Lavezzi, altra magia, record di ascolti in tv

3
37

«Grande Pocho. Non solo buca le difese, ma anche il video», è il significativo commento di Aurelio De Laurentiis dopo l’intervento di Ezequiel Lavezzi al programma di Raffaella Carrà, «Carramba che fortuna». Un plebiscito di consensi per il Pocho: lo share della trasmissione salito alle stelle, gli applausi di tanti spettatori anche non tifosi del Napoli, le pacche sulle spalle da parte dei compagni di squadra quando ieri è tornato a Castelvolturno. Ha fatto presa su tutti la semplicità con la quale Lavezzi si è presentato. Già dietro le quinte quando ha affascinato Gianni Morandi, Tiziano Ferro e Lello Arena. Poi, il boom quando è andato in onda. Il suo sorriso, la sua timidezza, le sue poche, ma sincere parole («È il giorno più nervoso della mia vita»), il suo attestato d’amore per Napoli, per De Laurentiis, la sua promessa: «A Napoli vivo benissimo. Voglio restare per vincere. Noi e la città vogliamo giocare in Champions». De Laurentiis ha seguito la trasmissione dalla sua villa a Megève. Era stato lui a dare l’autorizzazione per la partecipazione di Lavezzi alla fortunata trasmissione della Carrà. È stato lui a magnificare per primo il comportamento tenuto dal suo fuoriclasse. È bastato che Lavezzi apparisse in video perché lo share del programma lievitasse. Ore 22.03: 7.954.000 spettatori con uno share del 29,58%; ore 22.08, ecco Lavezzi: 8.512.000 spettatori con uno share del 31,91%. Un fulmineo scatto in avanti. Alla Lavezzi. E il giorno dopo, con grande classe, la Carrà ha telefonato a De Laurentiis: «Grazie per avermi mandato Lavezzi. L’audience è salita a mille quando Lavezzi è apparso in video. È un ragazzo eccezionale, di grande simpatia». Tutti pazzi per il Pocho, per questo ragazzo tanto veloce, astuto, devastante, agile ed abile in campo, in grado di passare indenne e vincente tra due difensori che gli vanno in pressing, quanto timoroso, timido, introverso, soprattutto umile al di fuori del terreno di gioco. I compagni, tutti, lo elogiano. Un po’ come accadeva quando nel Napoli giocava Maradona. Anche allora, nonostante ci fosse un abisso di qualità tecnica tra l’ineguagliabile Diego e i Celestini, i Caffarelli, i Ferrario, i Bruscolotti e gli altri, tutti stravedevano per Dieguito. Non a caso Bruscolotti gli diede la fascia di capitano del Napoli. Umile con i compagni, anche con i giovanissimi, mai un comportamento o un atteggiamento da divo, da presuntuoso, mai che li facesse sentire diversi. Lavezzi ha più di una dote dell’inarrivabile Maradona. Un esempio viene dal campo. Diego, tranne una volta con Criscimanni, non reagiva ai falli, anche a quelli più violenti, cattivi. Nessuno lo sa, ma Lavezzi a chi gli fa fallo, regala un sorriso. Va giù, si rialza, sorride e riprende a giocare. Ed oggi è il calciatore italiano che da quando è in Italia ha sùbito più falli. Forse anche per questo suo modo di porsi, in campo e fuori, per quella sua timidezza che quasi lo fece correre al di fuori della sala conferenze quando De Laurentiis lo invitò a stargli al fianco durante la presentazione del calendario del 2008 della società, la gente lo ama. Acquistato per 5,8 milioni di euro, oggi, Lavezzi vale oltre 40 milioni. E Marino che giustamente potrebbe gloriarsi del suo ingaggio, elogia solo il Pocho: «Fa rivivere ai napoletani il gusto di alzarsi in piedi allo stadio per applaudire. È un uomo semplice e un calciatore eclettico e di talento». Un affare per il Napoli, una speranza per l’Argentina del ct Diego Maradona, un sogno per i tifosi partenopei che su Facebook hanno creato il PdL: Partito di Lavezzi.
 Fonte: Il Mattino

Condividi
Articolo precedenteCalcio, Processo Gea: Condannato Moggi a 1 anno e sei mesi
Prossimo articoloBogliacino-Cigarini, scambio vicino
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.

3 Commenti

  1. SEMPLICEMENTE..UNICO POCHO IL MIO SOGNO E VEDERTI..SEI L ORGOGLIO DI NAPOLI..SEI IL NOSTRO BENIAMINO..E QUI VOGLIAMO CHE RESTERAI PER SEMPRE..COMPLIMENTIIIII TI AMIAMOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO FORZA NAPOLIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII FORZA POCHOOOOOOOOOOO

  2. mamma mia che cosa ci hanno mandato a napoli!!!!!! un grande per riportarci tra le grandi!!!!!! super pocho!!!!!!! che spettacolo di persona e di giocatore!!!

LASCIA UN COMMENTO