Un passo indietro

28
30

Il Napoli non brilla, il Catania non approfitta. Al "Massimino" finisce 0-0.
Stavolta anche la mossa Datolo tradisce Mazzarri, rimasto alla fine alquanto deluso per l’interpretazione data dai suoi alla gara. Un passo indietro sotto il profilo del gioco e mentale che allontana il ricordo del Napoli corsaro, in realtà gli azzurri hanno dato l’impressione di non saper più pigiare sull’acceleratore anche se davanti c’era solo un rimaneggiato Catania, che aveva però l’obiettivo di invertire la tendenza negativa di queste ultime giornate e riconquistare l’affetto del pubblico casalingo. La partenza è stata di buona personalità, il primo squillo è stato degli azzurri che perdono l’attimo del tiro con Hamsik, poi ancora un tentativo di fuga di Lavezzi veniva fermato dal giallo che Bellusci rimedia da un Rosetti in serata di grazia. Poi il Napoli viene improvvisamente meno e ciò in coincidenza con la prematura uscita di Gargano, per distorsione, che ha sicuramente tolto imprevedibilità e brillantezza alla mediana. El mota si sa è bravo a rubar palloni ed accendere immediate ripartenze, ma il suo sostituto Pazienza non è stato all’altezza della situazione, si è distinto anzi per la mancanza di precisione in certi appoggi. Il risultato per il Napoli è stato partorire manovre compassate e lente finite sovente per agevolare il Catania, bravo a lavorare sulla sinistra con Llama che sfodera una serie di traversoni sui quali l’agile Marimoto mette spesso in affanno la retroguardia partenopea. Mascara, poi, non gli è da meno quando sfiora il vantaggio schiacciando a terra un pallone che s’impenna sulla traversa sotto gli occhi di De Santis. Il Napoli sembra apparentemente non soffrire il gioco dei padroni di casa che vive più di fiammate che di organicità, ma le occasioni più ghiotte le costruiscono però gli etnei, sul finale di tempo Marimoto liberato al bacio da Mascara pecca di freddezza e si fa respingere il tiro dall’estremo azzurro, bravo a non dare punti di riferimento al giapponese. Poi ancora al 48° di testa l’attaccante rossazzurro spreca da distanza ravvicinata un altro suggerimento di Llama. Stavolta il Napoli risponde per le rime cercando di scrollarsi di dosso un certo torpore, così Lavezzi riesce a sfuggire il controllo dei difensori siciliani ed al momento di concludere si fa ipnotizzare, alla maniera di Marimoto, dal suo compagno di nazionale Andujar.
Atzori purtroppo non ha importanti pedine da giocarsi in panchina mentre Mazzarri cerca di spronare i suoi sostituendo Cigarini, non incisivo come a Torino, con Datolo, poi dando spazio a Denis per Quagliarella che lascia però il campo imbufalito per non aver ricevuto neanche una palla decente da battere a rete. Ma in rete alla fine non ci va nessuna delle due squadre che hanno badato più a non prenderle d’altronde se la filosofia di Donadoni era quella di imporre il suo gioco mediante possesso quella di Mazzarri è fatta di buona difesa e veloci ripartenze che il Catania di oggi ha impedito. Per questo il punto ottenuto al Massimino dagli azzurri è di gran lunga superiore al gioco espresso, ma allunga la striscia positiva e per questo diventa ancora più prezioso. Tocca ora a Mazzarri approfittare della sosta per mettere a punto lo spartito che oggi nessuno dei suoi è riuscito a memorizzare, neanche durante l’intervallo. Forse è il momento di tirare un attimo il fiato per riflettere e metabolizzare tutto quanto è successo in queste poche settimane: 11 punti in cinque gare, una squadra imbattuta e rigenerata nel morale. L’Europa rimane l’obiettivo da non perdere.

Antonello Greco – Redazione NapoliSoccer.NET
 

28 Commenti

  1. Un passo avanti secondo me perche’ pur nella delusione abbiamo preso un punto immeritato anche se ……se il grande casinaro avesse messo dentro quel pallone ora si starebbe ad osannare il Napoli ! e poi non m’e’ piaciuto un granche’ il comportamento di quagliarella al momento della sostituzione evvero che non gli hanno dato una palla giocabile ma se l’allenatore al 78′ ti richiama in panca e che sara’ mai : il tuo nel bene e nel male l’hai fatto ! lo so che ad uscire non ci sta mai nessuno ma un proff queste scenate semmai le fa a quattrocchi con l’allenatore e non si comporta come un pupo viziato ! FORZANAPOLISEMPREeCOMUNQUE !

  2. Il Napoli è meno brillante rispetto alle ultime prove, il Catania invece ci ha messo l’anima ed è sempre stato pericoloso. Nel momento più difficile dell’incontro, è uscito anche Gargano che è l’unico della mediana a far ripartire l’attacco. Meno male che De Sanctis ha fatto il suo dovere con grandissime parate. Lavezzi fa perdere la testa ai difensori però quando entra in area sembra che abbia paura a metterla nel sacco,ed è sempre con la testa a terra. Comunque alla fine un punto guadagnato…ai punti il Catania avrebbe meritato la vittoria.

  3. Striscione anti delaurentis a catania da parte degli ultras ! Forse hanno ragione ? forse hanno torto ? ma che volevano ? dall’articolo della fonte “area Napoli” non si spiega nulla di nulla ! questo è giornalismo ? chi sta lontano dalla citta’ non è a conoscienza dei motivi validi o no che hanno portato gli ultras a esporre quello striscione ! ma come hanno fatto a portarlo dentro lo stadio a me levano persino il tappo della bottiglia e mi tolgono pure l’accendino ? forse perche il fumo accide !?? sarebbe gradito almeno da parte mia che queste notizie venissero spiegate . FORZANAPOLISEMPREeCOMUNQUE !

  4. a me e’ sembrato il napoli della prima maniera, sia come gioco che come mentalita’. Si vince e ci si esalta con le grandi per poi dimostrare ben poca cosa, o niente, con le piccole

  5. Un’occasione perduta per dare continuità al lavoro svolto, un segnale di maturità. Con tutto il rispetto dell’agguerrito Catania che la sua partita l’ha fatta, considerate le numerose assenze, il Napoli delle ultime gare poteva tranquillamente fare i 3 punti. E invece ha rischiato di prenderle! (Grazie Morgan!).
    Hamsik, Maggio, Cigarini e …Pazienza, stà cantata va a vuie! La punta soffre se il centrocampo non gira. Ed esce sacramentando…!

  6. secondo me è un passo in avanta anzicchè indietro.
    Certo è che se la gente è convinta che avendo vinto a torino contro una modesta juve il napoli ora debba vincere tutte le partite,allora povero mazzarri.
    Secondo me il napoli ieri ha fatto un grande passo in avanti poichè inanellare 3 trasferte in campi difficili senza neanche una sconfitta non può che considerarsi una cosa positiva.

  7. le partite non sono semplici su nessun campo.
    guardate la figuraccia mondiale fatta dai galattici del real madrid in coppoa del re contro una squadra di 3 divisione.

    ieri il napoli non ha brillato e si è portato via un ottimo punto su un campo comunque non facile.

    il napoli non poteva e non può giocare con lo stesso ritmo giocato con milan,fiorentina,juve.
    la risposta è semplice i lavezzi, gargano, hamsik, maggio,campagnaro, quagliarella(quello di udine) quando non brillano i loro sostituti non valgono lo stesso valore.

    su gargano dico che nel suo ruolo è il migliore, quindi caro presidente per un grandissimo napoli blinda GARGANO,HAMSIK,QUAGLIARELLA,DATOLO,CAMPAGNARO,LAVEZZI,SANTACROCE,DESANCTIS,CIGARINI;IEZZO, poi bisogna prendere giocatori di pari livello a questi.

  8. Ha ragione Quaglia nn gli arriva un pallone buono.. il centro campo del Napoli nn gli da una palla buona… Lavezzi po giok sol iss…. e dribling a centro camp.. si interstadisce.. ma po nun fa nu stop a segui buon e sene va inta port.. ma pe piacer po a tu x tu cn il portiere ce la tirat ncuoll.. killu nun sape tira nemmen.. cmq Lavezzi è un giocatore sopravalutato… dal publico del San Paolo. A mio avviso è un calciatore mediocre ma non è forte ne un campione sta 2 gradini sotti. Non è quel calciatore in grado di risolvere le partite come fanno i giocatori forti o i grandi campioni.. ten sul ka te fa na fint nu giokett magari se scart a 3 4 e lot e po? arriv sott port e fa rirer… però e sciem subit ooo Lavezzi a fatt na fint è fort… quest pekkè un giocatore così ci mankava da tnt al San Paolo allor subit l’ann fatt diventà natu Maradon sti sciem.. Comm dicett Aurelio Dela bisosgna dimostrare in campo ki sei e il publico nn deve crearsi falsi idoli..

  9. come mai lasciate entrare commenti pubblicitari, come MusicaNapoli.org e poi annullate quelli nostri se vanno un minimo oltre le righe? Quasi quasi allora pubblicizzo la mia attivita’ di geometra…in questi commenti.

  10. Comunque il pareggio di oggi e’ alquanto strano, a dire poco, il Napoli ha rinunciato a giocare e le occasioni da rete sembravano sbagliate volutamente..entrambe tirate sul portiere che non si e’ mosso quasi a dire devi colpirmi qua’…difficile pensare che il napoli abbia non giocato in guesto modo, anche quando ha perso fuori casa ha paventato un briciolo di iniziativa , no no c’e’ qualcosa sotto..e spero non ritorni a galla il problema degli ingaggi.

  11. Ogni tanto ci va bene anche a noi e non è una vergogna giovarsene.
    Bisogna ammettere che il merito della rinascita nel gioco e nei risultati dipende in grandissima parte dal mister Mazza.
    Con Dona ieri avremmo perso 3-0….
    Mazza oltre ad essere bravo mi sembra anche fortunato al contrario di Dona ( vedi partite contro Palermo, Genoa e Roma dove la sorte e gli arbitraggi ci avevano voltato le spalle).

  12. aumentare l’ingaggio a gargano? ma siamo fuori di testa? per carità abbiamo con le sue stesse caratteristiche altri giocatori senza qualità, tecnica a centrocampo uno con gli attributi che sappia far girare la palla, che si sappia imporre con i piedi buoni, altro che gargano che corre solo e passa la palla all’indietro!! per caritààà

  13. Ieri ho visto la partita piu’ brutta degli ultimi anni,2 tiri a porta(Cigarini su punizione e Lavezzi).Pero’ c’è da dire una cosa…..se il Napoli pur giocando in questa maniera raccoglie punti qualcosa è cambiato! Prima le perdevamo tutte!Adesso 3 trasferte 7 punti! Si,è vero abbiamo giocato a Catania,ma secondo me in questo momento era un campo difficilissimo! Abbiamo una media quasi da Champions…non incominciamo a lamentarci! e stiamo vicini alla squadra. il 22 novembre Tutti allo stadio per Napoli-Lazio Forza Napoli

  14. ma di cosa ci lamentiamo?!un pareggio a catania ,in una giornata come ieri ,non sò quanti l’avrebbero portato via!!! il catania aveva altri stimoli,come noi del resto,contro la juve,fiorentina e milan…non facciamo lo stesso errore dei tifosi doriani,che finchè cassano le vinceva da solo,era un grande e adesso che ha un calo,lo fischiano…questi sono tifosi!?può capitare di non giocare sempre alla grande,questo è il gioco del calcio…
    FORZA AZZURRI

  15. antimazzoni gargano non e’ a caso il mediano dell’uruguay e non a caso e’ richiesto dal mercato europeo ogni anno, tu sei sicuro di vederlo giocare e di capirne di calcio?

  16. Quagliarella il Napoli nn è tuo! t si muntat a cap…..così crei malcontento in squadra…! pensa a correre sacrificarti per gli altri, come fanno tutti. e qnd ti cambiano statt zitt ca nn sì Maradona! nn ci basta che baci la maglietta….! per iltuo nome togli il posto a chi attualmente gioca meglio di te.

  17. ciao sergio50,
    personalmente ritengo che ieri con o senza Gargano la partita sarebbe stata la stessa. Come credo che, oggi Gargano essendo molto piu’ disciplinato da un qualche contributo al gioco della squadra, diversamente a prima dove sbagliava anche il passaggio piu’ banale quando cercava di creare gioco(non e’ cosa sua)

  18. l’importante è non perdere…..abbiamo fatto 10 punti contro squadre difficili.cmq l’importante è non esaltarsi altrimenti ci si rimane delusi…tempo al tempo.

  19. Non capite di calcio, Gargano è il classico motorino .quando è in forma
    trasforma la squadra.Ha due grandi polmoni ed è generosissimo .va blindato
    con un aumento di ingaggio non facciamo la fine di Mannini !!!!!!

  20. caro sergio, hai detto bene è il centrocampista dell’uruguay mica del brasile? che non si qualifica in una competizione da anni orsono.. gargano secondo me è un buon incontrista null’altro come blasi, a napoli serve altro serve qualità per vincere!! vuoi vincere con gargano? gargano regista mi viene la nausea!! per caritààààà!!!
    ps: lo vuole mezza europa?e ki? dimmi.. forse sei in uno stato confusionale, stai scambiando hamsik con gargano!!
    cmq gargano corre solo, il resto è da comiche!!

  21. gargano nel suo ruolo è un giocatore determinate .recupera palloni fa ripartire la squadra non è falloso ed è un ragazzo serio. doti necessarie per giocare al calcio.

    chi lo ha portato al napoli lo aveva strappato a squadre spagnoli (atl.madrid,villareal)e italiane (udinese, genoa, fiorentina) e ha mio parere è stato un grande acquisto.

    ritengo gargano un giocatore determinante nel suo ruolo per gli equilibri della squadra.

    il napoli deve tutelare il proprio capitale , tenendo i propri gioielli e investendo su altri gargano, lavezzi, hamsik, maggio, campagnaro, santacroce,quagliarella,datolo,

    presidente a gennaio due innesti e a giugno 2010 altri 4 di pari livello.

    forza napoli

  22. non credevo che mazzarri potesse dare un nuovo volto a questa squadra, però adesso si vede più di prima quanto sia stata sbagliata la campagna acquisti, il caso quagliarella ne è l’esempio, non credo sia un fatto di forma fisica o psicologica, non è la prima punta adatta a questa squadra è la cosa che più mi fa rabbia e che ilpresidente lo aveva detto

LASCIA UN COMMENTO