Rugby: 6 Nazioni, L’Italia vola a Dublino

0
21

Comincia la nuova avventura dell’Italia di rugby al ‘Sei Nazioni’. Guidati dal nuovo ct, l’anglo-sudafricano Nick Mallett, gli azzurri voleranno dall’aeroporto di Fiumicino, poco dopo le 12, alla volta di Dublino dove sabato saranno al debutto contro l’Irlanda. Assai atteso alla prova, nell’inedita coppia in mediana con Masi, Pietro Travagli, 26 anni, tra i candidati a rilevare l’eredita’ di Alessandro Troncon: ”E’ un onore essere chiamato a rappresentare il proprio Paese – afferma – c’e’ un po’ di emozione: abbiamo lavorato bene e siamo nelle migliori condizioni per disputare una grande partita. Mallett sta proponendo un gioco molto semplice. Come ogni anglosassone ha portato molto rigore, disciplina ed e’ cio’ che l’Italia aveva bisogno”. Per Mirco Bergamasco, questo e’ il settimo Sei Nazioni. ”Vogliamo far meglio delle altre edizioni, c’e’ fiducia – spiega – abbiamo cambiato staff, tecnico, preparatore atletico ed il gioco cambia un po’, e ci sono molti giovani. Non voglio dire niente, ma ci aspettiamo un risultato importante”. Per Alessandro Troncon un ‘Sei Nazioni’ in una nuova veste, quella di assistente allenatore. ”E’ una cosa diversa da quando giocavo, vedremo che emozione sara’. Nick ha portato tante cose nuove, nel tempo, seppur limitato, che abbiamo avuto s’Š lavorato bene e ci attendiamo situazioni positive. La coppia Masi-Travagli? Se sono qui vuol dire che meritano ed hanno tutte le potenzialita’ per far bene e lo faranno”.

Fonte: ANSA

Condividi
Articolo precedenteCalcio: Serie B, gli arbitri della 23esima giornata
Prossimo articoloCalcio: Tim Cup, semifinali Roma-Catania e Lazio-Inter
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

LASCIA UN COMMENTO