La Martos ha preso il play: Wood, ex Cantù

0
16

In questo week end la Martos chiuderà la trattativa con il nuovo play. E il nome molto probabile oggi è quello di Deshaun Wood, play ex Cantù e Treviso, che ha però un ingaggio piuttosto alto: 220mila euro. Intanto non gliene va bene una alla Martos, visto il ritardo con cui Traylor è partito per un problema di salute della moglie. L’arrivo a Napoli stamattina con un volo da Detroit a Roma (partenza ieri alle 22, arrivo alle 9 a Fiumicino), costato tra l’altro la bazzecola di 4.200 euro, perchè i giocatori Nba viaggiano in prima classe. A Napoli arriverà alle 11 passate, troppo tardi per tesserarlo per la partita di domenica. Tra i procuratori italiani c’è chi dice che si presenterà a quota 160kg. Lui giura che è a 135. Oggi si scoprirà la verità. Coach Pasquini domenica si ritroverà a disposizione l’organico di sette giorni fa con l’aggiunta di Skele e Gigena. Squadra dunque più ricca, ma priva del riferimento essenziale sotto i tabelloni. Un’altra gara ad handicap e per di più contro una diretta concorrente alla salvezza. Traylor dopo la trafila burocratica, farà le visite mediche e poi, probabilmente farà visita alla squadra al palasport nel pomeriggio. Ma non è detto che si alleni. Una squadra senza pivot di ruolo è una bella notizia per Ario Costa, oggi gm alla Vanoli Cremona, che ha fatto un ottimo lavoro a Napoli prima di essere costretto a mollare per il fallimento del club di Maione. «Se Traylor non ci sarà non mi dispiace ma ritengo che Napoli sia pronta a fare una partita completamente diversa da quella vista contro la Pepsi – spiega Costa -, la squadra manca ancora di qualche aggiustamento, ma avrà comunque due ottimi giocatori come Skele e Gigena in più e una gran voglia di vincere la prima partita. Dal canto nostro non possiamo permetterci di perdere in casa con una diretta concorrente come la Martos. È una sfida già fondamentale per la nostra stagione, vincere vorrebbe dire salire a 4 punti in classifica, ovvero a +6 su Napoli. Un bel vantaggio». A prescindere dall’inizio di stagione deprimente, il ritorno di Napoli in A è comunque una bella notizia, secondo Costa: «Sono contento di rivedere Napoli nel massimo campionato, c’è una grande passione per il basket in città e anche se oggi non c’è ancora feeling con la società attuale. Sono convinto che tra un mesetto, con la squadra al completo, il pubblico tornerà a riempire il palasport».

Redazione NapoliSoccer.NET – fonte il mattino

LASCIA UN COMMENTO