativo dobbiamo girare la cosa in modo che da un’apparente debolezza si trasformi in FORZA!
    Quindi in sintesi per me Quagliarella, Lavezzi, Denis, Hamsik troveranno il loro modo di intendersi e giocare, poi Cigarini e Zuniga ci sono e ci li teniamo, perchè come disse il nostro grande presidente il Napoli per ambire a vincere la Champion ha bisogno di due squadre competitive. Quindi non c’è nessun problema, nessun motivo di critica. Se quei falliti di Canale 34 creano polemiche ad arte è solo per creare audience e vendere i loro sporchi spazi pubblicitari e finanziarsi le loro serate al ristorante, le prostitute e la cocaina.
    Attenti sapientoni attenti….

  2. Bravo agent blu, la penso proprio come te!!!!

    Non diamo ascolto a sti falliti di giornalisti, ESIGIAMO solo una critica costruttiva.
    Per il NAPOLI è fondamentale solo dare continuità ai risultati, il resto è aria fritta.

LASCIA UN COMMENTO