Noi chiediamo solo di poter informare!!

10
80

E’ dal passato 2004 che le sorti del Napoli e di Napolisoccer.net si affiancano e si incrociano. Dal quel lontano giorno di Paestum, dove oltre ai vari Montervino, Montesanto, Marino e nulla più, c’eravamo anche noi che cercavamo di capire, di raccogliere i cocci di tifosi sparsi nel mondo e riportarli in seno al Napoli. Idea ambiziosa, forse anche spavalda e incosciente, ma la nostra passione per questa squadra e per questo "lavoro" andava oltre ogni ostacolo. Pian piano ci siamo costruiti la credibilità, la professionalità e la fiducia che oggi, senza remore, possiamo vantare per contenuti giornalistici e qualità informativa. Il tutto senza andare mai fuori dalle righe, nel massimo rispetto dei ruoli.
Rispetto! Bella parola vero? Per noi il rispetto è un valore inscindibile dalla nostra professionalità. Ma il rispetto merita risposte, quelle le pretendiamo. Non siamo e non saremo mai alla mercè di nessuno e non ci lasceremo ingabbiare in meccanismi contorti di lecchinaggio e di dignità sottomessa come altri nostri pseudo colleghi egregiamente fanno. Non siamo fatti di quella pasta, la nostra dignità va oltre a 150 scatti fotografici ed ingressi di favore. Questo non è un appunto o una polemica con l’attuale responsabile della comunicazione della SSC Napoli, con il quale c’è un sano confronto, a volte anche brusco, ma sano. Lui svolge il suo lavoro, lo svolge in una città difficile e lo svolge con il cuore, ma si deve capire una volta e per tutte che lo dobbiamo svolgere anche NOI, in tranquillità e nel rispetto delle regole.
Il messaggio che sta passando, purtroppo, è che chi ha la forza di pagare i diritti per intervistare qualche esponente della società lo fa e mentre altri – tra cui noi – umili e grandi lavoratori, devono sottostare in silenzio, dopo un’attesa vana di 2 ore nel ventre del San Paolo, per uno stralcio di dichiarazione o un tentativo di domanda.
I nostri diecimila utenti iscritti ed i milioni (non esagero) di lettori hanno lo stesso diritto di altri ed il nostro lavoro ha il medesimo valore. Non mi sembra che si chieda qualcosa di estremamente particolare o difficile! Le miriadi di idee sepolte per i continui no ricevuti ed i servizi a cui rinunciamo a causa degli invalicabili muri che ad arte ci vengono contrapposti non si contano più.
Per costruire un grande grattacielo, servono tantissime cose : cemento, viti, bulloni, ferro,  lavoro, idee, noi chiediamo solo di rappresentare un singolo bullone di un grande progetto. La nostra speranza  è che il nostro discorso sia migliore del loro silenzio.

Gennaro Gambardella giornalista pubblicista iscrizione albo giornalisti della Campania n°110494



10 Commenti

  1. Sono un lettore incallito e fedele di questo sito. Il forum non lo frequento più per vari motivi ma gli articoli li seguo e li commento quotidianamente.
    Devo dire che però in questo caso non mi trovate d’accordo!
    Personalmente credo che il corso corretto delle cose sia proprio quello descritto nell’articolo stesso: “chi ha la forza di pagare i diritti per intervistare qualche esponente della società lo fa” e chi non può pagare… per forza di cose si accoda! Altrimenti Radio Marte farebbe la telecronaca delle partite senza pagare e lo stesso farebbero altre 20 radio, 100 televisioni e 1000 giornali… Invece non è così!
    Chi ha la possibilità di investire e spendere molti soldi, è giusto che poi abbia aperte delle porte che invece restano chiuse per altri… per chi, detto in poche parole, non paga!
    E’ un mercato che funziona così e Napolisoccer.net non dovrebbe avere la “presunzione” di farne parte ma non rispettandone le regole!

    D’altra parte nelle condizioni in cui siete ora fate già un ottimo lavoro ed io come lettore percepisco proprio gli sforzi e la professionalità che c’è alle spalle di questo progetto. Ma è pur vero che se volete fare un ulteriore passo avanti c’è da fare i conti con un meccanismo che va accettato nei pro e nei contro!

  2. Caro Luigi,
    Ho letto attentamente il tuo commento e non fa una piega. Giusto che chi acqusisce i diritti li utilizzi al meglio. Anche io quando lavoravo a TeleA e facevo la telecronaca pretendevo i rispetto delle regole. Ma la questione non è questa. Ti domando :”E’ giusto che in una mix zone (zona adibita a tutte le testate radiotelevisive, siti, etc etc) lunga almeno15 metri, dopo aver aspettato 1 ora e mezza, si faccia fare solo 3\4 di questo percorso e noi che siamo posizionati alla fine veniamo snobbati senza poter fare il nostro lavoro?” Questa è la questione, non altre. Sai quante inizitive abbiamo in cantiere e non possiamo farle? Avrei un mare di cose da scrivere…se le vuoi sapere basta che mi contatti alla mia mail presente in redazione. A presto

  3. Credo che tutti i lettori di napolisoccer.net non possono che apprezzare il servizio ottimo e la puntualità che da sempre ha contraddistinto questa redazione…. perciò appoggio in pieno l’articolo.

  4. vi seguo sempre con interesse, siete una delle migliori testate che fanno informazione trasparente ed obiettiva sul napoli.
    il mio plauso va a voi e al vostro modo di lavorare che merita il massimo del rispetto.
    vi continuerò a seguire sempre e vi ringrazio per il puntuale ed impeccabile servizio che ci offrite.
    cordialmente
    elio scelsi

  5. ebbè,certo che il discorso di Luigi fila,
    però anche il Sig. lee7510 ha ragione in quell’area adibita alle interviste dopo le emittenti televisive i giocatori dovrebbero continuare il giro ma talvolta capita e credo che la redazione non mi smentirà in questo mondo ci sono troppe persone stupide(calciatori in primis,per poi passare a dirigenti ecc….)e l’umanità ed il rispetto verso l’altro vanno man mano diminuendo.
    Vogliamo più interviste,più domande anche simpatiche e vedere di nuovo qualche calciatore in programmi come TCS.
    Siete i nostri idoli portateci rispetto perchè noi ve ne portiamo.

  6. è vero che in un sistema dove regna sovrano ed incontrastato il mercato, le uniche regole valide sono quelle monetizzabili, ma a volte si esagera. il nostro presidente più volte ha affermato che i 6 milioni di tifosi sparsi per il mondoi e blablabla, insomma premiare anche chi ha modeste possibilità economiche ma grande passione ed amore per i colori sociali, che diavolo, il mercato sarà pure il mercato, ma un pò di spazio ai sentimenti non guasterebbe…

  7. Caro sito napolisoccer.net dico la mia: con me hai avuto qualche screzio per mie frasi colorite non condivise e bloccate ma devo ammettere che è un sito molto semplice, disponibile ad ascoltare la gente ed è uno dei pochi se non l’unico a permettere alla gente comune di poter commentare le notizie senza perdere troppo tempo con le noiose iscrizioni.
    Purtroppo io credo che a napoli ci siano troppi, troppi mezzi d’informazione sul calcio napoli. Tra quotidiani, siti, trasmissioni televisive e radio non si capisce nulla. Comunque credo che voi siete da valorizzare anche perchè rappresentate il NUOVO, a partire dalla antenata NAPOLISOCCER
    Io spero sempre nel vostro appoggio in quanto io ho bisogno di gente che abbia qualche contatto con gli organi d’informazione e con chi conta perchè io sono uno che parla fa casino, cosa che dovrebbero fare tutti i napoletani.
    Io ho fatto casino tante volte tipo quando feci parte di gruppi che volevano il fallimento della vecchia società ormai schiava dei debiti e ho fatto casino, con la società stessa, quando ho visto la gestione sciagurata della dirigenza da quando si è ritornati in A. Ho fatto casino quando ho visto il comportamento dei tifosi avversari contro di noi (su tutti i cari “amici” genoani). Ho fatto casino con le ingiustizie arbitrali, del giudice sportivo e del casms contro di noi. E continuerò a farlo………che napolisoccer.net mi appoggia o no….
    Cmq ora mi sento di dirvi un affettuoso GRAZIE!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here