“El Panteron” punisce ancora i neroazzurri

0
23

Continua la striscia positiva del centravanti Marcelo Zalayeta. Difatti, dopo i felici trascorsi azzurri, anche questa volta l’uruguaiano è riuscito a battere Julio Cesar in una partita valida per il campionato di serie A. Una costante ripetutasi ieri e che segue le marcature del 2008 e del 2007, grazie alle quali l’ex juventino contribuì in maniera decisiva alla doppia vittoria casalinga del Napoli di Reja prima e di Donadoni poi contro l’Inter dei record. Nella stagione del ritorno partenopeo in massima serie, il Panteron dopo soli 2 minuti puniva un colpevole Julio Cesar attraverso un pallonetto atto a scatenare il delirio del "San Paolo". Una gara epica, terminata col risultato di 1 a 0, contraddistinta da un dominio assoluto degli azzurri i quali riuscirono nell’impresa di battere i campioni d’Italia dopo 2 anni dall’ultima sconfitta in trasferta. Una lieta eventualità verificatasi anche l’anno seguente grazie all’ausilio della solita zampata dell’attaccante uruguagio avvenuta nel corso del secondo tempo. Peculiarità la quale, nonostante il cambio di maglia, non è stata persa dallo stesso Zalayeta. Infatti, al di là della cocente sconfitta bolognese per 1 a 3, il Panteron non ha potuto non punire il portierone neroazzurro illudendo per poco i padroni di casa. Una rete, valida per il momentaneo 1 a 1, risultata poi assolutamente vana.

Josi Gerardo Della Ragione – RedazioneNapoliSoccer.NET

LASCIA UN COMMENTO