Garrone (Pres. Sampdoria): “Il Napoli avrà una sua identità”

4
44

Il presidente della Sampdoria parla di Mazzarri e rassicura i tifosi azzurri: "I risultati sono con lui" –  intervista tratta dal "Corriere del Mezzogiorno".

Poche parole, ma buone. Quelle dedi­cate al nuovo tecnico del Napoli, Walter Mazzarri, da chi, per due anni, ha impa­rato a conoscerne pregi e difetti, vizi e virtù. Sono le parole di chi ora, seppur temporaneamente, si gode l’aria buona che si respira in vetta al­la classifica della serie A: Riccardo Garrone. Con Beppe Marotta e Gigi Delneri è l’autore di un ennesimo capola­voro calcistico. La sua Sampdoria gioca, forse, il calcio più bello del momento. Frutto, cer­to, dell’ottimo lavoro dell’ex allenatore di Ata­lanta e Chievo; merito, altresì, anche di chi, nel biennio prece­dente, è riuscito a valorizzare giovani ed a rigenerare (vecchi) campioni. Uomo colto, generoso, schivo e riservato, poco incline a rilasciare dichiarazioni pubbli­che, il presidente blucerchiato traccia un breve identikit di colui che è stato scelto da Aurelio De Laurentiis per il rilancio del Napoli.

Presidente, che Napoli vedranno i ti­fosi azzurri, con Mazzarri?
"Una squadra che lotterà su ogni pal­lone, una formazione che avrà una sua precisa identità di gioco".

Come giudica il suo lavoro alla Samp?
"Molto positivamente. Mazzarri è sta­to in grado di portarci a ridosso della zo­na Champions e, lo scorso anno, ha cen­trato la finale di Coppa Italia. I risultati sono dalla sua parte: è un tecnico molto preparato, che riesce a trasmettere ai gio­catori una carica agonistica non indiffe­rente".

A Genova ha rigenerato Cassano.
"Cassano ha trovato l’ambiente ideale per ritrovarsi: società, squadra, tifosi. Merito di tutti, naturalmente".

Crede sia l’uomo giusto per il Napoli?
"Non sta a me dirlo, ma so come lavo­ra Mazzarri. Il suo staff di collaboratori, inoltre, è di prim’ordine".

Con il cambio tecnico la squadra tor­nerà ad essere competitiva per l’Euro­pa League?
"È chiaro che, quando c’è un avvicen­damento in panchina, le cose non sono andate per il verso giusto, tuttavia il Na­poli è una squadra ben attrezzata, la sua classifica è bugiarda ed il campionato an­cora lungo. Credo risalirà in fretta".

Fonte: corrieredelmezzogiorno.it
 

4 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here