Quagliarella, gli errori rivisti al videotape

2
17

Lezione d’attacco. Anzi, bomber a ripetizione di movimenti per far gol. È più o meno quello che è accaduto ieri a Castelvolturno. Prologo dell’allenamento del pomeriggio, infatti, l’incontro a tre in uno degli uffici del quartier generale azzurro: Mazzarri, il suo vice Frustalupi e Fabio Quagliarella a vedere, rivedere e discutere di segmenti di partite, probabilmente per correggere errori ed evitare, a torto od a ragione, lamentele e imprecazioni. Non è un caso, non può esserlo, infatti, se questo breefing è arrivato pochi giorni dopo lo sfogo in campo dell’attaccante azzurro che si sente trascurato, abbandonato o malservito dalla squadra. Insomma, un modo – tecnico – per risolvere il caso da parte dell’allenatore. Con Quagliarella probabilmente ora più sereno e pronto a rifarsi con la Lazio. Anche se nella settimana che si sta chiudendo i pensieri del Napoli si sono concentrati sul miglioramento della condizione atletica, con un programma d’allenamenti assai mirato. Alla Lazio gli azzurri cominceranno a pensare martedì, anche se poi in realtà Mazzarri al prossimo impegno si sta dedicando già. A cominciare dalla sostituzione di Aronica sulla fascia sinistra. Con Aronica squalificato, a meno di improbabili invenzioni, le alternative non sono poi parecchie: Datolo, mancino pieno ma molto d’attacco; oppure Grava o Zuniga, che sono sì destri, che dovrebbero sì adattarsi sul lato a loro meno naturale, ma che con Maggio dall’altro lato ad «accompagnare» con maggiore continuità la manovra azzurra – così come fa Aronica -, assicurerebbero di sicuro più copertura. Più equilibrio. E la scelta di Mazzarri sembra pendere dalla parte di Zuniga, esperto di quel ruolo e scalpitante in attesa di rientrare. Il colombiano, infatti, manca dal campo dal 4 ottobre. Ovvero dal match con la Roma che fu fatale a Donadoni. Con Mazzarri, per colpa degli acciacchi, sino ad ora ha rimediato solo una panchina. Assenti i nazionali e Amodio che sta smaltendo l’influenza, fuori del gruppo hanno continuato ad allenarsi ancora ieri Santacroce e Pazienza. Notizie confortanti, intanto, rimbalzano dall’Uruguay. Il ginocchio di Gargano va assai meglio, ma Tabarez, il ct della «Celeste» ha dichiarato di non essere ancora certo della sua presenza domani contro il Costarica nell’andata dello spareggio per il Mondiale. «Si sta allenando con la squadra, ma non posso ancora dire se sarà titolare in questo primo match», ha dichiarato Oscar Tabarez.

Redazione NapoliSoccer.NET – fonte: il mattino

 

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO