Giovani Talenti: Cosmo Palumbo

0
19

Per la felicità dei tifosi napoletani questa settimana intervistiamo Cosmo Palumbo. Centrocampista partenopeo classe’89 è in prestito al Lecco dove il Napoli ha momentaneamente "parcheggiato" anche D’Urso, Giannone e Ciano. Regista classico era capitano dell’under19 prima di cercare la consacrazione nel calcio che conta a Cesena prima e Lecco ora.

Ciao Cosmo prima di tutto mi va di farti una domanda diretta. Come si sente un napoletano lontano dalla propria città? Ricordiamo a tutti che questo è già il secondo anno (dopo Cesena) che ti trovi in prestito lontano da casa.
Beh la lontananza dagli affetti,dagli amici si fa sentire. Inoltre vedere solo una volta al mese la tua ragazza e i tuoi genitori non è il massimo. D’altronde se si vuole aspirare a qualcosa di importante bisogna fare anke questi sacrifici…

A Lecco purtroppo non stai trovando molto spazio. A gennaio chiederai il trasferimento o cercherai di conquistarti un posto da titolare?
Purtoppo non sto giocando molto avendo davanti a me due giocatori che si possono considerare un lusso in categoria (Corrent e Calzi ndr). Da qui a Gennaio mancano due mesi nei quali cercherò di sicuro di conquistarmi un posto.Semmai non ci dovesse essere l’occasione cercheremo altre soluzioni..

Quali sono le principali differenze, oltre a quella anagrafica, tra il giocare nel Settore Giovanile e in un Campionato professionistico?
Le differenze sono tante ma quelli che cambiano radicalmente sono i ritmi di gioco.Se non ti abitui subito o non è tra le tue caratteristiche l’aggressività , trovi difficoltà.

A Cesena hai giocato più come mezz’ala, ma il tuo ruolo è un mediano. Confermi? A quali calciatori ti ispiri della Serie A
Si, confermo. Il ruolo che preferisco è quello i mediano. Per intenderci in un rombo il vertice basso oppure centrale in un centrocampo a 4. In una rosa come quella del Napoli cerco di sipirarmi a Cigarini….

Lì a Lecco ci sono altri giovani come Ciano, anch’egli di proprietà del Napoli: quali altri talenti sono presenti nella rosa?
La nostra è una squadra molto giovane e ci sono molti ragazzi che come noi sono usciti dal settore giovanile da poco. Però quello che mi ha impressionato di più tra tutti è sicuramente Marco Sau..

E quali altri giovani di valore incontrati nella tua attuale categoria ritieni di segnalarci?
In giro per le altre squadre ci sono tantissimi giocatori di prospettiva. Tra i quali Marconi del Lumezzane e Alessandro Tuia del Monza.

Parlando da tifoso, come vedi quest’anno il Napoli? Dove può ambire? Con l’arrivo di Mazzarri la squadra sembra essere più concreta.
Il mister Mazzarri secondo me oltre ad essere un grande allenatore ha dimostato di essere anche un motivatore fantastico e i risultati parlano chiaro. Nonostante i giocatori siano sempre gli stessi la mentalità è diversa. e questo conta tanto nel calcio. Se continua così credo possa ambire ad arrivare nelle prime sei posizioni.

Il tuo sogno più grande? (calcisticamente parlando)
Il mio sogno più grande è sicuramente quello di riotravarmi un giorno a vesitre la maglia azzurra, la maglia della mia città..Spero un giorno di farcela ma per ora la strada da percorrere è ancora tanta.

Noi di Gt ti salutiamo e siamo sicuri che il Napoli si ritrova ancora un giocatore di enormi potenzialità non ancora tutte espresse. Saluta i nostri lettori tra cui sicuramente figurano molti tuoi fan.
Ringrazio te (Massimo Tanzillo ndr) e do un abbraccio a tutti i tifosi napoletani e ai lettori del portale. A presto.

Fonte: www.generazioneditalenti.com

 

LASCIA UN COMMENTO