Marino: “Roma forte, ha avuto anche la fortuna di segnare subito”

0
67

Il direttore generale del Napoli Pierpaolo Marino, intervenuto in sala stampa ha rilasciato alcune dichiarazioni raccolte dall’inviato della Redazione di NapoliSoccer.NET: “Abbiamo trovato una Roma che oggi ci è stata superiore. La Roma è stata anche fortunata perché ha chiuso la partita con un gol all’inizio del primo tempo ed un altro all’inizio del secondo con un rigore, avendo la fortuna di segnare al momento giusto. Diciamo però che la Roma è una squadra che non ci ha permesso di fare quello che sappiamo fare. Dobbiamo avere la forza in questa situazione dove perdiamo di non appellarci a discorsi sulla direzione di gara. Dobbiamo educare la squadra ad arrivare ad essere sempre più forte. E’ vero che Saccani qualche decisione l’ha orientata pià verso la Roma che verso il Napoli però c’è da dire che oggi la Roma oltre ad essere la squadra più forte ha avuto anche la fortuna di segnare subito e di avere questo rigore su un fallo che non ho ancora avuto modo di vedere. Dobbiamo sempre fare quei punti che mancano, oggi in classifica per fortuna ci hanno rosicchiato un solo punto e siamo sempre più vicini alla zona in ‘che si va in paradiso’ che a quella brutta. La squadra oggi comunque ha retto la partita. Non è che ci sia stato uno stradominio della Roma. Più che altro la Roma ci ha saputo mettere nella condizione di non nuocere non permettendoci di avvicinarci alla zona pericolosa. La Roma mi piace come modello ma loro stanno lavorando da un decennio e Spalletti è già al quarto anno. Oggi noi comprando dieci giocatori in due sessioni di mercato possiamo solo cercare di far crescere i giovani che abbiamo. A me è sembrata molto bella l’azione di Lavezzi che se Domizzi non arrivava un attimo in ritardo alzando la mano era un gol da far cadere lo stadio. Domizzi è un difensore che farebbe la sua fortuna a giocare in quel ruolo lì, io me lo ricordo quando giocava con la primavera della Lazio. Quando gioca in quel ruolo ha buone possibilità, riuscendo anche ad arrivare più facilmente in porta ed io ci rifletterei al posto suo anche se poi ognuno fa le sue scelte. In quel ruolo ce ne sono pochi che sanno fare bene. Ora pensiamo alla Juventus che sarà una partita durissima. Stasera ci guarderemo la partita col Genoa e poi penseremo alla Fiorentina. Ci vorrà un Napoli forte sia nella testa che nel cuore. Santacroce? Mi da sensazioni di grandissime potenzialità, però è la squadra che va bene. Oggi non posso muovere appunti, peccato per Contini che ha avuto quella piccola sbavatura all’inizio, poi però ha fatto molto bene”.
Dall’inviato in sala stampa, Gennaro Gambardella



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here