Aronica: “A Torino abbiamo compiuto un’impresa ma a Catania non dobbiamo sbagliare”

3
45

“L’impresa di Torino ci entusiasma, negli spogliatoi abbiamo lanciato in aria il presidente De Laurentiis. Sabato in Sicilia non dobbiamo sbagliare, è una gara che ci dirà se abbiamo capito gli errori del passato”
Salvatore Aronica, difensore del Napoli, è intervenuto a Radio Marte, radio ufficiale della SSC Napoli: “A Torino abbiamo compiuto un’impresa, siamo contenti per noi, per il presidente e per i tifosi. Ho capito quello che avevamo fatto quando ho visto la gioia dei napoletani all’aeroporto di Capodichino: erano davvero tanti, li ringrazio a nome della squadra. C’erano tanti tifosi anche a Torino, sono spuntati dappertutto al gol di Hamsik. E’ lì che ci siamo resi conto che stavamo cogliendo un’impresa storica. E’ stata un’emozione fantastica. Ci voleva, per noi e per questa tifoseria meravigliosa”. Negli spogliatoi dell’Olimpico c’è stato un modo particolare per festeggiare: “Sì, finita la partita, De Laurentiis – ha raccontato a Radio Marte – si è unito nello spogliatoio alla nostra gioia. E così…lo abbiamo abbracciato e lanciato in aria Abbiamo coinvolto il Presidente nell’entusiasmo generale ed è stato un momento bellissimo. Lui cosa ci diceva? «Ragazzi piano che ho due ernie al disco…»”, ha spiegato simpaticamente Aronica. Il difensore azzurro, che ha ricevuto centinaia di messaggi in radio di complimenti, ha spiegato il suo tiro intercettato da Buffon con una prodezza “E’ stato un gran tiro nel primo tempo e poteva essere una bella soddisfazione personale, ma di fronte c’èra il portiere della Nazionale e tanto di cappello. Però siamo felicissimi così, avrei barattato volentieri il gol per una rimonta straordinaria come questa. Sto attraversando un periodo magico – ha rivelato a Marte Sport Live – soprattutto perché sto giocando con continuità. Effettivamente battere la Fiorentina e la Juve in trasferta e rimontare il Milan al San Paolo rappresenta un ciclo esaltante. Ma adesso ci aspetta il match a Catania e speriamo di chiudere bene questo segmento di campionato”. Su Mazzarri Aronica ha ribadito: “Lo conosco da tempo ed ho condiviso con lui una strepitosa salvezza a Reggio Calabria. Sapevo cosa poteva dare alla squadra ma è anche vero che il gruppo ha risposto benissimo. Siamo stati noi stessi a fare cerchio e comprendere che non avevamo più alibi e non dovevamo sbagliare più. Questa molla, unita alla spinta psicologica che ci ha dato Mazzarri, ha creato i presupposti per la svolta”. Infine sulla gara di Catania, vero esame decisivo per capire dove può arrivare il Napoli di De Laurentiis: “Sarà una gara delicata, per me tra l’altro è un derby. Sono palermitano e giocare a Catania – ha affermato Aronica a Radio Marte – è sempre particolare. Insieme al mister dovremo preparare con attenzione e meticolosità questa partita, perché c’è fiducia ed entusiasmo e non vogliamo dilapidare quanto di buono fatto sinora, cadendo magari in errori passati. Siamo concentrati e lavoreremo con massimo impegno per ottenere un buon risultato anche sabato. Da domani ci alleneremo, ma già da oggi pensiamo al Catania”.
Redazione NapoliSoccer.NET



3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here