E’ partita la nuova era: finalmente si parla!

6
42

Il nuovo corso è partito e la conferma non è data solo dai risultati (positivissimi) e dalla conduzione tecnica ma anche da quella mediatica. Evidentemente l’aver ridato voce ai protagonisti ha avuto un buon impatto anche sui giocatori. Oggi è toccato al portiere De Sanctis ed al difensore Aronica, due dei migliori in campo ieri a Firenze, il confronto con i giornalisti ed i due hanno potuto rendere noto il loro pensiero ai tifosi.
Grazie al nuovo programma di relazione verso l’esterno previsto dal Napoli ed agli intervenuti cambiamenti nei rapporti con i mass-media finalmente i tifosi potranno conoscere ed apprezzare (o no) i propri beniamini ed in qualche modo sentirli più vicini.
Coinvolgente ed a tratti esilarante l’intervista ad Aronica, a cura di Radio Marte (la radio ufficiale del Napoli), che simpaticamente ha fatto luce su uno spaccato della sua vita privata e sul rapporto, anche dal punto di vista familiare, con la città. "Mio figlio tifa Napoli e non potrebbe essere altrimenti – confessa l’azzurro made in Sicily – visto che frequenta la scuola a Napoli e quando giocano a calcetto è obbligatoria la maglia del Napoli visto che la indossano tutti i suoi amichetti. Addirittura ha chiesto quella con il numero di Lavezzi (la numero 7 – ndr) e dietro ha voluto la scritta Aronica. E’ uno spasso sentirlo parlare napoletano, io ci provo soprattutto con Gennaro e Paolo (Iezzo e Cannavaro – ndr) perchè mi piace parlare il dialetto di dove mi trovo ma loro sono molto più bravi di me. La parola che mio figlio più dice è guagliò". La famiglia Aronica quindi appare ben integrata nella nostra città ed a quanto pare ne sposa anche il modo di essere e la tipica ironia: "Quando abbiamo giocato a Genova – racconta Totò – la mia famiglia mi ha seguito perchè è stata ospite di amici. A mio figlio in quell’occasione fu regalata la maglia del Genoa, quella di Sculli, ed il bimbo la indossò. Al ritorno da Genova mia moglie quando la vide, gli disse: Uè ma con questa maglia se ci vedono a Napoli ci menano ".
Complimenti ad Aronica ed alla sua famiglia, ma soprattutto al piccolo di famiglia.

Redazione NapoliSoccer.NET

6 COMMENTS

  1. grande napoli… xo io nn m monterei gia la testa.. adesso ce il milan.. ke e in netta ripresa.. sn prp curioso di vedere la partita… cmq cm tt avranno notato… il vr problema erano PIERPANZA E DONADONI… MAZZARRI E 1 ALLENATORE KE HA CORAGGIO GRINTA E VOJA DI VINCERE… RICORDO A TT KE DONADONI DURANTE LE PARTITE NN S ALZAVA DALLA PANKINA X DARE ISTRUZIONI ALLA SCUADRA… E MARINO FACEVA IL FURBO E MINACCIAVA… SN PRP CURISO DI LEGGERE 1 LORO FUTURA INTERVISTA LE CAVOLATE KE DIRANNO…

LEAVE A REPLY