Mazzarri ospite a Controcampo

10
33

Il tecnico azzurro, Walter Mazzarri, ospite stasera su Rete4 della trasmissione "Controcampo", ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla squadra e sull’ambiente napoletano, ecco quanto raccolto da NapoliSoccer.Net: "Ho allenato i nazionali per pochi giorni, all’inizio mancavano concentrazione e tutte le componenti per giocare ad alto livello. Lavezzi? Ho fatto una scelta a sensazione. Mi ha promesso che giocava bene ed infatti….Ho un organico giovane ed è difficile avere un rendimento costante poi quando c’è tensione nascono ulteriori problemi. Con Mazzarri esplosi molti attaccanti, sarà l’ora anche di Quagliarella? Gli attaccanti come dico sempre rendono quando c’è la squadra che li mette in condizione di segnare. Parlarci e fargli sentire la fiducia è  molto importante. La piazza di Napoli? Napoli è Napoli, è una piazza difficile ma senti l’importanza del bacino di utenza."
Mazzarri chiude il suo intervento con un pensiero alla prossima trasferta (che si giocherà esattamente un anno dopo l’ultima vittoria fuori casa degli azzurri): "Questa settimana li ho tutti, spero di dare qualcosa di piu a questi calciatori."
Salvatore Testa – Redazione NapoliSoccer.Net

10 Commenti

  1. Bisaogna dire che almeno ci hanno creduto e provato fino alla fine,, ma vincere al 91esimo con una delle squadre piu’ scarse della serie A fa capire che c è tantissimo da lavorare!!
    PURTROPPO NON SEMPRE ANDRA’ COSI PERCHE’ SIAMO SEMPRE OSTAGGI DEL 3-5-2

  2. Si è diventato 3-4-3 solo per la disperazione del risultato,, poi non dimentichiamoci che è entrato Pia’ mentre Denis ancora in panchina e cio’ è INSPIEGABILE!!!

  3. in serie A non esiste la partita facile e scontata, il bologna ha pareggiato a torino con la juve, perso a milano con il milan alla fine, penso invece che il napoli ha mostrato carattere e voglia di vincere la partita fino alla fine.lo dimostra il fatto che poteva anche perderla se desanctis non faceva una grande parata.ma alla fine maggio su invenzione di lavezzi ha messo le cose a posto.

    forza napoli

  4. Con Donadoni sarebbe stata un’altra sconfitta!
    Non amo Mazzarri ma la realtà è questa! E’ un allenatore che decide cambia modulo in corsa e giocatori in tempo …….

  5. Mazzarri è stato fortunato nel suo esordio a trovare il gol della vittoria a pochi minuti dalla fine.
    La squadra si è avvantaggiata dello stadio che l’ha spinta fino alla fine,il Bologna è arretrato nella propria trequarti e fortunatamente,alla fine,è stato trovato il gol.
    Resta il fatto che c’è ancora moltissimo da lavorare e da innestare.
    Quagliarella non è una prima punta ed è male assistito dalla squadra.Gargano è inguardabile e non capisco cosa aspettano a mandarlo a lavorare nei campi,sbaglia pure l’impossibile,lo vedrei benissimo con una zappa in mano.
    Per non parlare del mediocre Cannavaro.
    Lo ripeterò fino allo sfinimento:c’è bisogno di una prima punta,di un innesto solido a centrocampo,di un terzino valido.
    Questo è il minimo che si deve fare a gennaio,per non parlare del resto.
    Solo facendo questo,possono aspirare all’europa league,e non ad un altro campionato incolore,con una squadra incompleta.
    E la smettano con questa storia della squadra buona!
    Senza Lavezzi lotterebbero per non retrocedere.
    Hanno bisogno di 4 o 5 innesti di spessore per poter diventare competitivi.
    Diversamente,sarà sempre la solita minestra.

  6. alfredo semplice.. in quel momento ha optato per una punta di movimento davanti e non per una potente ma statica…
    finalmente ho visto un napoli con gli attributi… questa partita con donadoni sarebbe finita al 15mo del primo tempo… dopo il gol ne prendevamo almeno un altro… e la squadra stava a guardare tipo con la roma
    grande mazzarri!

LASCIA UN COMMENTO