Maggio: “Contento per questa vittoria ma dobbiamo dare ancora tanto”

4
76

Christian Maggio, intervenuto ai microfoni di Radio Marte, ha commentato la vittoria degli azzurri a Firenze. Queste le dichiarazioni raccolte dalla redazione di NapoliSoccer.NET: “Non ho fatto nessuna magia, son felice per me ma soprattutto per la squadra. Dopo un anno siamo riusciti a vincere (in trasferta, ndR) ed è segno che qualcosa sta cambiando. Fra tutti gli allenatori che potevano arrivare son contento che alla fine sia arrivato proprio Mazzarri. Andiamo avanti per questa strada perchè sono convinto che potremo fare bene. In queste partite si è visto che qualcosa è cambiato, anche perché al 90° siamo ancora lì a combattere. Dobbiamo pensare partita per partita, come dice il mister, il campionato è molto lungo. Ripartiamo da mercoledì perché avremo una partita importante. Mi dispiace per Fabio perché voleva fare gol e ci teneva a segnare a Firenze però portiamo a casa un vittoria importante. Il mister è arrivato da poco tempo e in questo poco tempo ci ha spiegato il minimo indispensabile ma quando entriamo in campo l’importante è che sappiamo i movimenti che dobbiamo fare. Oggi si è visto che siamo stati molto attenti in campo. Quando non arrivano i risultati è normale che le cose non vanno bene ora abbiamo fatto queste due vittorie che di danno molto morale. Vargas è forte ed è un bravo giocatore ma non potevo stare sempre in difficoltà dovevo attaccare anche io per sfruttare le mie qualità ed ci è andata bene. Non c’è una lista di rigoristi, il mister ha dato ampia libertà a noi calciatori, l’ha battuto Fabio e mi dispiace che l’abbia sbagliato. Sul gol sono stato fortunato ma altrettanto bravo a metterla dentro sul passaggio di Denis. E’ giusto che i tifosi pensino in grande ma noi siamo professionisti e sappiamo che non è cambiato niente e che dobbiamo dare ancora tanto. Sono contento che sono rientrati calciatori che erano stati un po’ dimenticati, questo è segno che qualcosa è cambiato e che il mister da la possibilità di giocare a tutti. L’espulsione il mister non se l’aspettava, diceva solo a Vargas di stare un po’ più tranquillo visto che mi aveva mandato a sbattere contro il vetro. Cercherò di venire a parlare ancora molte volte, sarà segno che avrò fatto bene. Nove gol? Perché non dieci?!”
Redazione NapoliSoccer.NET



4 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here