Lavezzi: “Per raggiungere l’Europa bisogna lottare ogni giorno”

12
14

L’attaccante azzurro, Ezequiel Lavezzi, intervenendo in conferenza stampa presso il centro sportivo di Castelvolturno, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni, sintetizzate da Napolisoccer.NET: "Sono abituato al calore dei tifosi del Napoli e sono preparato a stare con loro perchè i tifosi lo meritano. In questo periodo sto abbastanza bene. Con l’arrivo di Mazzarri qualcosa è cambiato anche se noi siamo sempre gli stessi, solo che ora abbiamo più fiducia anche perchè stanno arrivando i risultati. Oggi tutti parlano bene della squadra, è vero, sono cambiati alcuni ruoli come il direttore e l’allenatore ma bisogna dire che oggi si parla un gran bene di giocatori come Datolo, Rinaudo ed Aronica, che sono giocatori portati da Marino, così come me e Marek. Oggi stiamo bene e risuciamo a dare il meglio. Io penso che si debba sempre cercare di migliorarsi. Sia negli allenamenti che durante le partite do sempre il meglio di me, chi dice che mi vede cambiato in questo periodo forse non mi consoceva bene prima, credo di essere sempre lo stesso. Sicuramente – riferendosi alla sua poca propensione al gol – devo migliorare in tante cose, la prima è quella di riuscire a segnare più gol. Ma bisogna dire che uno migliora anche se riesce ad essere più tranquillo, la tranquillità anche sottoporta mi può aiutare a migliorare il mio rendimento. Da quando sono arrivato in Italia credo di essere migliorato tanto sia tatticamente che tecnicamente. Vi ricordo che in Argentina non ho fatto nessun tipo di settore giovanile ed ora sto imparando cose fondamentali e sto migliorando tatticamente".
Riguardo agli obiettivi che deve porsi il Napoli quest’anno il Pocho ha spiegato: "La squadra deve puntare l’obiettivo giorno per giorno anche perchè nel calcio nessuno sa cosa può succedere, sicuramente l’obiettivo è qualificarsi per l’Europa. Lo scorso anno, in questo periodo eravamo terzi poi sappiamo tutti come sono andate le cose. Un obiettivo per diventare realtà deve essere perseguito giorno per giorno, anche negli allenamenti".
La poca propensione al gol mostrata da Lavezzi non è un problema per l’argentino: "Per un attaccante segnare è una cosa importante, dico sinceramente che io ho più piacere che la squadra vinca anche se ho capito che in Italia preferite più che un attaccante faccia gol. Del futuro non so cosa dirvi, devo parlare solo di oggi, sono del Napoli e sto bene al Napoli del futuro non so che dire, anche perchè nell’andare a casa potrei avere un incidente e non esserci (ride – ndr)".
Su Quagliarella, invece, Lavezzi si dimostra molto ottimista: "Fabio sta attraversando un periodo poco felice e sono dispiaciuto per lui, voglio cercare di aiutarlo per fargli superare questo periodo perchè è una brava persona e lo merita. Non ho dubbi che riuscirà a fare quello che si aspettano tutti, sicuramente devo fare di più per aiutarlo, sia io che tutta la squadra dobbiamo aiutare Fabio a fare bene. Lo sfogo di Quagliarella a Catania? Sinceramente non l’ho visto però che vi devo dire, se le cose non vanno bene ed uno non riesce a fare quello che vorrebbe è anche giusto che s’incazzi".
Domenica il Napoli affronterà la Lazio e ci sarà la sfida nella sfida tra Lavezzi e Zarate, ma Lavezzi ci tiene a precisare: "Abbiamo giocato contro tante volte, tutti conoscono le sue qualità non le scopro io. Zarate è un bravo giocatore non devo dirlo io ma domenica la sfida è tra Napoli e Lazio e spero vinca il Napoli". 
"Io e Maradona? Con Maradona ho sempre parlato del Napoli e di Napoli ma tengo per me questo argomento – così dribbla la domanda il Pocho – Diego ha una grande stima per la città e me lo ha sempre detto".
Sul suo rapporto con la città ed i tifosi afferma: "La passionalità dei tifosi è straordinaria e credo capiti solo a Napoli. E’ vero che i tifosi a volte sono troppo invadenti ma mi sono abituato a vivere così, va tutto bene". 
Il Napoli si è posto come obiettivo il raggiungimento della qualificazione alle coppe Europee: "Non so dove possiamo arrivare l’importante è lavorare ed essere umili e fare di tutto per raggiungere l’obiettivo Europa. Il tridente? Se Mazzarri lo mette in campo creerà meno problemi a voi giornalisti che non dovrete più chiedervi se gioca Fabio o il Tanque (ride – ndr). Il tridente deve essere una decisione del mister, se ci sarà questa possibilità sarà nostro dovere dimostrare di poter far bene con questo modulo. A me farebbe piacere giocare con Fabio ed il Tanque".

F. De Lucia – Redazione Napolisoccer.NET

SHARE
Previous articleGiordano (ex Napoli e Lazio): “Per me sarà una partita speciale”
Next articleMartos a Cremona è già spareggio salvezza
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

12 COMMENTS

  1. Mah, secondo me a giugno meglio venderlo e farci pò di soldi per comprare un altro attaccante buono, Lavezi no sarà mai un fenomeno e in più in campo è individualista, vuole fare tutto lui… gli che se ne vada, è troppo poco convinto di giocare a Napoli e di giocare per la squadra, poi per quello che ha dimostrato fin’ora…

  2. lavezzi è un fenomeno ,

    non scherziamo ,incedibile lui , hamsik, maggio, gargano, quagliarella,datolo, santacroce, campagnaro, desanctis, iezzo, poi mettiamo vicini a questi altri giovani campioni.

    forza napoli

  3. ma staj pazzian vendere lavezzi?????? tu staj for ca cap
    lavezzi e l’anima della squadra insieme ad altri lui gira sempre l’attacco poi assist ne fa sempre lui anche se pperde il napoli lavezzi sempre 6 prende perche gioca sempre bene

    quindi toglietevelo ra cap lavezzi non si tocca

  4. per me l’unica cosa che Lavezzi riesce a fare bene è quello di far salire la squadra quando è in difesa. Tutto qui….poi se volete continuare a fare i ciechi fate pure …alla squadra serve uno che tira in porta – che ha visione di gioco – che gioca in funzione della squadra….non uno che corre a testa bassa…..Hamsik ha un futuro: ha qualità tecniche tattiche ed atletiche.Lavezzi è tutto fumo e niente arrosto.In futuro,quando perderà la velocità……chi volete che se lo prende???Già da adesso non ha mercato,nessuno lo vuole.Chi ha orecchie per intendere……….

  5. Incebile! Tutte o quasi le palle gol del napoli partono da suoi spunti, non fosse altro perchè si trascina dietro le difese liberando gli altri.
    Pagelle alla mano è sempre il migliore in campo!
    INCEDIBILE!
    se proprio bisogna cedere qualcuno cederei quaglia.

  6. basta mettere sotto pressione lavezzi , con lui abbiamo tutto compreso estro e fantasia e non è poco ! in attacco quagliarella e denis , centrocampo avanzato hamsik e lavezzi , arretrato gargano e datolo ( entrambi con libertà di fare male) e per il resto santacroce e maggio spettacolo! contini va bene poi aronica e de santis naturalmente . fa malinquore fuori cannavaro,zuniga ,ma dovete essere tutti uniti per lo stesso obbiettivo EUROPA ! come lo siamo noi tifosi del NAPOLI ! sempre comunque e ovunque FORZA NAPOLI p.s. Mazzarri dammi retta !

LEAVE A REPLY