Hamsik incoronato dai grandi azzurri del passato

0
27

Le gesta di Hamsik sono cosa risaputa così come le sue capacità e le sue ulteriori potenzialità Il quotidiano "Il Mattino" ha chiesto un giudizio sullo slovacco a 4 azzurri del passato, Antonio Careca, Bruno Giordano, Salvatore Bagni e Massimo Mauro. Il loro unanime giudizio incorona Hamsik ai massimi livelli rendendolo uno dei giocatori simbolo di questo Napoli. Di seguito le dichiarazioni dei quattro ex azzurri sintetizzate da Napolisoccer.NET:

Mauro: "La confidenza che ha con il pallone e il suo essere determinante sono qualità eccellenti. Di Hamsik mi piace la serenità con la quale, nonostante i ritmi, le pressioni e le tentazioni del calcio moderno, vive la sua vita da calciatore in campo e fuori. Trovo che sia un campione moderno, ma anche di altri tempi".

Giordano: "Hamsik è un giocatore che riesce a rendere semplici le cose complicate, fa benissimo questo ed anche spesso. Testa alta e palla al piede è un esempio di tecnica quando gioca in mezzo al campo. In area di rigore, come dimostrano i due gol fatti alla Juve, ha la freddezza della vera punta".

Bagni: "Hamsik è il giocatore che ogni allenatore vorrebbe avere in squadra. Non esiste un altro centrocampista, per giunta ventiduenne, che dopo undici partite ha già fatto sette gol. Quest’anno poi, lo vedo anche più sereno e più maturo. Dalla metà campo in su sa essere devastante come pochi".

Careca: "Hamsik è uno dei migliori talenti del calcio europeo e quindi anche mondiale. Capisco la sua felicità, la capisco perchè ventuno anni fa c’ero anche io quando il Napoli mise sotto la Juventus. E modestamente quel giorno di gol io ne feci tre 3".

Redazione Napolisoccer.NET – Fonte: Il Mattino

LASCIA UN COMMENTO